Home » Serie A » Milan-Leao, tutti i retroscena di un rinnovo in stand-by
Serie A

Milan-Leao, tutti i retroscena di un rinnovo in stand-by

Il rinnovo di contratto di Rafael Leao con il Milan non appare dietro l’angolo. La storia tra il portoghese e i rossoneri parte da lontano, e potrebbe durare ancora molto. Gli ostacoli, però, non mancano.

Riavvolgiamo il nastro della storia, febbraio 2022. Un Milan in corsa per lo scudetto, un Rafael Leao in ascesa nelle prestazioni e uno Stefano Pioli che ha trovato finalmente il suo treno sulla fascia.

Il giovane portoghese, il cui contratto con il Milan scade nel 2024, è pronto a discutere il rinnovo. I rossoneri mettono sul piatto 4 milioni di euro, ma i discorsi non procedono, nel mentre l’upgrade dell’esterno è ormai evidente a tutti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Milan, esperienza Tatarusanu: in Europa solo i bomber fanno meglio

Milan

Sulla cresta dell’onda

Maggio 2022: lo scudetto è del Milan, e Rafael Leao è l’MVP del campionato. I discorsi per il rinnovo di contratto sono pronti a riprendere, ma c’è una variabile che cambia. Il portoghese ora non si accontenta più di 4 milioni, ma lui e il suo entourage ne chiedono 7.

LEGGI ANCHE:  Roma, Pellegrini lavora a parte: rischio forfait con il Betis

In mezzo, però, c’è anche la questione del contenzioso aperto con lo Sporting Lisbona. Una questione che ora è risolta a metà. Milan e Lille, infatti, sono d’accordo per dirimere la questione aperta con il club portoghese senza gravare sulla testa di Leao.

Lo Sporting riceverà 19,5 milioni di euro, con una formula ancora ignota. Questo cerchio, però, si chiuderebbe a una sola condizione: il rinnovo di Rafael Leao con il Milan.

Milan

Il nodo rinnovo

I rossoneri sono disposti a spingersi fino a 6 milioni di euro, cosa che permetterebbe al club di Via Aldo Rossi di rientrare della quota dovuta allo Sporting Lisbona, sulla base di un contratto di 5 anni (risparmio di circa 10 milioni lordi).

Veniamo alla domanda focale della questione. Come mai il Milan e Rafael Leao non hanno ancora l’accordo per il rinnovo? Il cavillo è burocratico prima che economico.

La variabile Mendes

Nel giugno scorso Leao ha firmato due procure sulla sua figura da calciatore professionista. La prima con un avvocato francese ignota, la seconda con il potentissimo Jorge Mendes.

LEGGI ANCHE:  Roma - Napoli: nuovi infortuni e ultime speranze

Le regole vogliono che la prima procura conclusa e firmata sia quella valida. Il Milan, in tutto questo, non vuole inimicarsi il potente agente portoghese e per questo non ha ancora affondato il colpo.

Calciomercato Milan

Pepita Leao

La distanza tra il Milan e Leao è di appena un milione di euro, con Leao che vuole restare a Milano per completare il suo percorso di crescita. L’avvocato francese e Mendes, tuttavia, hanno una visione totalmente opposta sul futuro del giocatore.

Una partita ancora tutta aperta, ma che al momento è ferma sullo zero a zero. Rafael Leao è una pepita d’oro che Jorge Mendes vuole capitalizzare al massimo.

Sullo sfondo l’ipotesi di un rinnovo ponte, per consentire al Milan di lucrare più possibile da una cessione del giocatore. Le strade possibili sono molteplici, in mezzo Rafael Leao, l’unico che, a prescindere da tutto, vincerà la sua partita.

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Serie A