Home » Notizie » Milan, closing ad un passo ma l’affare si ingrossa: Mubadala fa sognare i tifosi
Notizie

Milan, closing ad un passo ma l’affare si ingrossa: Mubadala fa sognare i tifosi

Milan, il closing si avvicina, ma come detto nel titolo, l’affare si ingrossa. Andremo a vedere qui di seguito quali importanti novità sarebbero emerse in queste ultime ore grazie grazie ad approfondite indagini effettuate. 

Il closing si avvicina. Il passaggio di testimone tra il Fondo Elliott ed il Fondo Investcorp potrebbe accadere da qui ai prossimi giorni. Avevamo scritto di una chiusura al 29 aprile, possiamo confermarlo in quanto le operazioni di due diligence si sono concluse con esito del tutto positivo. Nulla osta quindi al passaggio delle quote con un esborso economico di 1,1 milioni di euro.

Il fondo arabo InvestCorp ha sede in Bahrain da ormai 40 ed è stato fondato dal magnate Nemir Kirdar, morto nel 2020 all’età di 83 anni. La società si occupa di gestione di prodotti di investimento alternativi come credit, real estate, private equity, partecipazioni ed infrastrutture. Importante l’impatto ambientale perseguito dalla InvestCorp (ESG) che la sta portando a conseguire gli obiettivi prefissati ed essere quindi leader presente in ben 13 Paesi.

Gli asset ammontano, come da bilancio 2021, a 40,4 miliardi di dollari con un impiego a livello globale di 460 persone. La società non è di certo nuova ad investimenti in Italia, solo nel 2021 ha investito infatti ben 74 milioni di euro per acquisire la sede di Kering, multinazionale proprietaria di Gucci ed Yves Saint Laurent. A Roma invece ha acquistato un intero complesso ad uso uffici, ospitano infatti l’agenzia delle Nazioni Unite. Ma non vi fermiamo qui, e le novità, quelle vere, arrivano adesso.

Milan, il closing ed il ruolo del Fondo Mubadala

Le gorsse novità arrivano adesso. Un ruolo primario nell’acquisizione dell’AC Milan lo avrà il Mubadala. Il fondo sovrano degli Emirati Arabi detiene infatti un 20% di Investcorp oltre ad un ingentissimo patrimonio di 250 miliardi di dollari. Ma perchè quindi Mubadala non interviene direttamente nell’acquisizione del club di Via Aldo Rossi? Perchè non può. Tutta una questione di conflitto di interessi essendo infatti già nel board del Manchester City.

Ai vertici di Mubadala troviamo infatti Khaldoon Khalifa Al Mubarak, presidente del facoltoso club inglese ieri vittorioso in Champions League contro il Real Madrid. Un altro forte investitore di Investcorp è il famoso Fondo Pif, Public Investment Fund, proprietario del Newcastle. Insomma, la questione non risulta ancora chiara al 100%, ma nei prossimi giorni sapremi sicuramente aggiornarvi con notizie certe. Fatto sta che il closing è vicino e si prospetta un futuro di tutto rispetto per il Milan, in piena continuità con quanto fatto da Elliott.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato Milan, coup de theatre di Wanda Nara: con la regia di Raiola può saltare il banco

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie