Home » Notizie » Juventus, McKennie e la cura Allegri: da esubero a titolare
Notizie

Juventus, McKennie e la cura Allegri: da esubero a titolare

La Juventus, grazie al 6-1 rifilato al Frosinone, vola in semifinale di Coppa Italia. Tra i protagonisti del periodo positivo dei bianconeri c’è anche McKennie

Indice

Juventus in semifinale di Coppa Italia

Il protagonista indiscusso del match di ieri sera è sicuramente Milik, autore di una tripletta, insieme al giovane Yildiz, ormai sempre più inserito nei meccanismi bianconeri. Da non sottovalutare, però, l’impatto di McKennie sulla partita e su tutta la stagione della Juventus, sebbene in estate non godesse dei favori del pronostico.

McKennie tra i migliori in campo

Se Milik non avesse segnato tre gol, il premio di migliore in campo sarebbe toccato sicuramente al centrocampista americano, che ha servito due assist. Un giocatore che oggi sta sorprendendo tutti, considerando che al suo ritorno a Torino, in estate, era tra gli esuberi più eclatanti della rosa di Allegri.

Allegri juventus

Allegri presenta Juventus-Frosinone, valida per i Quarti di Finale di Coppa Italia

Un altro recupero, dopo Rugani

Anche Rugani, proprio come McKennie, era ormai relegato al ruolo di riserva nelle gerarchie bianconere. Eppure entrambi i giocatori, a oggi, possono considerarsi senza alcun dubbio tra le risorse più importanti dello scacchiere di mister Allegri. L’allenatore livornese ha il merito di saper valorizzare i suoi giocatori e di saperli impiegare al momento giusto trasformandoli in pedine quasi indispensabili. Quindi, con Pogba e Fagioli fermi ai box per ragioni extra calcistiche, oggi il texano è un prezioso punto di riferimento, capace di ricoprire anche il ruolo di esterno e dimostrarsi una delle chiavi del centrocampo.

LEGGI ANCHE:  Milan, il Diavolo si lecca le ferite, ma resta sempre in piedi

 

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie