Home » Notizie » Spezia-Atalanta 1-3, la Dea vince e tiene viva la speranza Europa: le pagelle
NotizieSerie A

Spezia-Atalanta 1-3, la Dea vince e tiene viva la speranza Europa: le pagelle

L’Atalanta inguaia lo Spezia, infliggendo una pesante sconfitta interna. Rimane viva, dunque, la prospettiva d’Europa per gli uomini di Gasperini. I giudizi della Dea per Calciostyle.

Atalanta

Musso 6: poco lavoro per lui fino al pareggio di Verde, sul quale ha delle responsabilità per via del ritardo sull’uscita.

De Roon 6: gioca alla sua maniera, con sicurezza e precisione. Meglio nel secondo tempo.

Palomino 6: non è chiamato a grossi interventi, il più delle volte agisce in contrasto e poco in fase aerea (dal 1’st Demiral 6,5: nel referto registra la sponda di testa per il gol di Djimsiti. Autoritario nel gioco d’anticipo).

Djimsiti 6,5: ha il merito di incocciare il gol che indirizza la vittoria.

Maehle 6: non una partita da sacro fuoco, ma è costantemente in avanti quando viene sollecitato a spingersi a fornire spunti dagli esterni (dal 42’st Pessina sv).

Freuler 6: mezzo voto in meno per un gol che si mangia a due passi, per il resto il solito contributo a centrocampo (dal 14’st Hateboer 6: garantisce corsa e sovrapposizioni).

Koopmeiners 7: forse il più ispirato della formazione di Gasperini. Ogni tocco è un suggerimento importante nella trequarti avversaria.

Zappacosta 6: meglio nel primo tempo, quando risulta importante in spinta. Nella seconda frazione cala, anche se serve un assist per il gol di Pasalic.

Pasalic 6: non si fa vedere molto, non gli riescono gli inserimenti che gli sono congeniali. Realizza il gol che chiude la partita.

Malinovskyi 6,5: è in giornata ispirata, e ogni palla che tocca è un suggerimento illuminante per gli avanti (dal 14’st Boga 6,5: accende le polveri dell’attacco, cerca le progressioni e colpisce un incrocio dei pali).

Muriel 7: è la sua versione 2020/2021, gol assist e una prestazione che incide pesantemente sul successo.

 

Gasperini 6,5: una partita giocata con la personalità, tre marcatori diversi e la sensazione che per l’Europa la Dea non mollerà fino alla fine.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Torino, pronto il sostituto di Belotti: intrigo con una milanese

 

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie