Home » Notizie » Milan, un calcio ai Rockefeller del pallone: la gestione virtuosa di Elliott
Notizie

Milan, un calcio ai Rockefeller del pallone: la gestione virtuosa di Elliott

Milan, la cavalcata dei ragazzi al 19esimo Tricolore ha riscritto la storia del club, dando morale a tutto l’ambiente rossonero.

Il morale e la spinta la ritroviamo sicuramente in Pioli, che alla fine si è affidato al jolly Rade Krunic come trequartista (preferito a Brahim Diaz) facendo arretrare Kessie nel suo ruolo più naturale, ovvero il centrocampista di contenimento e recupero palloni.

Milan

Il terzo gol rossonero contro il Sassuolo nasce proprio da un’intuizione in pressing del bosniaco ex Empoli, finalizzato poi magistralmente dal piattone dell’ivoriano (prossimo a lasciare Milanello dopo i 5 anni passati a vestire la maglia rossonera).

I terribili ragazzi di Pioli hanno vinto la Serie A con una tra le fasce d’età più bassa (si parla di 25 anni circa): una squadra collaudata da giocatori giovani che, nel corso dell’annata, hanno costruito sintonia e forza, avendo la meglio a lungo termine.

Milan

 

Milan, un Tricolore costato “solo” 175 milioni

Il titolo è volutamente provocatorio, se pensiamo al tanto cash speso negli anni passati (ad esempio dalla coppia Fassone-Mirabelli, noti per il “passaggio alle cose formali”).

Tante meteore che sono passate al Milan, ma che non hanno fatto il percorso sperato.

Milan

Il fondo Elliott ha rilevato il club stanziando, innanzitutto, 560 mln netti per coprire le perdite e i debiti accumulati negli anni precedenti (ovvero tra il 2017 e il 2020).

Un progetto di crescita e sostenibilità passato, inevitabilmente, dai dolorosi addii di Chalanoglu e Donnarumma (ora pienamente nel mirino del popolo milanista): continuato, però, con i prestiti (ad esempio) di Tomori e Tonali, prolungati nel tempo.

Il centrocampista ex Brescia è stata la colonna portante del centrocampo rossonero, autore di una stagione paurosa: dimezzatosi lo stipendio pur di rimanere al Diavolo, ha surclassato le gerarchie di Pioli conquistandosi a pieno regime la maglia da titolare.

Milan

Tonali ha vinto lo Scudetto col cuore e da protagonista, con la squadra che ha sempre tifato da bambino e, come lui stesso ha dichiarato: ‘È ancora più bello vincere il Titolo da tifoso milanista’.

Per quanto riguarda Fikayo Tomori (che ha spazzato via ogni dubbio iniziale al suo arrivo), il suo prestito è stato rinnovato nel corso di questa estate: prossimamente Maldini avvierà i contatti per il rinnovo, per colui che si è dimostrato un’altra colonna portante di questa squadra.

Milan

Se si vanno ad analizzare, però, le spese totali fatte dalle big di A, notiamo come il Milan sia solo al quinto posto, avendo speso 175 mln.

Un Tricolore valso tutti questi soldi, e che ha battuto la concorrenza dei 370 mln della Juventus, dei 260 dell’Inter e dei 215 del Napoli.

Un’annata che verrà ricordata dai tifosi rossoneri per tanti anni.

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie