I nostri Social

Focus

Lukaku, i numeri non mentono: non è lui il flop, è la Roma a non essere stata alla sua altezza

Pubblicato

il

Roma, Lukaku

La stagione di Lukaku viene bollata da molti come “deludente” o addirittura “fallimentare”, ma i numeri raccontano una storia diversa.

Paradosso Big Rom: ha numeri da top, ma viene “contestato

Se analizziamo il bilancio relativo al campionato di Serie A che si appresta a volgere al termine, sono cinque i giocatori che hanno fatto più gol di Romelu Lukaku. Se però analizziamo le reti distribuite fra tutte le competizioni, ai 13 gol segnati in campionato vanno aggiunti gli 8 segnati in Coppa Italia ed Europa League.

Il gigante belga ha segnato 21 gol fra tutte le competizioni e soltanto Lautaro Martinez con 27 ha fatto meglio di lui. In totale la Roma ha segnato 87 gol in questa stagione. 21, come detto, sono arrivati da Lukaku, mentre da Dybala ne sono arrivati 16. Assieme i due hanno segnato 37 reti, ovvero circa il 43% dei gol della squadra.

La “coppia dei sogni” giallorossa ha fatto ciò che ci si aspettava da loro, ovvero trascinare la squadra a suon di gol e giocate. Non sono mancati loro alla Roma, è mancato tutto il resto. I giallorossi hanno il quarto attacco del campionato, dato che soltanto Inter (87), Milan (73) e Atalanta (67) hanno segnato di più.

Lukaku

(FOTO FORNELLI/KEYPRESS )

De Rossi ha “rovinato” Lukaku

Siccome va di moda dire, senza nessuna cognizione di causa, che gli allenatori “migliorino” o “peggiorino” i giocatori, è interessante analizzare il calo di rendimento di Lukaku dall’arrivo di De Rossi. 15 gol in 28 partite con Mourinho, 6 gol in 24 con il suo successore. Con il portoghese la media realizzativa del belga era superiore a 1 gol ogni 2 partite (circa 0,53 gol per partita) mentre con De Rossi è di 0,25: 1 gol ogni 4 partite.

La verve realizzativa di Lukaku si è improvvisamente dimezzata, eppure non sento nessuno dire che “De Rossi abbia rovinato Lukaku” o simili. Frasi che invece si sentono ad altre latitudini, quando a essere coinvolti nella disamina sono un allenatore livornese e un centravanti serbo. Però se Vlahovic con Allegri si è completato ed è diventato un attaccante che oltre a segnare gioca anche a calcio, lo stesso non si può dire del belga.

Lukaku è parso involuto, appesantito e fuori dal gioco. E’ oltremodo chiaro che Lukaku non si trovi a suo agio in una squadra manovriera (motivo del suo flop al Chelsea) e che anzi prediliga squadre dall’espressione calcistica estremamente verticale. La sua carriera parla per lui, nel bene e nel male, e non a caso gli allenatori ad aver tirato fuori il massimo potenziale dal gigante belga sono stati Conte e lo stesso Mourinho.

Focus

I 30 migliori attaccanti secondo ESPN: Mbappé inarrivabile, ci sono 7 “italiani”

Pubblicato

il

Real Madrid

ESPN ha stilato la lista dei 100 migliori giocatori al mondo. In questo ultimo appuntamento vedremo i trenta migliori attaccanti.

Indice

ESPN, la TOP 30 degli attaccanti: quanta Serie A!

Viktor Gyokeres ha sciorinato una stagione pazzesca. 43 gol (e 15 assist) in 50 partite, di cui 29 nel campionato portoghese. Il secondo maggior numero di gol segnati da un giocatore in una singola stagione della massima serie lusitana dai 34 gol di Jonas: 2017-2018. Jack Grealish è stato meno centrale negli schemi di Guardiola in questa stagione, una situazione che (probabilmente) gli è costata una chiamata ai prossimi Europei.

Tuttavia, l’inglese rimane un “talismano” per il Manchester City. Infatti, con lui in campo (su 36 partite) i citizens ne hanno perse soltanto due. Il primo giocatore militante in Serie A di questa classifica è Christian Pulisic del Milan: senza dubbio l’acquisto più azzeccato dell’estate rossonera. L’americano è appena davanti a Ousmane Dembélé del PSG: miglior assistman della Ligue 1 (8) assieme ad Angel Gomes.

Passano gli anni, ma Robert Lewandowski rimane implacabile negli ultimi sedici metri. Lo dimostrano i 41 gol segnati nelle sue due stagioni con la maglia del Barcellona. Nessuno, dall’arrivo del polacco in Catalogna, ha segnato più di lui nel campionato spagnolo. Favolosa meravigliosa quella di Niclas Füllkrug, che in tre anni è passato dalla Zweite Bundesliga alla finale di Champions League e alla titolarità nella Germania.

ESPN non inserisce Romelu Lukaku, ma inserisce Paulo Dybala. Dusan Vlahovic, grazie al lavoro fatto da Allegri, non è più solo un finalizzatore ma sta diventando un centravanti completo. Dopo l’infortunio, Victor Boniface ha perso centralità negli schemi di Xabi Alonso. Nonostante ciò, rimane il miglior marcatore della squadra con 21 gol fra tutte le competizioni. Dal suo arrivo in Bundesliga nella stagione 2020-2021, Leroy Sané ha messo a referto 34 assist. Meglio di lui ha fatto soltanto il suo compagno di squadra Thomas Muller.

ESPN

Ci sono Kvara e Osimhen, ma non solo

Nonostante una seconda stagione in Italia non proprio esaltante, Khvicha Kvaratskhelia ha contribuito a 39 gol dal suo arrivo nel Bel Paese: il quarto nella classifica di ESPN. Discorso similare per il suo compagno di reparto Victor Osimhen, che nelle ultime tre stagioni ha segnato 55 gol. Meglio di lui (in questo triennio) in Serie A soltanto Lautaro Martinez con 66. Luis Diaz, per la prima volta dal suo arrivo in Inghilterra, è andato in doppia cifra per goal contributions: ovvero 8 gol e 5 assist, per un totale di 13 partecipazioni attive.

Era dai tempi di Alan Shearer (2003-20024) che un attaccante del Newcastle non superava quota venti gol in Premier League. Ci è riuscito Alexander Isak (21), al quale la maglia dei magpies inizia a stare stretta. Ollie Watkins ha partecipato attivamente a 32 gol dell’Aston Villa durante l’ultima stagione di Premier League. Più di lui soltanto Cole Palmer con 33. Nella storia del Real Madrid soltanto quattro giocatori sono riusciti a segnare almeno 5 gol in tre edizioni consecutive della Champions League: fra questi c’è Rodrygo Goes.

Complice anche la competitività del campionato saudita, Cristiano Ronaldo è tornato a superare quota 40 gol stagionali: non gli capitava dal 2017-2018. Per molti la stagione di Rafael Leao è stata deludente, ma rimane il miglior assistman della Serie A con 9 passaggi decisivi. Soltanto 5 giocatori, nell’ultimo campionato di Premier League, sono andati in “doppia-doppia“: fra questi c’è Heung-Min Son, totem del Tottenham.

ESPN

Mbappé davanti a tutti, Serie A “assente” nella TOP 10

Stagione pazzesca per Bukayo Saka, con 20 gol e 14 assist. La seconda consecutiva in cui la sua partecipazione attiva ai gol supera quota 25, come Salah (quinto) e Haaland (terzo). Dopo un paio di stagioni passate a fare il “comprimario di lusso“, la stella di Phil Foden sembra essere deflagrata in tutta la sua bellezza. 19 reti totali sono il record personale della sua giovane carriera, nonché il quarto miglior dato della stagione del City.

Non ci sono giocatori di Serie A in TOP 10, mentre trova ancora spazio (nonostante l’esodo in MLS) Lionel Messi. Antoine Griezzman è la storia dell’Atletico Madrid. Miglior marcatore all time (181 reti) nella storia de La Liga per i colchaneros e giocatore simbolo: finirà la carriera in biancorosso. Vinicius Junior ha ultimato la sua trasformazione da talento a generazionale a fuoriclasse d’epoca. Terza stagione consecutiva in cui segna almeno 20 gol, i 24 di quest’anno sono il suo record personale: quello con il Dortmund però pesa di più.

