Home » Serie A » La Sampdoria dopo la salvezza cala il poker alla Viola
Serie A

La Sampdoria dopo la salvezza cala il poker alla Viola

La Sampdoria festeggia la salvezza a Marassi, batte la Fiorentina con scioltezza segnando  due gol per tempo. Ininfluente il gol finale di Gonzalez che fissa il risultato finale sul 4-1.

Sampdoria salva festa al Ferraris:

Salvezza ottenuta già prima di scendere in campo, grazie alle mancate vittorie di Salernitana, Cagliari e Genoa.

Così i giocatori della Sampdoria vanno in campo ha la mente libera dalle pressioni subite nell’ultimo periodo.

I tifosi riservano applausi alla squadra, in particolare a cori e standing ovation per Quagliarella, Candreva ed Audero, idoli della gradinata blucerchiata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO>>>>Sampdoria-Fiorentina 4-1, uragano doriano sulla Viola

Sampdoria

Sabiri delizia, Quaglia eterno, le pagelle:

Audero 6: assiste al match senza quasi sporcare i guanti, esce tra gli applausi l’eroe del derby salvezza, spettatore.(dal 41′ s.t. Ravaglia s.v. non può nulla sul rigore)

Augello 6,5: su e giù continuo sulla fascia, Ikoné non lo impensierisce. Il terzino sinistro della Sampdoria resta lui, stantuffo.

Colley 7: l’espulsione poteva evitarsela e gli fa abbassare un po’ il voto. Prestazione annichilente per gli avversari, gigantesco.

Ferrari 7,5: ottima prestazione, Cabral prima e Piatek poi non vedono mai la palla. Segna di petto il gol che sblocca la partita, colonna.

Berszynski 6,5: attento in copertura su uno degli avversari più pericolosi, che è Gonzalez. Aiuta i compagni e si propone anche in avanti, preciso.

Thorsby 7,5: il gigante norvegese offre la solita prestazione di sostanza, tornato solido le palle alte sono tutte sue. Segna al 71′ il gol che chiude la contesa, ariete.

Rincon 6,5: di lotta e di governo, ovvero corre, recupera tanti palloni e li distribuisce con ordine e precisione, instancabile.

Viera 6,5: ordinato e diligente davanti la difesa, copre le linee di passaggio avversarie e ci mette il fisico quando serve, vigile. (dal 41′ Trimboli s.v. pochi minuti, giusto il tempo di prendere un giallo.)

Candreva 7,5: non trova il gol per poco, ma serve due assist solo da spingere dento ai suoi compagni, la fascia è il suo habitat naturale, treno. (dall’82’ Damsgaard 6: di stima, ha talento e rientra da un grave infortunio).

Sabiri 8: il gol mette il punto esclamativo ad una prestazione che fa stropicciare gli occhi. Serve anche l’assist per il gol di Quagliarella, scintillante.

Quagliarella 7,5: gol non banale, come da prassi per lui, scavetto e 2-0. Sembra tornato indietro nel tempo, corre più di molti colleghi che hanno 10 anni in meno. Si prende la standing ovation.
(dal 65′ Caputo 6,5: cerca il gol con un paio di buone conclusioni, crea lo spazio per Sabiri in occasione del 4° gol).

Marco Giampaolo 7,5: aver raggiunto la salvezza libera mentalmente lui e la squadra. La Sampdoria gioca con scioltezza, crea e segna, oggi tutti bene, ma forse la testa è stato il limite più grande della stagione blucerchiata.

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Serie A