I nostri Social

Nazionale

Italia-Turchia: le ultimissime di formazione

Pubblicato

il

Italia

Penultima amichevole per l’Italia di Luciano Spalletti nell’avvicinamento agli Europei: le scelte del ct azzurro e di Vincenzo Montella.

Italia

L’Italia si prepara per gli Europei 2024 con un’amichevole contro la Turchia, guidata da un altro italiano, Vincenzo Montella.

Il match si disputerà oggi (martedì 4 giugno 2024) alle ore 21:00 allo Stadio Renato Dall’Ara di Bologna e sarà un test importante per il commissario tecnico azzurro Luciano Spalletti, che metterà alla prova la squadra contro un avversario qualificato (anch’egli) per la rassegna in Germania.

La Turchia ha chiuso le qualificazioni al primo posto nel proprio raggruppamento, ottenendo anche una storica vittoria in Croazia: il che ha reso Montella un beniamino nel paese.

Dopo questa amichevole, gli azzurri affronteranno la Bosnia di Edin Dzeko in un’altra partita pre-Europeo, domenica 9 giugno, allo stadio Castellani di Empoli.

Entriamo nel vivo del match andando a scoprire le ultimissime di formazione.

Indice

Italia

Spalletti, Scamacca

Italia in campo col 4-2-3-1, ma senza Barella, affaticato: dentro Cristante con Jorginho.

Come annunciato alla vigilia da Spalletti, in porta giocherà Vicario e non Donnarumma, mentre in attacco toccherà a Retegui, con Scamacca pronto a subentrare nel secondo tempo.

Titolare anche Orsolini sulla trequarti, mentre sarà Mancini il partner di Bastoni in difesa. Chiesa e Pellegrini guide azzurre.

Turchia

Juventus

Montella non ha più a disposizione Enes Unal e Soyuncu, entrambi costretti a saltare gli Europei per infortunio, ma può contare sull’aiuto di tanti “italiani”: Calhanoglu in primis, ma anche Celik e Yildiz. In panchina il gioiellino del Real Madrid Arda Guler, così come non dovrebbe giocare dall’inizio Demiral.

Le probabili formazioni

ITALIA (4-2-3-1): Vicario; Di Lorenzo, Mancini, Bastoni, Dimarco; Cristante, Jorginho; Orsolini, Pellegrini, Chiesa; Retegui. 

TURCHIA (4-2-3-1): Cakir; Celik, Demiral, Kabak, Ozkacar; Kokcu, Calhanoglu; Akturkoglu, Yazici, Yildiz; Yilmaz.

 

Nazionale

Verso Italia – Croazia: i diffidati degli Azzurri

Pubblicato

il

Italia, Spalletti

Mancano poco più di 48 ore alla decisiva sfida del gruppo B tra l’Italia di Luciano Spalletti e la Croazia. Lunedì si giocherà il passaggio agli ottavi.

Dopo la brutta sconfitta contro la Spagna di De La Fuente, l’Italia del c.t. Spalletti non può sbagliare l’appuntamento di lunedì contro la Croazia. Nonostante il brutto inizio, la formazione di Dalic ha sempre detto la sua nelle competizioni europee e mondiali negli ultimi anni e cercherà di invertire questo opaco start proprio contro la Nazionale Italiana.

Dopo tutti i calcoli per poter vedere gli Azzurri approdare alla fase ad eliminazione diretta di Euro2024, Spalletti ragiona anche su i quattro giocatori entrati in diffida e quindi a rischio squalifica in caso di passaggio agli ottavi di finale.

Italia, Donnarumma

IL CAPITANO DELL’ITALIA GIANLUIGI DONNARUMMA ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Euro2024, il regolamento sui cartellini

Per Euro2024 il regolamento sui cartellini estratti è il seguente:

  • Al primo giallo scatta la diffida, mentre al secondo arriva lo stop per una giornata
  • La diffida rimane fino agli ottavi compresi, dai quarti invece si azzerano

Italia, i giocatori in diffida

Per quanto riguarda gli Azzurri sono ben 4 i calciatori a rischio squalifica. Si parte con capitano Donnarumma, ammonito durante il match contro la Spagna. Contro le Furie Rosse anche un altro giocatore è stato ammonito: Bryan Cristante (dopo appena 20 secondi dal suo ingresso in campo).

Contro l’Albania, all’esordio ad Euro2024, sono stati sanzionati con l’ammonizione Riccardo Calafiori e Lorenzo Pellegrini. Perciò, in caso di ammonizione, questi giocatori salterebbero l’eventuale ottavo di finale.

Continua a leggere

Nazionale

Italia, Darmian: “Siamo un pò delusi. Contro la Croazia non giocheremo per il pari”

Pubblicato

il

Darmian

Il difensore dell’Inter e della Nazionale Italiana, Matteo Darmian, ha parlato in conferenza stampa a due giorni dalla sfida decisiva contro la Croazia.

Matteo Darmian, difensore della Nazionale Italiana e dell’Inter, è intervenuto da Casa Azzurri in conferenza stampa a due giorni dall’importante sfida contro la Croazia, ultima gara decisiva per approdare alla fase finale di Euro2024.

L’ex Manchester United ha collezionato solamente 7 minuti nelle prime due gare degli azzurri ma contro Modric e compagni dovrebbe prendere il posto di Giovanni Di Lorenzo, in difficoltà più totale contro la Spagna, sulla fascia destra. Appuntamento a lunedì 24 giugno alle ore 21:00.

Inter Darmian

Italia, le parole di Darmian

L’altra sera il CT a caldo ha detto che contro la Spagna avete accusato anche un problema di condizione. E’ vero? Cosa vi ha detto ieri

“In questi giorni stiamo analizzando quanto fatto nella partita scorsa per non ripetere gli errori commessi e per preparare la gara contro la Croazia nel migliore dei modi. Per quanto riguarda la condizione fisica posso dire che stiamo bene e ci prepareremo a questa gara con la giusta voglia e determinazione”.

La Croazia è diversa dalla Spagna, non hanno la stessa intensità. Questo può essere un vantaggio per aggredirli?

“Noi cercheremo di fare la nostra partita, di mettere in campo le nostre qualità. L’avversario di lunedì è molto forte e ha esperienza, hanno giocatori di qualità e sono molto forti. Bisognerà stare attenti, però allo stesso tempo servirà fare la nostra partita con le nostre armi, sono sicuro che potremo metterli in difficoltà”.

Che aria c’era nello spogliatoio dopo la gara contro la Spagna?

“E’ normale che dopo una sconfitta ci sia sempre un po’ di delusione, di rammarico. Volevamo fare meglio, ma avevamo contro una squadra molto forte che ci ha messo in difficoltà. Dalle sconfitte si può imparare molto, dovremo essere bravi a non ripetere gli stessi errori e andare in campo con la giusta voglia e determinazione”.

Può essere penalizzante per te avere un blocco Inter, ma con giocatori che non giocano nello stesso ruolo?

“Non credo sia un problema, tutti i miei compagni credo abbiano qualità importanti. Non conta tanto il modulo, conta ciò che chiede il mister e cerchiamo di trasferirlo in campo mettendo dentro tutto ciò che ci viene chiesto da parte sua”.

Dal punto di vista emotivo cosa vi ha tolto questa sfida contro la Spagna?

“Credo ci voglia sempre un po’ di equilibrio, dopo una vittoria non bisogna comunque esaltarsi troppo così come dopo una sconfitta non è tutto da buttare. Dobbiamo essere più equilibrati, dobbiamo imparare dagli errori e trasferire in campo la delusione per giocare al meglio contro la Croazia”.

Cosa vi ha detto Spalletti nel suo discorso? Che Nazionale vi sentite?

“Il mister ci ha trasmesso e detto ciò che pensava, è stata una sconfitta arrivata dopo una gara non giocata come volevamo ma dobbiamo anche essere consapevoli della nostra forza e dimostrarla già dalla partita contro la Croazia. Altre nazionali possono avere qualità individuali maggiori delle nostre, ma noi a livello di gruppo abbiamo valori importanti e lo vogliamo dimostrare”.

Ha l’impressione che l’infortunio di Acerbi possa averla penalizzata visto che in difesa è venuto meno il blocco Inter?

“No, perché le scelte spettano al mister e noi siamo a disposizione, cerchiamo sempre di fare del nostro meglio. E’ normale che un giocatore come Francesco, per le qualità che ha, possa far comodo. Ma ci sono altrettanti ragazzi bravi pronti a sostituirlo e a dimostrare di poterci stare in questa Nazionale”.

Il fatto di poter anche pareggiare quanto può essere pericoloso? Quanto parlate di possibili incroci agli ottavi in ritiro?

“Questi discorsi non si stanno ancora facendo in questo gruppo, è presto. E’ sbagliato pensare di avere due risultati su tre a disposizione, scenderemo in campo solo per la vittoria”.

Pensa di poter giocare contro la Croazia?

“Sono scelte che spettano al mister, le scelte che farà saranno per il bene della squadra e della nostra Nazionale. Io come ho sempre fatto sono a disposizione e se verrò chiamato in causa cercherò di dare il mio contributo per avanzare in questo Europeo”.

La Croazia in questi cinque giorni si sta caricando per non uscire dall’Europeo. A voi contro la Spagna è mancata un po’ di questa ferocia?

“La loro voglia, la loro rabbia deve essere anche la nostra. Dovremo avere il giusto atteggiamento, la giusta voglia e determinazione per metterli in difficoltà. Abbiamo le carte in regola per farlo e vogliamo andare avanti a tutti i costi”.

Continua a leggere

Nazionale

Euro2024, l’Italia si qualifica se: tutte le combinazioni possibili

Pubblicato

il

Italia

Dopo la sconfitta contro la Spagna si complica il cammino dell’Italia ad Euro2024. Ecco tutte le possibili combinazioni per approdare alla fase finale.

L’Italia di Luciano Spalletti nella seconda gara di Euro2024 ha trovato una pesante sconfitta contro la Spagna di De La Fuente. Nonostante gli azzurri abbiano perso solamente per 1-0 (autogoal di Calafiori) le Furie Rosse sono state padrone incontrastate sul campo.

Adesso con una vittoria e una sconfitta, la Nazionale Italiana per qualificarsi alla fase ad eliminazione diretta ha il futuro nelle sue mani.

Italia

L’URLO DI JORGINHO ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

L’Italia si qualifica se…

  • Batte la Croazia

In caso di vittoria contro Modric e compagni nell’ultimo match gli Azzurri sarebbero certi di passare alla fase ad eliminazione come secondi. In quel caso sfiderebbe la seconda classifica del girone A (quasi sicuramente la Svizzera).

  • Pareggio con la Croazia

Anche in caso di pareggio contro la Croazia, la nazionale di Spalletti passerebbe agli ottavi come seconda. Ininfluente in questo caso la possibile vittoria dell’Albania contro la Spagna, visto che lo scontro diretto ha visto trionfare gli Azzurri.

  • Sconfitta contro la Croazia

In caso di sconfitta contro la formazione croata si dovrebbe sperare in una non vittoria dell’Albania contro la Spagna

  • Albania non batte la Spagna. L’Italia chiuderebbe al terzo posto e a quel punto bisognerà vedere la situazione delle altre terze classificate degli altri gironi, tenendo conto della differenza reti. Con soli tre punti la qualificazione sarebbe a rischio.
  • Albania batte la Spagna. L’Italia, con la vittoria della formazione di Sylvinho, chiuderebbe al quarto posto e sarebbero perciò eliminati.
Continua a leggere

Ultime Notizie

Inter, Inzaghi Inter, Inzaghi
Calciomercato5 minuti fa

Inter, occhi su un giocatore neo-promosso

Visualizzazioni: 2 L’Inter fa sul serio per un giocatore giovane che è legato a una squadra che è stata recentemente...

Calciomercato6 minuti fa

Fiorentina: i giovani della rosa già pronti sono incedibili

I movimenti della Fiorentina prevedono la conferma dei giovani già pronti e la valutazione, da parte di Palladino, di quelli...

Francia, Mbappé Francia, Mbappé
Europei20 minuti fa

PSG: Mbappè chiede gli arretrati

Visualizzazioni: 66 Mbappè ha notificato al club parigino la richiesta di alcuni presunti stipendi e bonus non percepiti nell’ultima stagione...

Calciomercato25 minuti fa

Milan, può sfumare Emerson Royal: clamorosa apertura per Dumfries

Visualizzazioni: 298 Milan, le recenti vicende giudiziarie hanno di fatto allontanato il terzino destro del Tottenham è aperto la strada...

Juventus, Cristiano Giuntoli Juventus, Cristiano Giuntoli
Calciomercato34 minuti fa

Juventus, corteggiatrici d’eccezione per un centrocampista

Visualizzazioni: 146 Juventus, tra i giocatori che sono sul mercato ce n’è uno che ha attirato l’attenzione di due club...

Serie B44 minuti fa

Panchina Catanzaro, brusca frenata per Aquilani: Zaffaroni in corsia di sorpasso

Visualizzazioni: 88 Panchina Catanzaro, i giallorossi devono ancora chiudere per l’allenatore. Alberto Aquilani può saltare, con un nome nuovo che...

Calciomercato1 ora fa

Calciomercato Spezia, due candidati per la fascia mancina: i dettagli

Visualizzazioni: 97 Calciomercato Spezia, urgono rinforzi sulla fascia sinistra, considerati i molti addii in vista. Si lavora su due profili...

Calciomercato2 ore fa

Calciomercato Palermo, Pigliacelli con le valigie in mano: per il sostituto si guarda in casa Catanzaro

Visualizzazioni: 122 Calciomercato Palermo, i siciliani vogliono arrivare a un portiere, vista la non sicura permanenza di Mirko Pigliacelli. Spunta...

Calciomercato2 ore fa

Milan, Terracciano potrebbe lasciare: piace a un club di Serie A

Visualizzazioni: 342 Milan, è arrivato durante la scorsa sessione di mercato, ma potrebbe già lasciare gli ambienti rossoneri. Vediamo qui...

Serie A, Gravina Serie A, Gravina
Notizie13 ore fa

Gravina: “Spalletti il migliore ‘sul mercato’. Ecco cosa manca all’Italia…”

Visualizzazioni: 208 Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, ha recentemente parlato di alcune tematiche legate alla Nazionale e al suo...

Le Squadre

le più cliccate