Oggi pomeriggio alle ore 18, a Bucarest, ci sarà il sorteggio di Euro 2020. Appuntamento che l’Italia aspetta con grande interesse e visto il modo strabiliante di come  gli azzurri si sono qualificati, può essere considerata una delle squadre favorite, quantomeno per i numeri alla mano del girone di qualificazione.

Le 10 vittorie in altrettante partite delle qualificazioni si dovranno in qualche modo dimenticare. La Nazionale di Roberto Mancini si trova in prima fascia, e già questa è una bella notizia rispetto al recente passato.

Prima fascia, sorteggio facile? Non proprio. Su tutte le avversarie, infatti, ci sono due assolute mine vaganti in seconda e terza fascia: rispettivamente stiamo parlando della Francia e del Portogallo, detentore del trofeo e anche vincitore della prima Nations League. La squadra di Cristiano Ronaldo ci sa fare, eccome, nei tornei brevi, dove serve dare tutto e subito in partite secche. Stesso discorso per la Francia, che ovviamente ha vinto l’ultimo Mondiale ed è di diritto inserita come una delle favorite assolute per l’Europeo 2020.

L’Italia è già sicura di far parte del Gruppo A.

GIRONE A:

Prima fascia: Italia

Seconda fascia: Francia/Polonia/Svizzera/Croazia

Terza fascia: Portogallo/Turchia/Austria/Svezia/Repubblica Ceca

Quarta fascia: Finlandia/Galles

Fasce sorteggio Euro 2020

Per la prima volta in una competizione internazionale, le fasce del sorteggio sono determinate da quello che è stato il rendimento delle nazionali durante le qualificazioni e non in base al ranking FIFA o UEFA.

I criteri utilizzati nello specifico sono:

posizione finale del girone
punti
differenza reti
goal segnati
goal segnati fuori casa
numero di vittorie
numero di vittorie in trasferta
minor numero di punti per sanzioni disciplinari (3 punti per espulsione o doppia ammonizione, 1 punto per ammonizione per giocatore in una singola partita)
posizione nella classifica generale della UEFA Nations League.

L’Italia è stata la seconda miglior squadra delle qualificazioni dopo il Belgio e per questo motivo è stata inserita in prima fascia.

Prima fascia: Belgio, Italia, Inghilterra, Germania, Spagna, Ucraina

Seconda fascia: Francia, Polonia, Svizzera, Croazia, Olanda, Russia

Terza fascia: Portogallo, Turchia, Danimarca, Austria, Svezia, Repubblica Ceca

Quarta fascia: Galles, Finlandia, Vincitrice playoff Lega A, Vincintrice playoff Lega B, Vincitrice playoff Lega C, Vincitrice playoff Lega D

Il sorteggio come funziona:

Le nazionali organizzatrici qualificate sono state già assegnate al girone che le vedrà impegnate in casa. Dunque Italia nel Gruppo A, Danimarca e Russia nel Gruppo B, Olanda nel Gruppo C, Inghilterra nel Gruppo D, Spagna nel Gruppo E e Germania nel Gruppo F.

L’Ucraina è stata già inserita nel Gruppo C perché non può essere sorteggiata con la Russia o con le altre nazionali organizzatrici di prima fascia. Di conseguenza il Belgio è stato assegnato al Gruppo B.

Le quattro squadre che si qualificheranno tramite i playoff in programma a marzo saranno inserite tutte in quarta fascia. Tra queste ci sono anche IrlandaUngheria, Scozia Romania, che essendo paesi ospitanti verrano automaticamente assegnate al girone che le vedrà impegnate in casa qualora dovessero qualificarsi.

Nello specifico, l’Irlanda finirebbe nel Gruppo E con la Spagna, la Scozia nel Gruppo D con l’Inghilterra, la Romania nel Gruppo C con Ucraina e Olanda, l’Ungheria nel Gruppo F con la Germania. Qualora una o più nazionali organizzatrici non si dovessero qualificare, il loro posto nel rispettivo girone verrà preso dalla vincitrice della lega playoff alla quale hanno preso parte.

Le regole

Ogni girone sarà composto da quattro squadre (con una o massimo due nazionali ospitanti) provenienti da ognuna delle quattro fasce.

Di seguito alcune restrizioni:

La vincitrice del playoff di Lega D o A sarà inserita nel Gruppo C in quarta fascia

La vincitrice del playoff di Lega C sarà inserita nel Gruppo D in quarta fascia

La vincitrice del playoff di Lega B sarà inserita nel Gruppo E in quarta fascia

La vincitrice del playoff di Lega A o D sarà inserita nel Gruppo F in quarta fascia

Per il resto il sorteggio sarà praticamente integrale. Francia e Portogallo (inserite in seconda e terza fascia) non sono tra le nazionali organizzatrici e potrebbero per esempio finire entrambe nel girone dell’Italia, che oltre ad essere testa di serie è anche paese ospitante.

I possibili gironi

GIRONE A (città ospitanti: Roma, Baku)

  • Italia
  • Francia/Polonia/Svizzera/Croazia
  • Portogallo/Turchia/Austria/Svezia/Repubblica Ceca
  • Finlandia/Galles

GIRONE B (San Pietroburgo, Copenhagen)

  • Belgio
  • Russia
  • Danimarca
  • Finlandia/Galles

GIRONE C (Amsterdam, Bucarest)

  • Ucraina
  • Olanda
  • Portogallo/Turchia/Austria/Svezia/Repubblica Ceca
  • Vincente playoff Lega A o D

GIRONE D (Londra, Glasgow)

  • Inghilterra
  • Francia/Polonia/Svizzera/Croazia
  • Portogallo/Turchia/Austria/Svezia/Repubblica Ceca
  • Vincente playoff Lega C

GIRONE E (Bilbao, Dublino)

  • Spagna
  • Francia/Polonia/Svizzera/Croazia
  • Portogallo/Turchia/Austria/Svezia/Repubblica Ceca
  • Vincente playoff Lega B

GIRONE F (Monaco, Budapest)

    • Germania
    • Francia/Polonia/Svizzera/Croazia
    • Portogallo/Turchia/Austria/Svezia/Repubblica Ceca
    • Vincente playoff Lega A o D

Come funziona la fase finale

Il torneo inizia il 12 giugno alle 21:00 (CET) a Roma. La fase a gironi, con un massimo di quattro partite al giorno, si svolge fino al 24 giugno. Le prime due classificate di ogni girone e le quattro migliori seconde accedono agli ottavi, quindi si procede a eliminazione diretta. Lo stadio di Wembley ospita le semifinali e la finale.