I nostri Social

Serie A

Serie A: probabili formazioni e fantaconsigli

Pubblicato

il

Torna l’analisi di tutte le partite di Serie A con probabili formazioni e fantaconsigli riguardanti la 29°giornata che inizierà con un anticipo al venerdì.

Indice

Empoli vs Bologna (Venerdì 20:45)

Empoli vs Bologna

Dopo le ultime due sconfitte consecutive, l’Empoli è ritornato in lizza nella zona calda della classifica.
Nicola perde Fazzini per squalifica ed Ismajli per infortunio. Al posto di quest’ultimo tocca a Bereszynski giocare nel terzetto difensivo. Da verificare le condizioni di Marin, fuori contro il Milan. Se non dovesse farcela è pronto KovalenkoPezzella ancora favorito su Cacace nell’out mancino. In attacco, Cambiaghi è indispensabile. Ballottaggio tra Niang e Cerri, con Caputo pronto ad essere impegnato a gara in corso, dopo il lungo stop.

Thiago Motta per continuare il sogno europeo deve fare a meno del suo giocatore migliore, Zirkzee, fermato da una lesione di primo grado del bicipite femorale sinistro. Chance per Odegaard dall’inizio. Sulla trequarti offensiva in tre per due maglie con Orsolini e Saelemaekers in vantaggio su Ndoye. Solito ballottaggio tra Calafiori e Lucumì, con l’ex Roma stavolta in vantaggio. Non sarà della partita Posch, in procinto di diventare padre. A centrocampo Aebischer potrebbe scivolare in panchina, dopo la titolarità contro l’Inter.

Empoli (3-4-2-1): Caprile; Bereszynski, Walukiewicz, Luperto; Gyasi, Kovalenko, Maleh, Pezzella; Zurkowski, Cambiaghi; Niang.

Bologna (4-1-4-1): Skorupski; De Silvestri, Beukema, Calafiori, Kristiansen; Freuler; Orsolini, Ferguson, Fabbian, Saelemaekers; Odgaard.

Per questo primo match giornaliero, consigliamo Cambiaghi (A), alla caccia del primo gol stagionale ed il terzino Kristiansen (Ds/E).

Monza vs Cagliari (Sabato 15:00)

Monza vs Cagliari

Palladino sogna un posto in Europa ed in questa sfida il giovane tecnico napoletano ritrova Ranieri, suo allenatore ai tempi della Juventus.
Per continuare a sognare, i brianzoli non dovrebbero fare troppi cambi di formazione. Da verificare le condizioni di Gagliardini, ancora non al meglio, con Bondo ancora verso la presenza dal primo minuto. Sulla trequarti Pessina potrebbe essere riproposto dopo la grande prestazione di “Marassi”. A rischiare il posto è Valentin Carboni come Maldini, due carte a gara in corso. In avanti conferme per Dany Mota e Djuric.

Dopo due vittorie di fila i sardi sono usciti dalla zona retrocessione, ma serve costanza per mantenere le distanze dalla terzultima posizione. Senza quasi tutto il parco attaccanti, Ranieri ha ritrovato un galvanizzato Shomurodov, autore di una doppietta contro la Salernitana. Anche Lapadula sta bene e verrà riproposto nel ruolo di centravanti.
In dubbio Gaetano, a causa di un affaticamento muscolare, pre allertato Viola pronto a rientrare nell’undici titolare, come anche Oristanio.
In difesa da verificare le condizioni di Mina, che si è fermato nell’ultimo allenamento per un’problema al polpaccio. Se non dovesse farcela giocherebbe Wieteska in coppia con Dossena. Per il resto formazione confermata con Zappa terzino e Nandez, nel ruolo di mezzala offensiva.

Monza (4-2-3-1): Di Gregorio; Birindelli, Izzo, Pablo Marì, A.Carboni; Bonda, Akpa-Akpro; Colpani, Pessina, Dany Mota; Djuric.

Cagliari (4-2-3-1): Scuffet; Zappa, Mina, Dossena, Augello; Makoumbou, Deiola; Nandez, Gaetano, Jankto; Lapadula.

Consigliamo Colpani (C/T), tornato ai livelli di inizio stagione; per i sardi Gaetano (C/T) se sta bene è consigliatissimo.

Udinese vs Torino (Sabato 15:00)

Udinese vs Torino

Cioffi ritrova disponibili Walace ed Ebosele, dopo aver scontato il turno di squalifica, ma per lo stesso motivo mancherà Nehuen Perez.
Al posto dell’argentino tocca a Kristensen completare il terzetto con Giannetti e Joao Ferreira. A Roma, uno spezzone l’ha fatto anche Bijol e non è detto che non possa partire dall’inizio.
Verso una nuova panchina Samardzic, ormai diventato un’alternativa di lusso del club friulano. Payero e Lovric completeranno il trio di centrocampo con il ritorno del gigante brasiliano.
In attacco confermato il tandem ThauvinLucca, con Pereyra nel ruolo di esterno destro a tutta fascia.

Juric perde anche Djidji per infortunio, ma recupera Lovato per la panchina. Per sostituire il difensore ivoriano, Sazonov è in vantaggio su Masina nel ruolo di braccetto di destra, con Rodriguez pronto ad arretrare nel trio difensivo. A centrocampo torna a disposizione Ricci, dopo aver scontato il turno di squalifica, ed affianca Gineitis, con Linetty alternativa. Sulla fascia mancina Lazaro resta in vantaggio su Vojvoda.
La rovesciata di Napoli ha galvanizzato Sanabria, ma sono da verificare le sue condizioni fisiche. Se non dovesse farcela pronto Pellegri ad affiancare Zapata.

Udinese (3-5-2): Okoye; J.Ferreira, Giannetti, T.Kristensen; Pereyra, Lovric, Walace, Payero, Kamara; Thauvin, Lucca.

Torino (3-4-1-2): V.Milinkovic-Savic; Sazonov, Buongiorno, R.Rodriguez; Bellanova, S.Ricci, Gineitis, Lazaro; Vlasic; D.Zapata, Sanabria.

Per questa sfida consigliamo Lucca (Pc), tornato al gol all'”Olimpico” e per i granata, Buongiorno (Dc) è sempre una garanzia.

Salernitana vs Lecce (Sabato 18:00)

Salernitana vs Lecce

Una Salernitana ormai spacciata proverà ad onorare il suo campionato in queste ultime giornate. Liverani deve fare a meno di Kastanos, squalificato e degli acciaccati Boateng e Pierozzi.
In difesa certo di un posto è Manolas. Accanto a lui Fazio in vantaggio su Pirola e Pellegrino. In mezzo al campo pronto il rientro di Basic, dopo la panchina di Cagliari.
In avanti verso la riconferma del tridente composto da Candreva, Tchaouna e Weissman.

Novità importante in casa Lecce, che dopo la brutta sconfitta interna contro l’Hellas Verona, ha deciso di esonerare D’Aversa ed ingaggiare Luca Gotti.
Il nuovo tecnico, nelle sue ultime panchine delle scorse stagioni aveva optato per il 3-5-2 come modulo di riferimento, ma per questa partita potrebbe essere riconfermato il 4-3-3.
Squalificato Banda, Sansone è pronto a sostituirlo completando il tridente con Krstovic, favorito su Piccoli, ed Almqvist.
In mezzo al campo Gonzalez è leggermente in vantaggio su Rafia e Blin. In difesa potrebbe ritrovare spazio Dorgu, a discapito di Gallo.

Salernitana (4-3-2-1): Ochoa; Zanoli, Manolas, Fazio, Bradaric; Basic, L.Coulibaly, Maggiore; Candreva, Tchaouna, Weissman.

Lecce (4-3-3): Falcone; Gendrey, Pongracic, Baschirotto, Dorgu; J.Gonzalez, Ramadani, Oudin; Almqvist, Krstovic, N.Sansone.

Per questa sfida consigliamo Candreva (W), voglioso di riscatto dopo una stagione difficile e per i salentini favoriamo Krstovic (Pc), alla caccia del gol perduto.

Frosinone vs Lazio (Sabato 20:45)

Frosinone vs Lazio

Di Francesco dopo un girone d’andata da protagonista è caduto nel baratro insieme al suo Frosinone. Se finisse oggi il campionato sarebbe clamorosamente retrocesso.
Profumo di derby per l’ex tecnico della Roma e vuole approfittare del momento difficile degli avversari.
Lunga è la lista degli indisponibili, ma tra questi potrebbe recuperare almeno per la panchina Valeri, uscito nei primi minuti della sfortunata trasferta contro il Sassuolo.
Lirola è pronto a sostituirlo. In difesa Monterisi potrebbe essere inserito al posto di uno dei due centrali. A centrocampo Barrenechea e Mazzitelli sembrano intoccabili e Brescianini resta in pole su Gelli. In avanti solo Soulè è certo di un posto. Cheddira e Seck sono in vantaggio per completare il tridente.

Dimesso Sarri, i biancocelesti giocheranno questo derby laziale con Martusciello in panchina, lasciato solo da tutto lo staff.
Torna disponibile Guendouzi. Il francese giocherà dal primo minuto assieme a Cataldi e Luis Alberto. Tegola Provedel. Il problema alla caviglia è più grave del previsto, tocca a Mandas difendere i pali. In attacco il vice di Sarri si affida ai titolari con Felipe Anderson e Zaccagni a supporto di capitan Immobile.

Frosinone (4-3-3): Turati; Lirola, Okoli, S.Romagnoli, Zortea; Mazzitelli, Barrenechea, Brescianini; Soulè, Cheddira, Seck.

Lazio (4-3-3): Mandas; Marusic, Mario Gila, A.Romagnoli, L.Pellegrini; Guendouzi, Cataldi, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni.

Consigliamo per il club ciociaro il terzino Zortea (Dd/Ds/E) e per i biancocelesti la voglia di rivalsa del rientrante Guendouzi (C/T).

Juventus vs Genoa (Domenica 12:30)

Juventus vs Genoa

Allegri ritrova Vlahovic, dopo la squalifica, e Rabiot dopo l’infortunio subito contro il Frosinone. Torna anche Perin e sarà il vice Szczesny.
Coppia d’attacco composta dal serbo e Federico Chiesa, apparso in netta ripresa nelle ultime partite.
Con il rientro del francese, il solo Alcaraz sarà indisponibile. Si riforma il centrocampo titolare. Iling Junior ancora favorito su Kostic.
In difesa confermato il tridente Gatti, Bremer e Danilo.

Gilardino ritrova De Winter, ma perde Sabelli e probabilmente Martin. Fasce da reinventare per il tecnico piemontese.
Spence e Messias agiranno sugli esterni, con Malinovskyi favorito su Strootman in mezzo al campo. L’ottimo Vitinha partirà dalla panchina e sarà una carta importante a gara in corso. Confermati il duo offensivo composto da Gudmundsson e Retegui.

Juventus (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Danilo; Cambiaso, McKennie, Locatelli, Rabiot, Iling Junior; Vlahovic, Chiesa.

Genoa (3-5-2): J.Martinez; De Winter, Bani, Vasquez; Spence, Malinovskyi, Badelj, Frendrup, Messias; Gudmundsson, Retegui.

Consigliamo per questo lunch match un caldissimo Dusan Vlahovic (Pc), voglioso di tornare al gol e per il grifone Malinovskyi (T) ha spesso fatto male ai bianconeri.

Hellas Verona vs Milan (Domenica 15:00)

Hellas Verona vs Milan

Il lavoro di Baroni fin qui è stato straordinario, con una rosa completamente stravolta dal mercato, il tecnico fiorentino ha continuato a dare un gioco, ma soprattutto dei punti, che al momento metterebbero in salva la società veneta.
Pochi accorgimenti in questa complicata sfida contro i rossoneri. Innanzitutto torna titolare Dawidowicz, dopo aver scontato il turno di squalifica. In attacco rischia ancora Lazovic, se dovesse essere inserito Swiderski nel ruolo di prima punta. Squalificato Henry, dopo il folle finale del “Via del Mare”.

Pioli deve capire l’entità del problema al ginocchio per Maignan. Se non dovesse farcela è pronto Sportiello. In difesa continuano le rotazione al centro, con Thiaw e Gabbia favoriti su Tomori e Kjaer. A centrocampo potrebbe cambiare interamente la coppia che ha giocato a Praga, con Bennacer e Reijnders al posto di Adli e Musah. In avanti scalpitano Chukwueze, Okafor e Jovic.

Hellas Verona (4-2-3-1): Montipò; Tchatchoua, Dawidowicz, Magnani, Cabal; Duda, Serdar; Suslov, Folorunsho, Lazovic; Noslin.

Milan (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Thiaw, Gabbia, T.Hernandez; Bennacer, Reijnders; Pulisic, Loftus-Cheek, Rafael Leao; Giroud.

Consigliamo per i padroni di casa Suslov (C/T) e per i rossoneri il buon momento di Leao (A).

Atalanta vs Fiorentina (Domenica 18:00)

Atalanta vs Fiorentina

Atalanta galvanizzata dopo la rimonta riuscita contro lo Sporting CP. Gasperini pronto a cambiare qualche giocatore nelle rotazioni. Koopmeiners e De Ketelaere sono pronti dall’inizio e Lookman è leggermente favorito su Scamacca. Ruggeri torna titolare sulla sinistra ed in difesa Hien potrebbe far rifiatare uno dei tre centrali. In porta riecco Carnesecchi.

Variazione negli undici per la Fiorentina, dopo lo spavento subito contro il Maccabi Haifa. Italiano pronto a rilanciare Arthur in mezzo al campo con Duncan, entrambi tenuti a riposo contro gli israeliani. Beltran torna titolare nel ruolo di trequartista dietro Belotti. Sugli esterni Nico Gonzalez e Sottil sono favoriti su Ikonè. Per Barak, ancora in gol in Europa, si prospetta una panchina. Squalificato Bonaventura.

Atalanta (3-4-1-2): Carnesecchi; Scalvini, Hien, Kolasinac; Holm, De Roon, Ederson, Ruggeri; Koopmeiners; De Ketelaere, Lookman.

Fiorentina (4-2-3-1): Terracciano; Kayode, Milenkovic, Martinez Quarta, Biraghi; Arthur, Duncan; N.Gonzalez, Beltran, Sottil; Belotti.

I due consigliati per questa sfida sono Ederson (C/T) per i bergamaschi e Beltran (Pc) per i viola.

Roma vs Sassuolo (Domenica 18:00)

Roma vs Sassuolo

Il largo vantaggio ottenuto contro il Brighton ha permesso a De Rossi di poter fare un largo turnover in Inghilterra. Contro i neroverdi, i giallorossi vanno alla caccia del quarto posto.
Dal primo minuto torna il tridente composto da Dybala, Lukaku ed El Shaarawy. A centrocampo si rivede Paredes, dopo il turno di riposo in Europa. Aouar tallona Pellegrini. Dietro Angelino più di Spinazzola, con Celik terzino destro. Accanto a Mancini, Ndicka favorito su Llorente ed Huijsen.

Ballardini ha riportato il sorriso al Sassuolo dopo la vittoria sofferta contro il Frosinone. Torna disponibile Toljan, con Pedersen dirottato a sinistra, complice la squalifica di Doig. Per lo stesso motivo manca Thorstvedt, con Bajrami in pole per sostituirlo. Sulla destra si potrebbe rivedere l’ex Defrel. In mezzo al campo Racic è favorito su Boloca e Lipani nell’affiancare Matheus Henrique.

Roma (4-3-3): Svilar; Celik, Mancini, Ndicka, Angelino; Cristante, Paredes, Lo.Pellegrini; Dybala, Lukaku, El Shaarawy.

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Erlic, G.Ferrari, Pedersen; Racic, Matheus Henrique; Defrel, Bajrami, Laurientè; Pinamonti.

Consigliamo Dybala (A) per i giallorossi e Bajrami (T) per i neroverdi.

Inter vs Napoli (Domenica 20:45)

Inter vs Napoli

Chiude questa 29°giornata le due deluse dall’Europa entrambe eliminate dalla Champions League.
L’Inter, sicuramente partiva favorita contro l’Atletico Madrid, forte dell’uno a zero di “San Siro”, ma i rigori sono stati fatali ai nerazzurri.
Inzaghi prova a chiudere a questo punto il discorso scudetto il prima possibile. Si ritorna all’undici titolare con Darmian ed Acerbi titolari al posto di Dumfries e De Vrij. Rischia Mkhitaryan, dopo le fatiche del “Wanda Metropolitano”. Potrebbe giocare Frattesi. Thuram in vantaggio su Sanchez. Fuori Arnautovic e probabilmente Carlos Augusto.

Qualche cambiamento lo adotterà Calzona, dopo la sconfitta di Barcelona. Olivera è pronto a riprendersi il posto sulla fascia sinistra a discapito di Mario Rui. A centrocampo rischia Traorè, con Zielinski, ormai promesso sposo nerazzurro, pronto a sostituirlo. In attacco Politano in vantaggio su Raspadori e Lindstrom.

Inter (3-5-2): Sommer; Pavard, Acerbi, Bastoni; Darmian, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco; L.Martinez, Thuram.

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Olivera; Zambo Anguissa, Lobotka, Traorè; Politano, Osimhen, Kvaratskhelia.

Consigliamo per questo Sunday Night, Dimarco (E), fresco di gol in Europa, e Kvaratskhelia (A), il migliore in queste settimane.

Che cos’è Fanta Week!

Qui i consigliati per la modalità Mantra della 29ª giornata di Serie A, utili anche per chi partecipa al Fanta Week, il fantacalcio settimanale:
Top 11 FantaWeek (4-4-2): Szczesny (Por); Bellanova (Dd/E), A.Carboni (Dc), Buongiorno (Dc), T.Hernandez (Ds/E); Holm (E), Koopmeiners (C/T), Colpani (C/T), Orsolini (W); Vlahovic (Pc), Lukaku (Pc).
Vuoi sapere di più su Fanta Week? Clicca qui, è possibile iscriversi in qualsiasi momento.

Serie A

Napoli, l’agente di Di Lorenzo non ci sta: “Inaccettabile scaricare tutto sui giocatori, ognuno si assuma le proprie responsabilità”

Pubblicato

il

napoli

Mario Giuffredi, agente di Giovanni Di Lorenzo, ha recentemente rilasciato la seguente intervista ai microfoni di TVPlay.

Napoli, le parole dell’agente di Di Lorenzo

❝I risultati negativi sono sotto gli occhi di tutti, calciatori. compresi. Ovviamente nemmeno quelli che seguo io possono essere esenti da responsabilità. Chi mi conosce sa bene che dico solo ciò che penso e quando lo faccio è perché ne sono certo. Tuttavia, e ci tengo a dirlo a voce alta, questi ragazzi, pur non riuscendo in risultati importanti, profondono il massimo impegno e hanno un grande attaccamento per la maglia. Non ho mai messo in dubbio che ci sia stata l’anima sul terreno di gioco in ogni gara, anche dopo le performance più negative. Entrando nello specifico dei miei calciatori, voglio smentire alcune falsità lette in giro: nessuno sta assolutamente pensando di andare via a fine anno. Su questo posso metterci la mano sul fuoco.

I miei calciatori ed io rispettiamo il diritto di critica da parte dei tifosi. Sono la parte sana del calcio. Sono quelli che fanno tanti sacrifici, soprattutto economici, per venire allo stadio. Lasciano a casa le famiglie per le trasferte. Fanno tante rinunce per seguire la propria squadra. Hanno tutto il diritto di esercitare il dissenso liberamente, stando sempre nei limiti del buon senso. I miei assistiti sono consapevoli di far il lavoro più bello del mondo. Sanno di essere dei privilegiati, ma soprattutto ho sempre trasferito loro il pensiero che nella vita ci si prende il dolce, come nella vittoria dello scudetto per cui sono stati osannati, ma anche l’amaro di stagioni come queste. Rispettando, come in questo caso, il pensiero di chi ama la maglia azzurra.

L’immagine di Di Lorenzo sotto quella curva è stata forte dal punto di vista emotivo. Lui, come me, ha enorme rispetto e si sente responsabile, da capitano, perché quei tifosi ci rimettono soldi per seguire la propria squadra. Dedicano la loro vita al Napoli senza chiedere nulla in cambio da nessuno, perché il Napoli per loro è una fede. C’è rispetto anche per la grande educazione e la correttezza che a Empoli hanno avuto nel modo di porsi. Impeccabili, dimostrando a Di Lorenzo l’amore che hanno per questa maglia e per il capitano.

Due momenti opposti, ma Di Lorenzo in entrambi i casi ha mostrato gli attributi e ci ha messo la faccia. A Udine è quello che porta la stemma dello scudetto nel settore dei tifosi del Napoli, ricevendo cori e applausi. È sempre lui che da capitano, nella caduta di Empoli, è andato sotto la curva a prendersi gli aspetti negativi del momento. Nel bene e nel male lui c’è sempre e non fa mai un passo indietro. E’ sempre pronto ad ammettere anche le sue prestazioni negative, non scappando davanti alle responsabilità. Ed è per questo che, quando leggo critiche che vanno oltre il legittimo diritto di esprimere il proprio parere sugli aspetti tecnici, penso di dover scendere in campo per difendere il mio assistito.

I calciatori di questa squadra vogliono regalare dei momenti di gioia ai tifosi dopo tutte queste delusioni. C’è ancora la possibilità di approdare in Champions. Fin quando l’aritmetica lo permette e c’è un campionato da onorare, sono certo che ci sarà il desiderio di mettere tutto in campo: a partire dalla Roma.

Le dico che quando si vince vincono un insieme di persone. I calciatori. L’allenatore. I dirigenti e la società tutta. Quando si perde non è più accettabile lo scaricabarile solo sui giocatori. Nella stessa misura della vittoria, anche in questo caso ci sono le responsabilità delle altre componenti. Sotto la curva a Empoli, assieme al capitano ed ai suoi compagni di squadra, avrei voluto vedere anche qualche altra persona a metterci la faccia. Lo dico a voce alta: mi sta bene fino a un certo punto che siano i miei assistiti e tutto il gruppo a prendersi una contestazione così forte. A fine campionato dirò la mia verità perché mi aspetto che, come noi, anche qualcun altro faccia un’analisi seria e approfondita di ciò che è successo. C’è un limite a tutto: mi sono stancato di vedere la colpa scaricata sempre e solo sui giocatori.❞

Di Lorenzo

Continua a leggere

Serie A

Genoa, Blazquez su Gudmundsson: “Tutti hanno un prezzo, ma decide lui. In estate…”

Pubblicato

il

Genoa, Gudmundsson

L’amministratore delegato del Genoa, Andres Blazquez, ha parlato del futuro di Albert Gudmundsson in un’intervista a Caught Offside.

Genoa, le parole di Blazquez su Gudmundsson

❝Abbiamo avuto già diversi interessi per Gudmundsson nelle scorse settimane. Abbiamo un rapporto molto stretto, per noi è come uno di famiglia. Noi sappiamo quali sono le sue priorità e troveremo un accordo per cederlo o per farlo rimanere che possa soddisfare entrambe le parti. Abbiamo aumentato in modo significativo il suo stipendio per farci considerare da lui un’opzione. Sappiamo che sta bene. Alla fine molto dipende dai suoi obiettivi personali. Si trova benissimo al Genoa, in città ed è uno dei calciatori più amati della squadra. Sarà una decisione personale, vedremo cosa accadrà. Se il prezzo salirà rispetto ai 30 milioni attuali?

Dovremo trovare il giusto bilanciamento tra quello che vuole Albert è quello che vogliamo noi come società. Come per il caso di Radu Dragusin, non la situazione con il prezzo più alto ma quella che garantisce le migliori condizioni per tutte le parti. Noi non vogliamo imporre niente a nessuno.

Abbiamo certamente parlato di un prezzo. Abbiamo avuto l’interesse di almeno tre squadre nelle migliori leghe che hanno espresso l’interesse per Albert. Non solo per lui ma anche per altri calciatori del gruppo.❞

Genoa, Gudmundsson

Continua a leggere

Serie A

Osimhen, parole d’addio: “Onorato di aver giocato nel Napoli”

Pubblicato

il

osimhen napoli

Victor Osimhen ha rilasciato un’intervista alla piattaforma digitale Betsson Sport, pubblicata poi su Youtube dal Napoli.

Napoli, le parole di Osimhen

❝Io mi definisco determinato. Penso di essere quel tipo di persona che non si arrende mai, in qualsiasi circostanza mi trovo. Cerco sempre di impegnarmi al massimo per raggiungere quello che mi sono prefissato. Quando ho firmato per lo Charleroi in Belgio è stata la svolta della mia carriera.

Prima, quando mi sono trasferito al Wolfsburg, volevo tanto cominciare a giocare, ma anche imparare perché mi sono trasferito come un giovane attaccante e avevo bisogno di tempo per trasformarmi nel giocatore e nell’uomo che volevo diventare. A quel tempo ho potuto giocare con grandi giocatori come Draxler, Schurrle, Guilavogui. Venne anche Mario Gomez. Per me è stata un’opportunità poter imparare una o due cose da alcuni dei più grandi attaccanti di quel periodo. Poi mi sono trasferito in Belgio, ma sono stato rifiutato da due club lì prima che finalmente lo Charleroi mi offrisse un contratto. Quello è stato davvero il momento che mi ha fatto diventare il Victor Osimhen che vedete ora.

Io mi ispiro a Didier Drogba. Quando ero piccolo mi hanno fatto conoscere il suo stile di calcio. I tifosi appassionati e poi tutta la comunità mi ha spinto a seguirlo e quindi ho cominciato a interessarmi a lui, a guardare tante clip di lui e imparare dai suoi movimenti e integrarli nel mio modo di giocare. E tutto questo mi ha aiutato tantissimo. Per me il suo è una sorta di percorso che voglio seguire e assicurarmi che un giorno verrò ricordato per quello che ho portato anche io al calcio. Ci sto ancora lavorando, ma se mi guardo indietro ho fatto tanto: guardando da dove sono partito e come sono migliorato sia a livello di gioco che come uomo è davvero una buona crescita. Ho ancora tanto in serbo, ho ancora tanto da imparare, sto ancora crescendo.

I tifosi del Napoli sono straordinari. Quando devo cercare una parola per descriverli resto senza parole perché sono assolutamente travolgenti. È elettrizzante, una città così grande che prende il calcio così seriamente e il modo in cui i tifosi supportano la squadra è veramente da non credere. Per me è una sensazione fantastica. A Napoli sono i tifosi che rendono la quadra ciò che è. Il modo in cui tifano la squadra e ogni giocatore è davvero incredibile. 

Mi ricordo Kalidou Koulibaly che mi ha raccontato dell’atmosfera dello stadio, di quando fai gol e i tifosi gridano il tuo nome come succedeva per Cavani e Higuain. Quindi ho sempre avuto in mente di anticipare il più possibile il momento del mio primo gol al Maradona, così da sentire lo stadio che gridava il mio nome. E’ stato per me come un sogno che diventa realtà, perché giocare sullo stesso campo in cui ha giocato il più grande giocatore di tutti i tempi, Maradona, e per me venire qui come un giovane giocatore che doveva ancora farsi un nome nel mondo del calcio è stato un grande privilegio e mi sento molto onorato.❞

OSIMHEN

Continua a leggere

Ultime Notizie

Atalanta Atalanta
Coppa Italia7 ore fa

Atalanta, Gritti: “La Fiorentina ormai la conosciamo”

Visualizzazioni: 250 Atalanta: Tullio Gritti  vice di Gasperini, ha parlato ai canali ufficiali del club alla vigilia della semifinale di...

Inter, Frattesi Inter, Frattesi
Calciomercato8 ore fa

Inter, ecco quanto ti è costato Frattesi

Visualizzazioni: 403 Inter, il Sassuolo ha reso note quelle che sono le cifre con cui i nerazzurri si sono assicurati...

napoli napoli
Serie A8 ore fa

Napoli, l’agente di Di Lorenzo non ci sta: “Inaccettabile scaricare tutto sui giocatori, ognuno si assuma le proprie responsabilità”

Visualizzazioni: 239 Mario Giuffredi, agente di Giovanni Di Lorenzo, ha recentemente rilasciato la seguente intervista ai microfoni di TVPlay. Napoli,...

Chelsea Chelsea
Esteri9 ore fa

Thiago Silva lascia il Chelsea: ha l’accordo con il Fluminense

Visualizzazioni: 272 Dopo Felipe Anderson, un altro brasiliano lascia l’Europa per tornare in patria. Si tratta di Thiago Silva, che...

Coppa Italia9 ore fa

Lazio-Juventus, le formazioni ufficiali

Visualizzazioni: 351 Lazio-Juventus è la prima delle due semifinali di ritorno di Coppa Italia. Si riparte dal due a zero...

Fiorentina, il direttore sportivo Daniele Pradè Fiorentina, il direttore sportivo Daniele Pradè
Calciomercato9 ore fa

La Fiorentina bussa alla porta della Juventus?

Visualizzazioni: 308 La Fiorentina potrebbe tornare a fare affari di mercato nella prossima sessione estiva con la Juventus. In casa...

Genoa, Gudmundsson Genoa, Gudmundsson
Serie A10 ore fa

Genoa, Blazquez su Gudmundsson: “Tutti hanno un prezzo, ma decide lui. In estate…”

Visualizzazioni: 223 L’amministratore delegato del Genoa, Andres Blazquez, ha parlato del futuro di Albert Gudmundsson in un’intervista a Caught Offside....

osimhen napoli osimhen napoli
Serie A10 ore fa

Osimhen, parole d’addio: “Onorato di aver giocato nel Napoli”

Visualizzazioni: 336 Victor Osimhen ha rilasciato un’intervista alla piattaforma digitale Betsson Sport, pubblicata poi su Youtube dal Napoli. Napoli, le...

Liverpool, Klopp Liverpool, Klopp
Calciomercato11 ore fa

Liverpool: contatti diretti per il post Klopp

Visualizzazioni: 251 Dopo otto anni Jürgen Klopp ha deciso di lasciare il Liverpool. Il tedesco vorrebbe regalare ai suoi tifosi...

atalanta atalanta
Coppa Italia11 ore fa

Atalanta, Hien: “Sappiamo di avere le qualità giuste per vincere”

Visualizzazioni: 308 Hien, in vista del prossimo impegno di Coppa Italia contro la Fiorentina, ha rilasciato un’intervista ai canali ufficiali...

Le Squadre

le più cliccate