Home » Notizie » Milan, la decisione di Maldini per l’attacco: due le ipotesi
Notizie

Milan, la decisione di Maldini per l’attacco: due le ipotesi

Milan, un reparto “attenzionato” è senza dubbio quello offensivo. Andremo a vedere in questo articolo le due ipotesi sul tavolo della dirigenza.

Il Milan guarda attentamente verso la difesa per puntellarla al meglio, alla trequarti per offrire soluzioni nuove al tecnico Stefano Pioli, ma non si socrda certo del reparto offensivo.

Attente valutazioni sono in corso per capire come affrontare al meglio una stagione, la prossima, con obiettivi sfidanti. La famosa asticella verrà nuovamente alzata di uno step.

Obiettivo minimo sarà infatti lo scudetto, secondariamente si dovrà fare meglio rispetto alla passata stagione in Champions League. Un club ambizioso e dal progetto solido non può essere scevro da ambizioni di questo tipo. E se ti chiami Milan…viene quasi scontato.

Milan, colloquio con Ibrahimovic

Il 25 maggio Ibrahimovic è stato operato al ginocchio per risolvere in via definitiva l’instabilità dell’articolazione attraverso la ricostruzione del legamento crociato anteriore con rinforzo laterale e riparazione meniscale. Un intervento che richiedrà 7-8 mesi di riabilitazione, di certo una sfida non semplice, ma che lo svedese vorrà affrontare per essere disponibile nel mese di gennaio. Questo, perlomeno, è il suo obiettivo.

A quasi un mese dall’operazione è previsto un incontro tra Paolo Maldini, Ibrahimovic e lo staff medico al fine di capire quali e quante siano le possibilità di vedere una ripresa completa già ad inizio prossimo anno e soprattutto quali accorgimenti verranno presi affinchè questo possa avvenire nei tempi.

Il Milan di certo non potrà permettersi di affrontare un intero campionato senza la certezza, già adesso, di potere contare su un attaccante. I soli Origi e Giroud potrebbero infatti non bastare. Un infortunio ad uno di essi metterebbe a dura prova l’intero reparto offensivo considerato che Ante Rebic ha sempre dimostrato di non essere avvezzo a giocare da prima punta.

Il colloquio suddetto entro fine giugno sarà determinante per il mercato che aprirà i battenti al primo luglio. Se i rossoneri non saranno soddisfatti dalle risposte ricevute, andranno a pescare sul mercato un attaccante giovane (Scamacca?) per sopperire la mancanza del classe 1981. Diversamente, la dirigenza si riterrà soddisfatta in questa maniera senza acquistare nessuno.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Milan, Noa Lang in grande spolvero: che gol contro il Galles!

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie