Home » Serie A » Calciomercato Sampdoria, scatta l’obbligo di riscatto per Sabiri
Serie A

Calciomercato Sampdoria, scatta l’obbligo di riscatto per Sabiri

La Sampdoria è riuscita a raggiungere l’obiettivo minimo di stagione, la salvezza. Uno degli elementi di spicco è stato Sabiri, che ora è stato riscattato.

La Sampdoria può tirare un sospiro di sollievo. La salvezza, che per ampi tratti del campionato è stata tutt’altro che scontata, è matematica.

I blucerchiati adesso devono guardare al futuro, trovare dei punti fermi da cui ripartire per non commettere gli stessi errori di questa stagione.

Una delle figure più di spicco tra le fila di mister Gianpaolo è senz’altro Abdelhamid Sabiri, calciatore classe ’96, marocchino naturalizzato tedesco.

Sabiri arriva a Genova in prestito dall’Ascoli agli sgoccioli della finestra di calciomercato invernale.

Esordisce in Serie A il 13 Febbraio contro il Milan, solamente un mese dopo realizza la sua prima rete nella massima serie in occasione della sconfitta casalinga contro la Juventus.

Poi, solamente poche settimane fa, il goal decisivo in un Derby della Lanterna che ha deciso le sorti della Sampdoria, e in parte anche del Genoa.

E adesso, con le porte della stagione pronte a chiudersi in vista di una nuova che incomincerà ad Agosto, la Samp può contare su Sabiri.

Sampdoria, Sabiri è ufficialmente blucerchiato: le sue parole

Infatti le condizioni che si sarebbero dovute verificare ai fini dell’obbligo di riscatto del tedesco sono state realizzate, e Sabiri è ufficialmente un calciatore della Sampdoria.

Il venticinquenne ha effettuato le dieci presenze con almeno 10 minuti giocati ad apparizione, oltre ad aver realizzato l’obiettivo salvezza. Questi i parametri che rendono obbligatorio il riscatto e portano 3 milioni di euro complessivi nelle casse dell’Ascoli.

Le parole del trequartista -all’occorrenza ala- blucerchiato a “Il Secolo XIX“: <<Ora sono un giocatore della Samp e sono felice. Quando sono arrivato ho detto che volevo diventare importante per la Samp. Ora l’obiettivo è diventarlo ancora di più. E la Samp non dovrà più lottare per la salvezza: ha ragione il mister quando dice che 36 punti sono pochi per un club così >>

E sul rapporto con il tecnico: <<e ho giocato bene, molto del merito è suo: mi ha aiutato, non era facile abituarmi alla Serie A e so che devo crescere ancora tanto per starci>>.

Sampdoria

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO: https://www.calciostyle.it/calciomercato/news-milan-castillejo-sampdoria

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Serie A