Harry Kane ha vinto il titolo di capocannoniere della Bundesliga al suo primo anno in Baviera. Eguagliato il mito di Gerd Muller (1972-1973), soltanto tre giocatori hanno segnato più reti di lui in una singola stagione del campionato tedesco. Impossibile pensare che Kylian Mbappé non sarebbe stato al primo posto. Palmares che trabocca a soli 24 anni, ha vinto anche un Mondiale ma gli manca la Champions che potrà vincere con il Real.

La classifica completa di ESPN:

  1. Kylian Mbappé
  2. Harry Kane
  3. Erling Haaland
  4. Vinicius Junior
  5. Mohamed Salah
  6. Antoine Griezzman
  7. Lionel Messi
  8. Phil Foden
  9. Bukayo Saka
  10. Heung-Min Son
  11. Cole Palmer
  12. Lautaro Martinez
  13. Victor Osimhen
  14. Rafael Leao
  15. Cristiano Ronaldo
  16. Rodrygo
  17. Ollie Watkins
  18. Alexander Isak
  19. Luis Diaz
  20. Khvicha Kvaratskhelia
  21. Leroy Sané
  22. Victor Boniface
  23. Dusan Vlahovic
  24. Paulo Dybala
  25. Niclas Füllkrug
  26. Robert Lewandowski
  27. Ousmane Dembélé
  28. Christian Pulisic
  29. Jack Grealish
  30. Viktor Gyokeres
Continua a leggere

Focus

I 30 migliori centrocampisti secondo ESPN: Rodri numero uno al mondo, ci sono due interisti

Pubblicato

il

Manchester City, Rodri

ESPN ha stilato la lista dei 100 migliori giocatori al mondo. In questo terzo appuntamento vedremo i trenta migliori centrocampisti.

Indice

I 30 migliori centrocampisti al mondo secondo ESPN

James Maddison ha vissuto una prima parte di stagione strepitosa, prima di infortunarsi a Dicembre nel derby perso contro il Chelsea. Nonostante ciò ha completato l’87,4% dei passaggi tentati, di cui 85,2% nell’ultimo terzo di campo. Nuova vita per Julian Brandt nel ruolo di centrocampista offensivo: uomo chiave nel percorso che ha portato a Wembley il Borussia Dortmund. Zaire-Emery ha frantumato tutti i record di precocità nel PSG.

Enzo Fernandez, la cui crescita è rallentata dopo il Mondiale vinto da protagonista, sarà l’uomo chiave (il suo “nuovo Winks“) nel centrocampo di Maresca. Federico Valverde sta diventando il centrocampista più completo d’Europa. Infatti, occupa le prime posizioni de La Liga nelle statistiche di assist; occasioni da rete create; percentuale di passaggi riusciti; percentuale di tackle e recuperi riusciti.

Lucas Paquetà è il primo giocatore di questa speciale classifica ad aver giocato in Italia. Granit Xhaka è stato il miglior “passatore” dell’ultima stagione di Bundesliga: 3003 passaggi completati in stagione, media di 92,1% passaggi riusciti. Joao Palhinha ha realizzato il maggior numero di tackle (152) nell’ultima Premier League.

Bernardo Silva è il quinto giocatore dell’ultima Premier League per passaggi completati: 824. Gavi era il giocatore del Barcellona che copriva le maggiori distanze in campo prima del suo infortunio ai legamenti del ginocchio lo scorso Novembre.

ESPN

Inter unica rappresentante italiana: ci sono Calha e Barella

Il primo giocatore militante in Serie A di questa classifica è Hakan Calhanoglu. 1906 passaggi completati nell’ultimo campionato (il quinto in questa speciale classifica) con 5,8 di xA. Solo dieci giocatori, nell’ultimo campionato spagnolo, hanno una percentuale di passaggi riusciti superiore al 90%: fra questi figura Eduardo Camavinga. Mac Allister si è calato alla perfezione nel ruolo di vertice basso che Klopp gli ha ritagliato.

Nessuno in Premier League recupera più palloni (236) di Bruno Guimaraes. Xavi Simons a fine stagione lascerà l’RB Leipzig per tornare al PSG. Chissà che la sua capacità di saltare l’uomo (nei TOP 5 Campionati Europei soltanto due giocatori hanno completato oltre 100 dribbling e contestualmente creato almeno 100 occasioni da gol) non possa dargli una possibilità di giocarsi le sue carte alla corte di Luis Enrique.

Joshua Kimmich non ha risentito della scelta di Thomas Tuchel di arretrarlo a terzino. De Jong non ha vissuto una stagione esaltante, ma nessuno manda in profondità (32 volte) con successo i propri compagni come lui nel campionato spagnolo. Il primo italiano di questa classifica gioca anch’egli nell’Inter: Nicolò Barella.

Il Bayern Monaco quest’anno si è dimostrato quasi “Kane-dipendente“. Infatti, il secondo miglior marcatore della squadra è Jamal Musiala con 12 gol. Kai Havertz ha giocato principalmente da riferimento centrale in questa stagione, ma in questa lista è stato inserito come centrocampista. Kevin De Bruyne ha passato la prima parte di stagione ai box, ma questo non gli ha impedito di diventare il secondo assistman della storia della PL.

ESPN

Rodri numero uno al mondo, ma quanto Real!

Bruno Fernandes è il miglior giocatore dell’ultimo triennio del Manchester United. E’ infatti primo per presenze (232); gol (79); assist (64); e tiri in porta (249). Dal 2020-2021, ossia da quando ha esordito in prima squadra, nessuno in Spagna ha fatto registrare più xA di Pedri: e non ha neppure compiuto 22 anni.

Il Real Madrid è squadra più rappresentata di questa classifica. Dopo Valverde, in TOP 10 troviamo Aurélien Tchouameni, Toni Kroos e Jude Bellingham: al secondo posto della classifica. Florian Wirtz è uno dei sette giocatori nei TOP 5 Campionati Europei a essere andato in “doppia-doppia”: ovvero 10 gol e 10 assist.

Declan Rice ha fatto fare il salto di qualità all’Arsenal, ma il suo palmares è ancora fermo alla Conference League vinta l’anno scorso con il West Ham: l’Europeo un’occasione per impreziosirlo. Il suo partner di reparto (Martin Odegaard) è il terzo assistman della Premier League: solo Palmer (11) e Watkins (13) hanno fatto meglio di lui. Al primo posto della classifica di ESPN c’è Rodri del Manchester City, che probabilmente avrebbe meritato di vincere l’ultimo Pallone d’Oro: anche se assegnarlo a Messi non è mai un errore.

La lista completa secondo ESPN:

  1. Rodri
  2. Jude Bellingham
  3. Martin Odegaard
  4. Toni Kroos
  5. Declan Rice
  6. Florian Wirtz
  7. Aurélien Tchouaméni
  8. Pedri
  9. Bruno Fernandes
  10. Kevin De Bruyne
  11. Kai Havertz
  12. Jamal Musiala
  13. Nicolò Barella
  14. Frenkie De Jong
  15. Joshua Kimmich
  16. Xavi Simons
  17. Bruno Guimaraes
  18. Alexis Mac Allister
  19. Eduardo Camavinga
  20. Hakan Calhanoglu
  21. Gavi
  22. Bernardo Silva
  23. Joao Palhinha
  24. Granit Xhaka
  25. Lucas Paquetà
  26. Federico Valverde
  27. Enzo Fernandez
  28. Warren Zaire-Emery
  29. Julian Brandt
  30. James Maddison
Continua a leggere

Focus

I 30 migliori difensori al mondo secondo ESPN: due sono dell’Inter, Theo…

Pubblicato

il

Fiorentina-Milan, Theo Hernandez assente per squalifica

ESPN ha stilato la lista dei cento migliori giocatori al mondo. Nel secondo appuntamento vedremo i trenta migliori difensori.

