Home » Serie A » Cremonese-Monza 2-3, Caprari risorge e Palladino esulta: le pagelle brianzole
Serie A

Cremonese-Monza 2-3, Caprari risorge e Palladino esulta: le pagelle brianzole

Vittoria sofferta per il Monza, che si porta in largo vantaggio, si fa rimontare e rischia il pareggio nel finale. Le pagelle brianzole.

Monza

Di Gregorio 7: i pericoli maggiori li subisce nella seconda parte del secondo tempo. Dice di no a Pickel e Dessers. Sui gol non può nulla. Sicurezza nel momento più critico.

Caldirola 5: partita di grande sofferenza, chiuso nella morsa di Dessers prima e Ciofani poi. Sui due gol, altrettanti errori grossolani.

Pablo Mari 6: momenti di estrema pressione a parte, gioca una partita buona.

Izzo 6: il lavoro più importante lo fa nella ripresa, quando deve difendere dal ritorno della Cremonese in attacco.

Birindelli 6,5: un solo tempo, ma di grande corsa e sacrificio (dal 45′ Ranocchia 5,5: non porta fantasia e gli spunti che ci si aspetta).

Pessina 6: la sua maestria al servizio del centrocampo. Lavora bene i palloni nevralgici che gioca.

Machin 6: non spreca un pallone e disegna geometrie che rendono gradevole il gioco del Monza (dal 68′ Colpani 5: la sua partita è una continua sofferenza all’avversario).

Carlos Augusto 6,5: prende per mano la squadra sulla fascia e svolge con vigore entrambe le fasi. Brividi sul finale quando rischia la frittata nella propria porta.

LEGGI ANCHE:  La lettera di Gotti al popolo bianconero e friulano

Ciurria 6,5: la sua è una prestazione maiuscola. Si posiziona in zona offensiva e confeziona anche il gol. Duttile, cambia almeno tre caselle di campo nel corso della partita (dal 65′ D’Alessandro 5: Valeri è un incubo e lui fa tanta fatica a tenergli testa).

Caprari 7: la sua prestazione migliore dal suo arrivo in Brianza. Sembra quello dell’Hellas Verona. Sigla un doppietta e crea molte situazioni pericolose (dall’83’ Marlon sv).

Petagna 6,5: con la sua sola presenza tiene in apprensione la difesa avversaria. Due assist preziosi (dal 65′ Gytkjaer 5,5: viene inserito per giocare di fisico e tenere più possibile il pallone).

 

Raffaele Palladino 6,5: la sua squadra è padrone del campo per circa un’ora. Sul finale rischia la clamorosa rimonta, ma porta a casa una vittoria di sofferenza.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Lecce-Milan 2-2, un thriller del Diavolo: si salvano in pochi

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Serie A