I nostri Social

MLS

Born in the MLS – Viaggio nel campionato d’oltreoceano #25

Pubblicato

il

Born in the MLS

25° appuntamento con Born in the MLS – viaggio nel campionato d’oltreoceano, la rubrica settimanale di Calciostyle sulla MLS. Ecco il punto sul 25° weekend.

In un paese dove il calcio non la fa da padrone, c’è una competizione che unisce tutti gli stati da Est a Ovest. La Major League Soccer non è, come molti credono, la pensione del calcio europeo; bensì è una festa, un momento di aggregazione, il modo di vivere lo sport in maniera genuina gustandosi allo stesso tempo un grande spettacolo.

Il gioco importato dall’Europa sta spopolando e oggi più che mai sta toccando il suo picco di popolarità. Tante star e talenti emergenti sono pronti a scendere in campo. This is MLS.

Indice

DEBACLE MIAMI! CINCINNATI NE FA 6 E SI PRENDE LA VETTA. MANITA PER ORLANDO E RSL, POKER DI COLUMBUS CHE AFFOSSA TORONTO. RISORGONO GLI EARTHQUAKES.

CF Montreal – Vancouver Whitecaps 1-1 (29′ White, 79′ Cóccaro)

montreal MLS

In Canada va in scena il super derby fra due squadre dal rendimento molto diverso. I padroni di casa faticano a trovare continuità e al momento si trovano fuori dai playoff. Gli Whitecaps hanno perso solo 2 delle ultime 5 partite e puntano a consolidare la posizione.

Partita equilibrata fino a poco prima della mezzora quando da una rimessa dal fondo gli attaccanti di Vancouver costruisono l’azione che porta Gauld in posizione perfetta per crossare basso sul primo palo, dove White gira con l’esterno il pallone del vantaggio.

Montreal reagisce in maniera veemente e cerca in tutti i modi di colpire la difesa degli ospiti attraverso diverse incursioni di VilsaintIbrahim Josef Martìnez.

Il primo tempo tuttavia volge al termine con gli Whitecaps in vantaggio. Nella ripresa continua l’assalto dei padroni di casa alla ricerca del pari, le occasioni create però non risultano abbastanza decisive.

Il punteggio regge fino al 79′ quando una sgroppata sulla destra di Ruan culmina con un cross che giunge perfettamente sulla testa di Coccaro che, complice la deviazione di Takaoka, colpisce la traversa e si insacca in rete.

Un pareggio che va stretto agli ospiti e sa di rimpianti per Montreal.

Cincinnati – Inter Miami 6-1 (10′, 57′ Kubo, 21′ Kryvtsov, 36′ Acosta, 38′ Bucha, 45’+4 Asad, 72′ Valenzuela)

cincinnati

L’attesa è finita, finalmente si alza il sipario sul match più atteso di questa MLS con le prime due della Eastern Conference che sono pronte a darsi battaglia per conquistare la prima posizione in solitaria.

Gli ospiti orfani di Messi Suàrez a causa della Copa America vanno subito in difficoltà e incassano il primo gol da Kubo che rifinisce la ripartenza guidata da Orellano.

In un primo momento c’è la reazione degli ospiti con Kryvtsov che pareggia i conti incornando il pallone da calcio d’angolo.

Tuttavia, la gioia dura poco perché ci pensa il solito Acosta a riportare in vantaggio Cincinnati con un’azione personale fatta di finte e dribbling che ubriacano la difesa, culminando col sinistro all’angolino.

Poco prima dell’intervallo arriva anche il tris con Bucha che mette in atto uno schema dalla bandierina e si coordina al volo dal limite dell’area trovando l’angolino giusto, niente da fare per Callender.

Nel recupero c’è spazio anche per il poker con Asad che riceve in area uno splendido lancio di Acosta e aggira il numero uno dei Miami, appoggiando a porta sguarnita.

Nella ripresa Cincinnati non si ferma e cala la manita ancora con Kubo che raccoglie al centro dell’area l’assist di Orellano, autore di una grande azione sulla fascia di destra.

Il sesto gol è frutto di grande affiatamento e collaborazione tra AcostaAsad Valenzuela che riceve in area un po’ defilato sulla sinistra ma riesce ugualmente a calciare, trovando la papera di Callender che si lascia passare il pallone sotto le gambe.

Disastro assoluto dell’Inter Miami che nello scontro diretto per la vetta della Eastern Conference cade rovinosamente regalando di fatto il primato ai rivali, che hanno ancora una partita da recuperare.

Columbus Crew – Toronto FC 4-0 (15′ Cucho, 52′ Ramírez, 81′ Farsi, 85′ Rossi)

columbus crew

I campioni in carica della MLS si sono resi protagonisti di una rimonta senza precedenti che vale il momentaneo terzo posto nella Eastern. L’avversario di giornata è Toronto che non vince da 8 partite (ultimo successo il 19 maggio).

Crew la sbloccano al quarto d’ora con il solito Cucho che impatta alla perfezione di testa il corner di Rossi.

Padroni di casa che trovano il raddoppio a inizio ripresa con il 9 stavolta nelle vesti di assist man bravo a servire al centro dell’area Ramìrez, che ha il tempo di girarsi e infilare ancora Johnson.

A 10′ dalla fine Columbus cala anche il tris con Cucho che da il via all’azione, Ramìrez crossa sul secondo palo dove Rossi fa da torre al centro per Farsi che solo in area piccola batte ancora il portiere di Toronto.

Nel finale c’è spazio anche per il poker con Rossi che riesce a sfruttare un brutto errore della difesa ospite e con l’esterno volante, a seguito di un’alzata a campanile, fa 4-0.

Toronto mai in partita colleziona la sesta sconfitta consecutiva. Per Columbus invece i 3 punti consentono di avvicinare l’Inter Miami.

Orlando City – D.C. United 5-0 (19′ Ojeda, 23′ Jansson, 42′ Angulo, 74′ Torres, 85′ Enrique)

Orlando City

Orlando la posta in gioco è alta per i padroni di casa che contro il fanalino di coda DC United vogliono conquistare i 3 punti per tornare in zona playoffBenteke e compagni vogliono smuovere il fondo della classifica.

I padroni di casa sbloccano il match al 19′ con Ojeda che scaraventa il pallone nella porta vuota su assist di Thorhallsson, autore di un’ incursione dalla destra.

Pochissimi minuti dopo ci pensa Jansson di testa a raddoppiare per Orlando. Il n°22 impatta alla perfezione il cross dalla trequarti di Cartagena.

Qualche minuto prima dell’intervallo la squadra di casa cala il tris con Angulo che insacca a porta vuota al termine di una triangolazione con Ojeda che vede coinvolto anche il portiere del DC, nel tentativo di anticipare il n°11 senza però riuscirci.

Nella seconda parte della ripresa Orlando City cala anche il poker con la spaccata di Torres, servito sul secondo palo al termine di un contropiede rifinito da McGuire.

La manita arriva grazie a Enrique che gira in porta il corner di Freeman spizzato da Lodeiro.

Vittoria importante per i lions che tornano tra le prime 6 e scavalcano momentaneamente Nashville Toronto. Notte fonda invece per il DC.

Philadelphia Union – New York Red Bulls 0-0

philadelphia union

Discorso analogo a quello per il DC va fatto anche per gli Union che si trovano sorprendentemente in fondo alla Eastern MLS e la vittoria manca da 8 gare con ben 5 sconfitte consecutive. I Red Bulls proveranno ad approfittare di questo momento per tenere il passo dei cugini e di Columbus.

Poche emozioni durante la prima frazione con gli Union che fanno la partita ma l’imprecisione regna sovrana e da nessuna delle due parti c’è l’occasione giusta.

Nella ripresa gli ospiti vanno vicino al goal in paio di occasioni ma Rick alza la saracinesca e impedisce ai suoi di andare in svantaggio.

Protagonista del match anche Coronel che dall’altra parte compie un doppio miracolo su Gazdag e mantiene la porta inviolata su un altro paio di occasioni.

Un punto a testa per le due formazioni che serve sicuramente più agli ospiti che approfittano della sconfitta dei cugini per rosicchiare un punto.

Austin – New York City 2-1 (5′ Perea, 45’+7, 69 Zardes)

Austin

In Texas match molto interessante fra i padroni di casa di Austin e il City di New York. Gli ospiti sono più in forma e vogliono conservare la posizione mentre i verdi devono recuperare la forma per tornare in zona playoff.

Gli ospiti passano in vantaggio dopo 5′ grazie al sinistro volante di Perea dal centro dell’area piccola che sfrutta il cross dalla destra di Grey per infilare Stuver.

Il primo tempo viaggia su binari di equilibrio in termini di occasioni con gli estremi difensori protagonisti, ma sull’ultimo pallone del recupero ci pensa Zardes a indirizzare in porta con la testa il cross di Obrian pareggiando i conti.

Nella ripresa grande avvio da parte di New York City che sfiora più volte il nuovo vantaggio ma Stuver risponde presente. Col passare dei minuti cresce sempre di più Austin e a 20′ dalla fine è ancora il momento di Zardes.

Grande lavoro di Woff che si libera di un paio di avversari all’altezza della metà campo, con un filtrante fa partire il n°9 che, sul filo del fuorigioco, si porta sul destro e incrocia alla perfezione colpendo il palo e portando in vantaggio Austin.

Il City continua ad attaccare fino all’ultimo ma la sfortuna e un super Stuver negano il pari alla squadra ospite. I padroni di casa conquistano così una grande vittoria che gli permette di agganciare l’8° posto della Western MLS.

Real Salt Lake – Atlanta United 5-2 (1′ Crooks, 31′ Lobjanidze, 59′ Ojeda, 68′ Arango, 78′ Katranis, 80′ Rìos, 84′ Luna)

Real Salt Lake

Salt Lake City il Real cerca riscatto dopo la sconfitta coi Galaxy e dopo la vittoria contro Houston vuole bissare per tenere il passo di LAFCAtlanta arriva all’impegno ufficialmente orfana di Thiago Almada, passato al Botafogo.

Ci mettono appena 43 secondi a sbloccarla i padroni di casa con Crooks che ha tutto il tempo di colpire indisturbato al centro dell’area su cross basso di Luna.

Alla mezzora gli ospiti pareggiano i conti con Lobjanidze che conclude una splendida azione corale e dal limite calcia col piattone destro, indirizzando il pallone all’angolo lontano.

Nella ripresa torna avanti il Real con Ojeda che conclude in girata un pallone vagante su azione di corner. Poco dopo arriva anche la firma del solito Arango che impatta di testa un calcio di punizione dalla trequarti di Luna e cala il tris.

La squadra di casa trova anche il poker con Katranis che riceve palla al limite dell’area da calcio d’angolo e di prima col sinistro trova l’incrocio dei pali.

Atlanta riapre i giochi all’80 col colpo di testa di Rìos ma nel finale ci pensa Luna a chiudere definitivamente la partita. Il n°8 addomestica in area un cross dalla trequarti e di prima col destro infila per la quinta volta Guzan.

Roboante vittoria del Real Salt Lake che aggancia momentaneamente LAFC in attesa del recupero di quest’ultimi contro Houston.

Seattle Sounders – New England Revolution 2-0 (15′ Morris, 81′ Rusnák)

Seattle Sounders

Dopo un inizio di stagione decisamente negativo, i Revolution si ritrovano al giro di boa a lottare per un posto ai playoff (dista soli 2 punti). L’obiettivo è portare a casa i 3 punti da Seattle dove i Sounders vogliono mantenere il piazzamento che vale l’ultimo posto per l’accesso alla fase successiva.

I padroni di casa passano in vantaggio al quarto d’ora grazie alla velocità di Morris che, imbeccato in profondità, arriva in area e sfonda la porta.

New England reagisce ma non trova il goal del pari anche per merito del portiere avversario. Seattle si affaccia altre volte dalle parti di Ivacic ma l’imprecisione è troppa.

Nella ripresa stesso copione con attacchi da parte di entrambe le formazioni col goal che continua a non arrivare. All’81 recupero alto di Vargas che serve di prima Rusnák, l’11 prende la mira e infila il pallone all’angolino. 2-0 Sounders e partita chiusa.

Vittoria che permette ai padroni di casa di agganciare la 7° posizione in piena zona playoff. I Revolution invece perdono terreno dopo le ultime positive prestazioni.

Houston Dynamo – Los Angeles FC RINVIATA

San Jose Earthquakes – Chicago Fire 1-0 (49′ López)

San Jose Earthquakes

Nella baia di San Francisco si affrontano due squadre in difficoltà, una più dell’altra. Infatti gli Earthquakes hanno raccolto solo 11 punti in 24 partite e si possono considerare definitivamente fuori dai giochi. I Fire vengono da una rocambolesca vittoria contro Philadelphia e vogliono ripetersi.

Il match nel primo tempo vive una fase di stallo che non porta occasioni degne di nota. La ripresa segue tutto un altro copione con gli Eartquakes che la sbloccano subito.

Lancio perfetto a tagliare il campo di Espinoza che pesca in profondità Lòpez, il 23 si presenta solo davanti a Brady e non sbaglia.

Col passare dei minuti è sempre San José a rendersi pericoloso con tante occasioni che però non impensieriscono il portiere avversario. I Fire non riescono a costruire occasioni degne di nota e il VAR annulla il goal del pari per offside.

Gli Earthquakes tornano finalmente alla vittoria, salendo così a 14 puntiChicago che resta a 21.

Sporting Kansas City – Dallas 3-2 (11′, 23′ Agada, 30 AG. Melia, 65′ Musa, 82′ Memo Rodrìguez)

Sporting Kansas City

Kansas City lo Sporting vuole tornare a fare punti e si trova di fronte un Dallas in grande difficoltà. La fragilità delle difese potrebbe regalare una partita con diverse reti.

Il primo goal porta la firma di Agada che svetta più in alto di tutti e trasforma in oro il corner di Memo. Sempre il n°23 firma poco dopo il raddoppio con un colpo di testa facile facile dalla linea di porta, su assist di Vargas dal fondo.

Dallas la riapre alla mezz’ora con un rocambolesco autogol di Melia che devia nella sua porta il tap in di Kamungo.

Nella ripresa continua il pressing degli ospiti alla ricerca del pareggio e dopo qualche occasione a vuoto ci pensa il neo entrato Musa a insaccare da pochi passi il pallone del 2-2 su assist di Arriola.

Lo Sporting però non molla e a 10′ dalla fine riesce a tornare in vantaggio con Memo Rodriguez che si avventa su un pallone vagante al limite dell’area e di prima lo scaraventa in porta per il 3-2.

Torna dunque alla vittoria lo Sporting di Kansas City e avvicina St. Louis anche se le speranze di playoff sono ridotte all’osso. Stesso discorso per Dallas.

Colorado Rapids – St. Louis City 4-1 (6′ Cabral, 12′ Klein, 35′ Bassett, 81′ Lewis, 90′ Yapi)

Colorado Rapids

Rapids stanno dimostrando grande solidità offensiva che sta valendo la 4° posizione nella Western Conference. I 34 punti potrebbero incrementarsi ma per farlo è necessario battere St. Louis City che è tornato alla vittoria nell’ultimo turno ma si trova comunque lontano dall’obiettivo.

Tempo 6 minuti e Colorado passa subito in vantaggio col contropiede di Bassett che serve Cabral tutto solo per l’1-0. Dura poco la gioia dei padroni di casa con St. Louis che pareggia i conti con Klein che si inserisce in area di testa batte Steffen.

10′ dall’intervallo un fuga di Cabral sulla fascia di destra culmina con l’assist per la corrente Bassett che di prima riporta in vantaggio Colorado.

Il tris arriva nella ripresa con Lewis che si inserisce sul secondo palo e sfrutta alla perfezione il cross dalla destra di Harris.

Nel finale c’è spazio anche per il poker con Yapi che riceve palla molto defilato sulla destra ma riesce ugualmente a far passare il pallone sotto le gambe del portiere per il 4-1.

Grande prova per i Rapids che si mantengono a -6 dai Galaxy. Brutta sconfitta per St. Louis che continua a faticare.

Los Angeles Galaxy – Minnesota 2-1 (25′, 90′ Pec, 73′ Pukki)

Minnesota

La cocente sconfitta nel derby di LA ha avuto un grosso impatto sul morale dei Galaxy che contro Minnesota vogliono tornare alla vittoria per tenere il passo dei cugini e del Real Salt Lake.

La prima emozione coincide col vantaggio dei Galaxy con un lancio dalle retrovie che trova Yamane largo a destra, il 2 mette in mezzo di prima dove Pec può comodamente battere Smir.

Minnesota cresce col passare dei minuti ma non riesce a incidere nel modo giusto. Nella ripresa continua l’assalto degli ospiti alla ricerca del pareggio ma la porta rimane stregata.

Al 73′ però ci pensa Pukki con una sgroppata centrale partita da centrocampo a freddare McCarthy con un sinistro preciso dal limite dell’area.

Gli ospiti provano addirittura a vincerla ma il portiere di casa risponde presente. La beffa per Minnesota arriva al 90′ quando Puig inventa e lancia sulla destra per Cueavas che si porta avanti il pallone con un sombrero così da poter servire Pec per il più facile dei tap in.

Vittoria al cardiopalma per i Galaxy che agganciano momentaneamente cugini e Real Salt Lake a quota 43 punti. Entrambe però hann gare da recuperare.

Portland Timbers – Nashville SC 4-1 (18′ Mora, 21′, 24′ Rodrìguez, 29′ Williamson, 82′ Surrdige)

Portland Timbers

Si chiude a Portland la venticinquesima di MLS con i Timbers che hanno saputo uscire dal momento negativo e ora occupano la sesta posizione nella Western Conference. Di fronte si troveranno Nashville che allo stesso modo ha conquistato la settima posizione nell’altro girone.

Padroni di casa subito in vantaggio con la discesa dalla sinistra di Rodriguez che arrivato al limite dell’area tocca per Mora che non sbaglia.

Passa una manciata di minuti ed è subito raddoppio con la discesa stavolta di Williamson dalla destra che mette al centro rasoterra con Mosquera che cicca il pallone ma la sfera diventa buona per il destro a giro di Rodriguez.

Solo 3 minuti più tardi è gia tris per Portland con ancora il 14 protagonista. Aggancia un cross dalla trequarti, si sposta il pallone sul destro e piazza all’angolino il 3-0 dal limite dell’area.

Alla mezz’ora i Timbers calano anche il tris con Williamson che in spaccata corregge il cross basso di Mosquera.

Confusione totale per Nashville che segna il goal della bandiera nel finale che da pochi passi insacca l’assist di Moore.

Bella vittoria di Portland che sale così a 33 punti.

Classifica e prossimo turno MLS

EASTERN CONFERENCE

 ▾ Squadra P V P P G+ G- Punti
1 Cincinnati 22 15 3 4 42 26 48
2 Inter Miami 23 14 5 4 51 37 47
3 Columbus Crew 20 11 6 3 40 18 39
4 New York RB 22 9 9 4 36 27 36
5 New York City 22 11 2 9 33 27 35
6 Charlotte FC 22 9 5 8 24 23 32
7 Orlando City 22 7 6 9 32 36 27
8 Nashville 22 6 8 8 25 31 26
9 Toronto 23 7 3 13 30 43 24
10 Atlanta United 22 6 6 10 31 32 24
11 Montreal Impact 22 5 8 9 31 46 23
12 New England Revolution 20 7 1 12 20 38 22
13 Chicago Fire 22 5 6 11 28 40 21
14 Philadelphia Union 22 4 9 9 36 39 21
15 DC United 23 4 8 11 30 47 20

WESTERN CONFERENCE

 ▾ Squadra P V P P G+ G- Punti
1 Los Angeles FC 21 13 4 4 43 24 43
2 Real Salt Lake 22 12 7 3 48 27 43
3 Los Angeles Galaxy 23 12 7 4 44 30 43
4 Colorado Rapids 23 11 4 8 44 37 37
5 Portland Timbers 23 9 6 8 45 39 33
6 Vancouver Whitecaps 21 9 5 7 34 29 32
7 Seattle Sounders 22 8 7 7 31 26 31
8 Houston Dynamo 21 8 6 7 29 26 30
9 Austin FC 22 8 6 8 25 31 30
10 Minnesota United 22 8 5 9 35 37 29
11 Dallas 22 6 5 11 32 37 23
12 St. Louis City 22 4 10 8 30 39 22
13 Sporting Kansas City 23 5 5 13 37 48 20
14 San Jose Earthquakes 22 4 2 16 30 56 14

PROSSIMO TURNO MLS

Domenica, 14 Luglio 2024
Cincinnati 01:30 Charlotte FC
DC United 01:30 Nashville
Montreal Impact 01:30 Atlanta United
New England Revolution 01:30 Orlando City
Toronto 01:30 Philadelphia Union
Austin FC 02:30 Seattle Sounders
Chicago Fire 02:30 New York City
Dallas 02:30 Los Angeles Galaxy
Houston Dynamo 02:30 Minnesota United
St. Louis City 02:30 Vancouver Whitecaps
Colorado Rapids 03:30 New York RB
Los Angeles FC 04:30 Columbus Crew
Portland Timbers 04:30 Real Salt Lake
San Jose Earthquakes 04:30 Sporting Kansas City

MLS

Born in the MLS – Viaggio nel campionato d’oltreoceano #26

Pubblicato

il

Born in the MLS

26° appuntamento con Born in the MLS – viaggio nel campionato d’oltreoceano, la rubrica settimanale di Calciostyle sulla MLS. Ecco il punto sul 26° weekend.

In un paese dove il calcio non la fa da padrone, c’è una competizione che unisce tutti gli stati da Est a Ovest. La Major League Soccer non è, come molti credono, la pensione del calcio europeo; bensì è una festa, un momento di aggregazione, il modo di vivere lo sport in maniera genuina gustandosi allo stesso tempo un grande spettacolo.

Il gioco importato dall’Europa sta spopolando e oggi più che mai sta toccando il suo picco di popolarità. Tante star e talenti emergenti sono pronti a scendere in campo. This is MLS.

Indice

TRIPLA SCONFITTA AL VERTICE! CADE ANCHE CINCINNATI, MANITA DI COLUMBUS. TORONTO RISORGE NEL SEGNO DI INSIGNE, ALTRO POKER PER GLI WHITECAPS

Montreal – Atlanta United 1-0 (51′ Ruan)

montreal MLS

La ventiseiesima giornata di MLS si apre ancora una volta in Canada coi padroni di casa che hanno raccolto una sola vittoria nelle ultime 5. Gli ospiti provano il colpaccio per risollevare il morale dopo 2 sconfitte consecutive.

I padroni di casa collezionano tante palle goal nel primo tempo ma il risultato rimane in equilibrio fino all’intervallo. Atlanta mai veramente pericolosa in fase offensiva.

Nella ripresa arriva subito la svolta col cross dalla sinistra di Lassiter che trova sul secondo il colpo di testa di Ruan per l’1-0 Montreal. Gli ospiti provano a reagire ma l’espulsione di Gregersen per somma di ammonizioni complica ulteriormente le cose.

Senza la qualità di Almada e la finalizzazione di Giakoumakis, entrambi partiti durante il mercato, la squadra sembra aver perso il mordente che aveva portato diversi punti negli scorsi mesi.

Il match termina con la vittoria di Montreal che aggancia momentaneamente Nashville all’ultimo posto utile per entrare nei playoff.

Cincinnati – Charlotte 1-3 (20′ Tavares, 22′ Abada, 45’+1 Acosta, 66′ Vargas)

charlotte

6 goal rifilati all’Inter Miami hanno regalato la testa della classifica ai padroni di casa, che contro Charlotte vogliono confermarsi e sfruttare il turno di riposo di Messi e compagni per allungare.

Il match si mette subito in salita per Cincinnati che dopo 20 minuti subisce il goal dello 0-1. Azione sviluppata sulla destra con Abada che tocca indietro per Westwood posizionato sullo spigolo dell’area di rigore, cross sul secondo palo con Tavares che sbuca dal nulla e di testa infila Celentano.

Dopo nemmeno due giri di lancette Bronico ruba palla sulla trequarti avversaria, Westwood ne approfitta e imbuca per Abada che calcia di collo pieno col sinistro portando Charlotte sullo 0-2.

I padroni di casa reagiscono nel finale di tempo con la grande azione di Asad che si accentra dalla sinistra e allarga per Acosta che calcia di prima a giro, trovando una traiettoria imparabile per Kahlina.

In apertura di ripresa Cincinnati conquista un calcio di rigore con Acosta che si presenta dal dischetto ma viene ipnotizzato dal portiere ospite.

Al 66′ altra doccia fredda per gli arancio blu che da corner subiscono il tris per mano di Vargas, bravo a incornare il cross del solito Westwood.

Gli ospiti conservano il vantaggio e portano a casa una vittoria prestigiosa. I 3 punti infatti valgono il 6° posto in solitaria. Grave sconfitta per Cincinnati che butta via la super prestazione contro l’Inter Miami, rimanendo comunque a +1.

DC United – Nashville 2-1 (19′ Boyd, 51′, 55′ Dájome)

D.C United

mls

Washington il morale è sotto le scarpe a causa dell’ultimo posto nella Western MLS e contro Nashville la missione è tornare a fare punti. Gli ospiti devono risollevare la testa dopo 3 sconfitte consecutive.

La prima emozione arriva al 19′ quando sulla rimessa laterale lunga di Lovitz si avventa Bunbury, che prolunga sul secondo palo dove arriva Boyd per il tap in vincente.

Reazione decisa dei padroni di casa, soprattutto con Stroud che calcia diverse volte da fuori area senza però trovare il bersaglio grosso. Nella ripresa continua l’assalto del D.C. che nei primi minuti trova subito fortuna.

Torre da corner di Benteke per Dájome che gira in porta dal centro dell’area piccola il pallone del pareggio. Lo United prende coraggio e pochi minuti più tardi, sempre con Dájome, trova il goal del vantaggio.

L’11 riceve palla sulla destra, si accentra e con l’esterno spedisce il pallone sotto la traversa dal limite dell’area. Nashville non ci sta e si lancia alla ricerca del pari ma Bono rimane concentrato e blocca le offensive di Mukhtar e compagni.

Il D.C. torna finalmente a vincere dopo mesi e sale a quota 23 punti, scavalcando 3 squadre.

New England Revolution – Orlando City 1-3 (23′ Vrioni, 51′, 81′ Torres, 59′ Enrique)

orlando city

mls

Scontro in chiave playoffFoxborough dove i Revolution vogliono sono decisi a tornare nella zona calda. Di fronte si trovano Orlando che vanta 4 punti di vantaggio ma tutto rimane aperto.

New England si impone da subito dal punto di vista del gioco e mette in mostra un’ottima forma fisica. Il goal del vantaggio arriva al 23′ con il cross dalla trequarti di Bajraktarevic che trova Jones sul secondo palo, sponda del 24 per Vrioni che da pochi passi non può sbagliare.

5° goal nelle ultime di MLS per l’argentino. Le due squadra vanno all’intervallo sull’1-0. A inizio ripresa è subito parità con Facundo Torres che si avventa su un pallone vagante al limite dell’area e col sinistro di prima intenzione lo gira in porta, sorprendendo Ivacic.

Qualche minuto più tardi Orlando riesce addirittura a ribaltarla grazie al tap in sotto porta di Enrique, che sfrutta la torre di Araujo su corner di Ojeda per fare 1-2.

Col passare dei minuti si fa più intensa la reazione dei Revolution ma l’imprecisione la fa da padrone e il goal non arriva. Dall’altra parte il neo entrato Muriel prova a impensierire Ivacic ma senza trovare il bersaglio grosso. Nel finale però il colombiano riceve palla ai 30 metri, la porta fino al limite e appoggia a destra per Torres che apre il piattone sinistro calando il tris.

Vittoria importante per Orlando City che conserva il 7° posto nella Eastern MLS e tiene a debita distanza New England.

Toronto FC – Philadelphia Union 2-1 (39′ Baribo, 74′ A.G. Elliott, 78′ Kerr)

Toronto

BernardeschiInsigne e compagni stanno attraversando forse il momento peggiore della stagione. Sono infatti 9 le partite consecutive senza vittoria. Questa volta l’avversario potrebbe essere alla portata, dato che gli Union occupano il penultimo posto nella Eastern MLS.

Il match è ricco di occasioni per tutta la durata della prima frazione, Uhre Bernardeschi hanno le palle goal più nitide ma entrambi cestinano.

La svolta arriva a pochi minuti dall’intervallo col calcio di punizione dalla trequarti per Philadelphia e il cross perfetto di Wagner, che termina sulla testa di Baribo per il vantaggio ospite.

Sembra un’altra giornata storta per i canadesi che vanno negli spogliatoi ancora una volta in svantaggio. Nella ripresa però la squadra di casa torna più carica e crea altre occasioni.

Gli sforzi sono ripagati al minuto 74′ quando Bernardeschi inventa dalla destra e mette un cross perfetto per Marshall-Rutty, bravo a sbucare sul secondo palo e rimettere al centro, causando la sfortunata deviazione di Elliott che mette nella sua porta l’1-1.

Toronto prende fiducia e pochissimi minuti dopo trova anche il goal del vantaggio. Flores compie un recupero alto, Insigne imbuca con un filtrante per Kerr che col sinistro batte Rick in uscita sul primo palo.

I biancorossi conquistano finalmente 3 punti dopo una serie interminabile di sconfitte. Nasvhille scavalcato e Orlando City nel mirino.

 Austin FC – Seattle Sounders 0-1 (63′ Morris)

seattle sounders

In Texas va in scena uno scontro interessante dato che le due squadra sono appaiate in classifica e vogliono consolidare la posizione all’interno dei playoff. I Sounders sono senza sconfitta da almeno 5 partite mentre i padroni di casa ne hanno raccolte 2 nel medesimo tempo.

La partita è subito intensa e ricca di occasioni per entrambe le squadre. Zardes Rusniak sono tra i più attivi delle due compagini e sfiorano più volte il goal del vantaggio.

Il risultato tuttavia resta in equilibrio fino a metà ripresa quando l’azione personale di Vargas scardina la difesa di Austin, l’attaccante appoggia per Rothrock bravo a vedere Morris tutto solo all’altezza del dischetto; la punta temporeggia e infila Stuver in uscita bassa per il vantaggio Seattle.

Nel finale un grande Frei tiene a galla i suoi con un intervento decisivo sul colpo di testa di Driussi. I Sounders conquistano una vittoria che li proietta al 7° posto, a -1 da Vancouver, e permette di staccare l’8° posto. Austin resta fuori dalla zona playoff.

Chicago Fire – New York City 0-0

Chicago Fire

Continua tra alti e bassi la strana stagione dei Fire che ricevono una delle squadre più in forma al momento. Il City di New York arriva dalla sconfitta di Austin ma intende continuare la marcia verso i playoff.

I padroni di casa fanno la partita ma col passare dei minuti subiscono la crescita degli ospiti, più organizzati in fase offensiva. Tuttavia non si registrano particolari pericoli per la porta di Brady.

Cuypers dall’altra parte ci prova ma la sua conclusione esce di un soffio. Nella ripresa ancora Chicago in attacco ma Freese chiude la porta ed evita diverse volte il goal.

Per New York ci prova Wolf ma la sua conclusione si infrange sul palo. Match che prosegue su ritmi equilibrati. Nel finale goal annullato agli ospiti per giusto offside.

Passo falso dunque per New York City che non va oltre il pari contro un buon Chicago.

FC Dallas – Los Angeles Galaxy 2-0 (28′ Musa, 55′ Farrington)

Dallas

Galaxy si presentano a Dallas in testa alla Western MLS ma con l’obbligo di vincere per mantenerla, dato che alle altre mancano partite da recuperare.

I padroni di casa la sbloccano poco prima della mezz’ora col solito Musa, che segna una sorta di rigore in movimento dopo la respinta parziale della difesa.

Los Angeles prova in continuazione ad acciuffare il pareggio ma l’imprecisione prende il sopravvento e qualsiasi offensiva termina con un nulla di fatto.

A inizio ripresa Dallas trova anche il raddoppio grazie alla verticalizzazione di Illaramendi che trova Farrington, libero di involarsi verso la porta e infilare ancora McCarthy.

Galaxy tentano una reazione ma Paes, ormai ad un passo dal trasferimento all’Empoli, risponde con degli ottimi interventi. I californiani perdono una ghiotta occasione per prendersi la vetta in solitaria.

Houston Dynamo – Minnesota 1-1 (70′ Lod, 82′ Ferreira)

Minnesota

Ancora in Texas, questa volta a Houston dove va in scena uno scontro diretto per i playoff. La Dynamo affronta un Minnesota solo 1 punto più sotto.

Un primo tempo senza emozioni caratterizza questo match, nessuna delle due squadre riesce a sbloccare il risultato.

Lo stesso copione si ripresenta nella ripresa con gli attacchi poco coinvolti nella manovra e le difese che gestiscono il ritmo. Il lampo arriva a 20′ dalla fine grazie a Rosales che riceve palla sulla fascia sinistra, crossa rasoterra e trova la deviazione decisiva di Lod sul primo palo.

Il pari della Dynamo arriva una decina di minuti più tardi, sugli sviluppi di corner, con Ferreira che riesce a stoppare nel cuore dell’area e col sinistro battere Smir.

Un punto a testa che serve a tagliare fuori Austin dal gruppo playoff.

St. Louis City – Vancouver Whitecaps 1-4 (9′, 44′ White, 27′ Thórisson, 63′ Raposo, 90’+2 Picault)

vancouver whitecaps

Gli Whitecaps vogliono proseguire il momento positivo e fanno visita a St. Louis, distante 8 punti dalla zona d’interesse.

Comincia malissimo per i padroni di casa che dopo 9′ sono già sotto a causa dell’errore di Blom che innesca il contropiede, Gauld serve White che a tu per tu con Burki non sbaglia.

Il City però trova subito la forza di reagire e al 27′ riesce a pareggiare grazie alla doppia girata volante di Thórisson che, al secondo tentativo, passa sotto le gambe di Takaoka per l’1-1.

Vancouver non ci sta e si lancia all’attacco per tornare in vantaggio. L’assalto si concretizza allo scadere del primo tempo con un lungo cross dalla trequarti che pesca Picault sul secondo palo, il colpo di testa dello statunitense è respinto da Burki ma sulla ribattuta si avventa ancora White.

Nella ripresa ancora ospiti in attacco e tris servito con Raposo che è il più rapace di tutti e al termine di un batti e ribatti in area riesce a insaccare l’1-3.

Al 79′ altro errore in impostazione di St. Louis Schopf parte in contropiede, al limite dell’area vede l’inserimento di Picault che apre l’interno destro e cala il poker.

Dominio assoluto dei canadesi che espugnano facilmente il Citypark e si portano a quota 35 punti, mantenendo il 6° posto.

Colorado Rapids – New York Red Bulls 1-1 (45’+1 Morgan, 64′ A.G. Nealis)

New York red bulls

Scontro alla pari in Colorado dove i Rapids ricevono i Red Bulls di New York. Entrambe le squadra occupano la 4° posizione nei rispettivi gironi, spettacolo assicurato.

La partita rispetta le aspettative e regala un primo tempo ricco di occasioni da una parte e dall’altra. Steffen per i Rapids compie alcuni interventi decisivi, così come Coronel dalla parte opposta.

A sbloccare il risultato però sono gli ospiti, Harper imbuca dalla sinistra per Vanzeir che arriva sul fondo e tocca al centro per Morgan; bravo a girare in porta col sinistro da posizione difficile.

Nella ripresa Colorado prende le redini del gioco e comincia l’assalto alla ricerca del pari. Sfortuna e imprecisione non premiano i padroni di casa ma al 64′, al termine di un’azione avvolgente, Rosenberry mette un cross dalla destra che viene deviato da Nealis nella sua porta.

Tutto da rifare per i Red Bulls che rischiano addirittura di subire la rimonta completa ma Coronel si fa trovare pronto e neutralizza i tentativi.

Punto che permette a entrambe di conservare il 4° posto nei rispettivi gironi.

Portland Timbers – Real Salt Lake 3-0 (3′ Mora, 48′ Moreno, 90′ Evander)

Portland Timbers

Portland il Real di Salt Lake City è alla caccia di punti per allungare e riprendersi la testa della Western MLS in solitaria. I Timbers arrivano da un buon momento, con 4 vittorie nelle ultime 5.

Partono fortissimo i padroni di casa con Mosquera che si libera di un paio di avversari sulla linea di fondo e mette dentro per Mora che sbuca sul primo palo, sorprendendo il portiere avversario.

Il Real non entra quasi mai in partita e le poche occasioni che crea, le cestina. Le squadre vanno al riposo sull’1-0 ma nella ripresa si ripete lo stesso pattern dei primi 45 minuti, con i Timbers a comandare il gioco. E proprio a inizio ripresa arriva il raddoppio.

Tutto comincia dal colpo di testa di Rodriguez salvato da MacMath sulla cui ribattuta si avventa un compagno che nel tentativo di ribattere a rete restituisce la palla al 14, altro cross stavolta per Evander che fa da sponda per Moreno, bravo a calciare di prima da centro area per il 2-0 Portland.

Allo scadere del tempo regolamentare la progressione di Antony dalla difesa fino al limite dell’area, culmina con l’assist per Evander che controlla e col sinistro cala il tris.

Stop a sorpresa per il Real Salt Lake che non approfitta delle sconfitte delle due squadre di Los Angeles e rimane a 43 punti. Balzo in avanti invece di Portland che sale a quota 36 punti, al 5° posto nella Western MLS.

Los Angeles FC – Columbus Crew 1-5 (38′, 84′ Ramírez, 56′ Cucho Hernández, 60′ Rossi, 85′ Ordaz, 89′ Matan)

Columbus Crew

Di scena anche LAFC che contro i campioni in carica vuole strappare altri punti per mantenere la testa della classifica. Gli ospiti sono stati capaci di rimontare parecchie posizioni e ora occupano il 3° posto nella Eastern MLS. Si profila uno scontro alla pari.

Il match si rivela subito scoppiettante con occasioni da una parte e dall’altra, Lloris salva un clamoroso goal da centrocampo.

La sfida si accende nel finale di tempo con la combinazione a sinistra tra Cucho Arfsten che porta quest’ultimo al cross, in area c’è Ramìrez che di testa non sbaglia.

Nella ripresa si accende il talento di Cucho Hernàndez che al 55′ si inventa un goal stupendo. Moreira temporeggia sullo spigolo dell’area, il 9 si libera al suo fianco e ricevuta palla calcia di prima dando vita a una traiettoria che pietrifica Lloris, scavalcandolo.

Nemmeno 5′ più tardi Columbus cala il tris con l’ex Rossi che approfitta dell’errore di Hoolingshead e in girata batte ancora il portiere francese.

Nel finale i Crew dilagano, prima col calcio di punizione di Matan dallo spigolo dell’area spizzato da Ramìrez poi con lo stesso n°20 che sfrutta l’assist di Nagbe a seguito di un recupero alto per fare 1-5. Nel mezzo il goal della bandiera di Ordaz.

Manita dei campioni in carica che salgono quota 42 (-5 dall’Inter Miami) e confermano l’ottimo stato di forma. Occasione persa per LAFC che non approfitta della cadute delle concorrenti.

San José Earthquakes – Sporting Kansas City 1-2 (48′ Thommy, 57′ Pulido, 83′ A.G. Shelton)

Sporting Kansas City

Chiude la ventiseiesima di MLS la sfida di bassa classifica fra gli Earthquakes e lo Sporting di Kansas City. Entrambe arrivano da una vittoria ma le speranze di rimonta playoff sono ormai vane.

Il primo tempo viaggia su ritmi bassi e le occasioni sono poche, più ospiti che San José ma il risultato rimane inchiodato sullo 0-0.

A inizio ripresa ci pensa il solito Thommy a sbloccare la contesa con un’azione personale al limite dell’area, finta e palla sul sinistro da cui parte una conclusione perfetta che porta in vantaggio lo Sporting.

Gli ospiti prendono coraggio e dopo nemmeno 10′ raddoppiano grazie all’imbucata di Radoja che mette in porta con un filtrante Polido, il 17 non si fa pregare e infila ancora Yarbrough.

Sul finire di partita gli Earthquakes riaprono il discorso in contropiede, l’ultimo passaggio di Skahan per Pellegrino è intercettato da Shelton ma il pallone finisce ugualmente in porta.

La mischia finale non riesce a evitare la 17° sconfitta di San José in questa MLS. Kansas City vince la seconda di fila e scavalca St. Louis City.

CLASSIFICA E PROSSIMO TURNO MLS

EASTERN CONFERENCE

Squadra P V P P G+ G- Punti
1 Cincinnati 23 15 3 5 43 29 48
2 Inter Miami 23 14 5 4 51 37 47
3 Columbus Crew 21 12 6 3 45 19 42
4 New York RB 23 9 10 4 37 28 37
5 New York City 23 11 3 9 33 27 36
6 Charlotte FC 23 10 5 8 27 24 35
7 Orlando City 23 8 6 9 35 37 30
8 Toronto 24 8 3 13 32 44 27
9 Nashville 23 6 8 9 26 33 26
10 Montreal Impact 23 6 8 9 32 46 26
11 Atlanta United 23 6 6 11 31 33 24
12 DC United 24 5 8 11 32 48 23
13 New England Revolution 21 7 1 13 21 41 22
14 Chicago Fire 23 5 7 11 28 40 22
15 Philadelphia Union 23 4 9 10 37 41 21

WESTERN CONFERENCE

Squadra P V P P G+ G- Punti
1 Los Angeles FC 22 13 4 5 44 29 43
2 Real Salt Lake 23 12 7 4 48 30 43
3 Los Angeles Galaxy 24 12 7 5 44 32 43
4 Colorado Rapids 24 11 5 8 45 38 38
5 Portland Timbers 24 10 6 8 48 39 36
6 Vancouver Whitecaps 22 10 5 7 38 30 35
7 Seattle Sounders 23 9 7 7 32 26 34
8 Houston Dynamo 22 8 7 7 30 27 31
9 Minnesota United 23 8 6 9 36 38 30
10 Austin FC 23 8 6 9 25 32 30
11 Dallas 23 7 5 11 34 37 26
12 Sporting Kansas City 24 6 5 13 39 49 23
13 St. Louis City 23 4 10 9 31 43 22
14 San Jose Earthquakes 23 4 2 17 31 58 14

PROSSIMO TURNO MLS

Giovedi, 18 Luglio 2024
Atlanta United 01:30 New York City
Cincinnati 01:30 Chicago Fire
Columbus Crew 01:30 Charlotte FC
Inter Miami 01:30 Toronto
New York RB 01:30 Montreal Impact
Philadelphia Union 01:30 New England Revolution
Dallas 02:30 Austin FC
Minnesota United 02:30 DC United
Nashville 02:30 Orlando City
Los Angeles Galaxy 04:30 Colorado Rapids
San Jose Earthquakes 04:30 Houston Dynamo
Seattle Sounders 04:30 St. Louis City
Vancouver Whitecaps 04:30 Sporting Kansas City
Los Angeles FC 04:45 Real Salt Lake
Continua a leggere

MLS

MLS, Giroud: “I tifosi del Milan mi hanno…”

Pubblicato

il

Il centravanti francese è tornato a parlare del suo commovente saluto al Milan, della sua nuova avventura in MLS e dei prossimi Europei in Germania.

Dopo tre stagioni Olivier Giroud ha salutato la Serie A e, soprattutto, il Milan. Una squadra che il centravanti francese non dimenticherà mai, come lui non verrà mai dimenticato dai tifosi rossoneri.

Ora è tempo di nuove sfide: dalla prossima stagione Giroud giocherà in MLS, ai Los Angeles Galaxy Football Club. Prima però c’è da chiudere in bellezza un altra esperienza, quella con la maglia francese. Gli Europei in Germania saranno l’ultima apparizione in nazionale per lui, e vuole regalarsi un ultimo ballo memorabile. Queste le parole di Giroud al riguardo:

Indice

Il saluto al Milan

“Non mi aspettavo un saluto così commovente. L‘amore e la passione dei tifosi rossoneri per la propria squadra è quello che ha sempre fatto la differenza.”

MLS

Sull’addio alla nazionale francese

“Ho già detto che gli Europei di giugno saranno la mia ultima apparizione con la Nazionale. Sarebbe veramente bello concludere un avventura forse bella quanto quella al Milan.”

Sulla possibilità della vittoria agli Europei

“Questo è un trofeo che mi manca, e mi piacerebbe vincerlo. Oltre a questo mi mancano tre gol per arrivare a quota 60 reti con la Francia: posso farcela. I miei figli mi hanno mandato un messaggio con scritto: “Buona fortuna. Riporta la Coppa a casa.

Continua a leggere

MLS

Reus lascia l’Europa: fatta per il suo approdo negli USA

Pubblicato

il

Borussia Dortmund

Marco Reus continua la sua carriera dopo l’addio al Borussia Dortmund. Il tedesco ha accettato la proposta di un club americano, nuova avventura alle porte.

Reus diventa Galactico, accettata la proposta di Los Angeles

Terminata la storia d’amore col Borussia DortmundMarco Reus riparte non si ferma e continuerà a giocare da subito. Il fantasista ha accettato la proposta dei Los Angeles Galaxy in MLS e presto farà il suo esordio.

reus borussia dortmund

La massima competizione di calcio americana è nel pieno del suo svolgimento (17esima giornata) ed è pronta ad accogliere l’ennesimo campione. Dopo MessiJordi AlbaSuàrez, MurielAlmadaLloris e tanti altri, un’altra stella del calcio mondiale atterra negli USA.

Il tedesco firmerà un contratto di 1 anno e mezzo, fino a dicembre 2025, con opzione per il 2026. Ciò significa che la voglia di continuare a calcare i campi da gioco è ancora tantissima da parte del 35enne.

Continua a leggere

Ultime Notizie

saul siviglia saul siviglia
Liga2 minuti fa

UFFICIALE Siviglia, ecco Saul Niguez

Visualizzazioni: 1 Arriva direttamente dal club andaluso l’annuncio ufficiale: Saul Niguez è un nuovo giocatore del Siviglia. Il centrocampista arriva...

Cremonese Cremonese
Calciomercato17 minuti fa

Calciomercato Cremonese, si sfoglia la margherita in attacco: Gytkjaer ma non solo

Visualizzazioni: 122 Calciomercato Cremonese, i grigiorossi vogliono acquistare un bomber che possa regalare vittorie e punti. Giovanni Stroppa valuta Christian...

Copa America Copa America
Notizie37 minuti fa

Copa America nel caos, tragedia sfiorata

Visualizzazioni: 157 Copa America nel caos. Il match tra Argentina e Colombia ha subito un ritardo di un’ora e un...

Champions League Champions League
Calciomercato48 minuti fa

Enrique Cerezo: “All’Atletico Madrid chi vuole resta”

Visualizzazioni: 227 Enrique Cerezo, Presidente dell’Atletico Madrid, intervistato da Radio Marca si è soffermato su Morata. L’attaccante spagnolo è prossimo...

Inter, il direttore sportivo Piero Ausilio Inter, il direttore sportivo Piero Ausilio
Calciomercato58 minuti fa

Calciomercato Inter, pronto un colpo in prospettiva: i dettagli

Visualizzazioni: 291 Calciomercato Inter, il club Campione d’Italia è pronto a chiudere un colpo in prospettiva dalla LaLiga: i dettagli....

cagliari viola cagliari viola
Serie A1 ora fa

UFFICIALE Cagliari, Viola prolunga fino al 2025

Visualizzazioni: 228 Il Cagliari piazza un colpo importante in vista della prossima stagione. Anche se non si tratta di uno...

Fiorentina, i piani di Palladino Fiorentina, i piani di Palladino
Calciomercato1 ora fa

Fiorentina, due idee bianconere per la difesa

Visualizzazioni: 416 La Fiorentina nelle prossime ore dovrà decidere il futuro di Nikola Milenkovic: si studiano le alternative. Il Nottingham...

Cagliari, Giulini Cagliari, Giulini
Calciomercato2 ore fa

Cagliari: la contropartita nell’affare Sulemana

Visualizzazioni: 429 L’affare tra il Cagliari e l’Atalanta che porterà a Bergamo Sulemana si allarga ad una contropartita. La Dea...

scaloni argentina scaloni argentina
Notizie2 ore fa

Argentina, Scaloni: “Finalissima con la Spagna? Un problema per la mia famiglia…”

Visualizzazioni: 204 L’Argentina, confermatasi vincitrice della Copa America, sfiderà la Spagna, neo campione d’Europa, nella finalissima. Questo rappresenterà un problema...

Calciomercato Torino, Vagnati Calciomercato Torino, Vagnati
Calciomercato2 ore fa

Torino, la cessione frutta 25 milioni: i dettagli

Visualizzazioni: 506 Il Torino, ricominciata la stagione, continua a incassare dalle cessioni e dopo quella di Buongiorno se ne concretizza...

Le Squadre

le più cliccate