Home » Notizie » Boniek: “Non sono preoccupato per la Polonia, ma per le donne ed i bambini ucraini”
Notizie

Boniek: “Non sono preoccupato per la Polonia, ma per le donne ed i bambini ucraini”

Ancora una volta la guerra in Ucraina invade il campo di calcio. Stavolta è l’ex giocatore Zbigniew Boniek a parlare di ciò che accade vicino alla sua Polonia.

Chi è Zbigniew Boniek?

Negli anni Ottanta ha giocato nella Juventus (1982-’85) e nella Roma (1985-’88) come attaccante: alla Juve ha vinto praticamente tutti i trofei più prestigiosi, inclusi la Coppa Italia (vinta anche con la Roma), la Supercoppa Uefa e la Coppa dei Campioni.

E’ stato l’unico giocatore ad essere stato inserito nella Fifa 100, la lista stilata nel 2004 nella quale furono inseriti i migliori 125 calciatori viventi. Attualmente ricopre la carica di vicepresidente della Uefa.

Le parole sulla situazione in Ucraina

Ieri l’ex giocatore della Juventus e della Roma Zbigniew Boniek è stato ospite di “Radio anch’io sport“.
Era pressoché inevitabile che Boniek, da polacco, spendesse alcune parole sulla difficile situazione nella vicina Ucraina.

“Non sono preoccupato per la Polonia, ma per le donne ed i bambini ucraini. Ce ne sono oltre due milioni rifugiati nel mio Paese. La guerra si combatte anche in altre parti del mondo, vedi quello che accade con la guerra civile nello Yemen.

Mi colpisce che la gravità di un conflitto la giudichiamo a seconda dei chilometri che ce ne separano. Sono contento che la Uefa abbia sospeso tutte le squadre russe. I russi si sentono troppo superiori e non capiscono la diplomazia”.

Secondo Boniek, per convincere i russi a cessare le ostilità in Ucraina “servono le sanzioni“.

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie