Home » Le interviste » Milan, Pioli incontenibile: “Essere Milanisti è un’emozione”
Le interviste

Milan, Pioli incontenibile: “Essere Milanisti è un’emozione”

Milan, non tutti credevano nel gruppo e nella forza della squadra creata da Mr Pioli al suo arrivo in quel di Milanello.

Tanti tifosi furono i fautori di quell’#PioliOut che spopolava in giro per i social: in molti erano scettici riguardo al suo acquisto, dato che i rossoneri (prima di ingaggiarlo come condottiero in panchina) avevano trattato, ma senza successo, con Luciano Spalletti, attuale tecnico del Napoli.

Un concetto espresso anche da Ibrahimovic nel post Sassuolo, quando è incominciata la festa rossonera in seguito al glorioso Scudetto conquistato, e celebrato con tutta la tifoseria radunata per le strade di Milano.

Milan

Di certo Pioli è stato tra gli artefici di questo percorso: aperto con la bruciante umiliazione per 0-5 in quel di Bergamo, chiuso proprio al Mapei Stadium circa 2 anni e mezzo dopo.

Certo l’arrivo proprio di Zlatan ma anche di Kjaer (prima) e Giroud (dopo) ha dato grande esperienza a tutti i giovani, che hanno acquistato fiducia nei propri mezzi e l’hanno espressa in campo nel migliore dei modi.

Milan

Il merito è anche di uno come Pioli, arrivato al Milan non avendo ancora vinto nessuno Scudetto come allenatore, ed entrato ufficialmente nel cuore dei tifosi rossoneri: il celebre coro Pioli is on fire’ che ha spinto i rossoneri in ogni pre partita di San Siro, e la standing ovation della ‘Scala del Calcio’ sul finire del match contro l’Atalanta, quando i rossoneri erano ad un punto dal Paradiso.

Si è espresso ai microfoni della Gazzetta dello Sport il tecnico parmigiano: nonostante si trovi in vacanza, il pensiero va già alla prossima stagione.

 

 

Milan, Pioli irrefrenabile: ‘Voglio difendere questo Tricolore’

Ovviamente l’allenatore rossonero si sta godendo le meritate vacanze a Forte dei Marmi con la sua famiglia: ciononostante, la voglia di Milan cresce sempre di più e lo travolge in qualunque luogo si trovi.

Milan

‘Sì, mi sto riposando un po’ ma sono sempre in contatto con Paolo (Maldini) e Frederick (Massara): siamo già carichi per la prossima stagione, non vedo l’ora di difendere questo Scudetto con i miei giocatori, già mi mancano’.

‘Non sarà facile, è difficile confermarsi, ma l’ambiente che abbiamo creato a Milanello è speciale, e abbiamo tanta voglia di ripeterci, credendoci anche in Champions’.

Qualche rivelazione sulla campagna acquisti: ‘Spero che possano arrivare un difensore, un centrocampista, un n.7 e un 10 che possa giocare anche da 7’.

Chiaramente le allusioni portano a tutti i nomi accostati al Diavolo: da Botman a Renato Sanches, passando per Noa Lang/Zaniolo e Charles De Ketelaere.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Milan, Lang si Nasconde: “nessun accordo”

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Le interviste