Indice

I migliori centrali al mondo secondo ESPN

Antonio Rudiger, fresco campione d’Europa con il Real Madrid, guida la lista dei migliori difensori centrali al mondo. Subito dietro di lui William Saliba dell’Arsenal, mentre Virgil Van Dijk del Liverpool chiude il podio. Volendo dividere i laterali (o chi ci può giocare) dai centrali, il primo a ridosso del podio è Marquinhos.

L’ex-Roma è capitano e recordman di presenze con il PSG, avendoci giocato oltre dieci anni. John Stones ormai è quasi più un centrocampista che non un difensore centrale. E’ appena fuori dalla TOP 10 totale il difensore dell’Inter Alessandro Bastoni: miglior centrale dell’ultimo campionato di Serie A.

L’ex-Juventus De Ligt ha vissuto una prima parte di stagione complessa in Baviera, ma nel girone di ritorno ha saputo ritagliarsi il suo spazio. Ruben Dias continua a essere uno dei difensori più solidi della Premier League e non solo. Pau Torres (che aveva vinto l’Europa League al Villareal) ha confermato quanto di buono fatto in Spagna anche all’Aston Villa, aiutando il suo mentore Unai Emery a centrare la qualificazione in Champions League.

Nonostante una stagione non pienamente convincente, Ibrahima Konate del Liverpool figura nella TOP 30 assoluta di ESPN. Presente anche il capitano del Bayer Leverkusen Jonathan Tah: probabilmente il migliore della linea difensiva a tre di Xabi Alonso. Sempre in Bundesliga sta vivendo una seconda giovinezza Mats Hummels, che anche nella finale contro il Real Madrid ha dimostrato di essere ancora un difensore di altissimo livello.

Ultimi, ma non per importanza, due dei giovani centrali mancini più interessanti del panorama calcistico mondiale. Ovvero Micky van de Ven del Tottenham e Gonzalo Inacio dello Sporting Lisbona: entrambi con un prezzo del cartellino che si avvicina sempre di più alla triplice cifra.

ESPN

Due soli italiani, Inter e Milan le uniche rappresentate

Il primo fra i prescelti di ESPN a non essere propriamente un difensore centrale è Kyle Walker, sebbene ormai con Guardiola (e prima ancora con Southgate in Nazionale) ricopra oramai stabilmente quel ruolo. Hakimi ha giocato prevalentemente dentro il campo quest’anno con Luis Enrique, adempiendo più o meno agli stessi compiti che il suo maestro chiedeva a Joao Cancelo quando quest’ultimo militava ancora negli Sky Blues.

Ronald Araujo può fare indistintamente sia il centrale di difesa che il laterale a destra, bloccato o di spinta, e come lui il suo compagno di squadra al Barcellona Jules Koundé. Anche Robertson quest’anno con Klopp ha fatto prevalentemente il terzo di sinistra in una difesa a tre, quantomeno in fase di impostazione, ma rimane un laterale di spinta di altissimo livello. A beneficiare del suo “sacrificio” è stato soprattutto Alexander-Arnold.

Il prodotto dell’Academy del Liverpool sta completando la sua metamorfosi da laterale di difesa a centrocampista vero e proprio, tant’è che anche Southgate lo sta impiegando in quella posizione. Il primo italiano (decimo, con i suo compagno di squadra Bastoni undicesimo) è Federico Dimarco. Il prodotto delle giovanili nerazzurre può ricoprire tutti i ruoli della fascia sinistra, dal laterale a quattro al quinto di centrocampo sino al terzo mancino.

Dani Carvajal ha vinto la sesta Champions League della sua storia, con il laterale spagnolo che tra l’altro ha anche segnato nella finale contro il Borussia Dortmund. Come lui soltanto i suoi compagni di squadra (Nacho, Kross e Modric) e la leggenda blanca Francisco Gento. Alphonso Davies è molto più che un semplice laterale di spinta: ai tempi in cui giocava in Canada faceva addirittura l’ala sinistra.

Alejandro Grimaldo e Jeremie Frimpong sono il segreto della stagione trionfale del Leverkusen: due dei laterali che incidono di più nel gioco a livello europeo. Lucas Hernandez può fare indifferentemente il centrale e il terzino, esattamente come Josko Gvardiol che Guardiola utilizza come posizionale a sinistra. Suo fratello Theo, invece, è un’ala prestata alla difesa. Il suo connazionale Ferland Mendy (anche lui vincente nella finale di Wembley) è tornato nel giro della Francia dopo due anni. Di Ben White si farebbe prima a citare i ruoli che non è in grado di ricoprire, ma da laterale destro atipico è diventato una delle chiavi del gioco di Arteta.

La classifica completa:

  1. Rudiger
  2. Saliba
  3. Van Dijk
  4. Walker
  5. Marquinhos
  6. Stones
  7. Hakimi
  8. Araujo
  9. Robertson
  10. Dimarco
  11. Bastoni
  12. Carvajal
  13. De Ligt
  14. Davies
  15. Grimaldo
  16. Lucas Hernandez
  17. Ruben Dias
  18. Gvardiol
  19. Theo Hernandez
  20. Alexander-Arnold
  21. Pau Torres
  22. Ferland Mendy
  23. Konate
  24. Frimpong
  25. Tah
  26. Hummels
  27. White
  28. Kounde
  29. Inacio
  30. Van de Ven
Continua a leggere

Ultime Notizie

Roma Roma
Calciomercato20 minuti fa

Roma, un calciatore ha detto di no all’Arabia

Visualizzazioni: 57 Secondo quanto emerso nelle ultime ore, un calciatore della Roma avrebbe rifiutato una ricca offerta proveniente dal campionato...

Calciomercato40 minuti fa

Napoli: Conte si ritrova il nuovo Vidal

Visualizzazioni: 141 Il nuovo Napoli di Antonio Conte si preannuncia una squadra affamata e determinata, pronta a seguire le orme...

Juventus, Thiago Motta Juventus, Thiago Motta
Serie A51 minuti fa

UFFICIALE, Thiago Motta è il nuovo allenatore della Juventus!

Visualizzazioni: 283 Tramite un comunicato diramato sul proprio sito ufficiale, la Juventus ha confermato di aver scelto Thiago Motta come...

Fiorentina, i piani di Palladino Fiorentina, i piani di Palladino
Calciomercato59 minuti fa

Calciomercato Fiorentina, corsa per il centrocampo: idea rossonera?

Visualizzazioni: 609 Calciomercato Fiorentina, la società viola vedrà un sostanzioso cambio di giocatori nella propria rosa in sede di trattative:...

dazn dazn
Serie A1 ora fa

UFFICIALE: Balzaretti non è più il DS dell’Udinese

Visualizzazioni: 370 Nelle ultime ore è arrivata l’ufficialità: Federico Balzaretti non è più il DS dell’Udinese. Si separano così le...

belotti belotti
Calciomercato1 ora fa

Calciomercato Fiorentina: il punto su acquisti e cessioni

Fiorentina: facciamo il punto sulle prime trattative che riguardano la società gigliata. Sorprese Amrabat e Belotti? Parla il procuratore di...

Monza Monza
Serie A1 ora fa

UFFICIALE, Alessandro Nesta è il nuovo allenatore del Monza

Visualizzazioni: 398 Tramite un comunicato diramato sul proprio sito ufficiale, il Monza ha confermato che Alessandro Nesta sarà il nuovo...

serie b serie b
Serie C2 ore fa

UFFICIALE: Di Nunno ha venduto il Lecco

Visualizzazioni: 502 Nelle ultime ore è arrivata l’ufficialità: il presidente del Lecco Di Nunno ha venduto la società lombarda a...

Italia, Frattesi Italia, Frattesi
Europei2 ore fa

Italia: novità a centrocampo per sabato

Visualizzazioni: 443 Allenamento alle 17 per la nazionale di Luciano Spalletti in vista del primo impegno di sabato contro l’Albania,...

Fonte: Profilo Facebook US Catanzaro Fonte: Profilo Facebook US Catanzaro
Serie B2 ore fa

Catanzaro, Vivarini annuncia l’addio: “Abbiamo idee diverse”

Visualizzazioni: 504 Il tecnico del Catanzaro, Vincenzo Vivarini, poco fa ha annunciato il suo addio al club calabrese per una...

Le Squadre

le più cliccate