I nostri Social

Serie A

Milan, Pioli: “La squadra sta bene ma è una stagione complicata. Siamo lontani da City e Real”

Pubblicato

il

Milan

L’allenatore del Milan Stefano Pioli ha parlato i conferenza stampa in vista del match contro il Cagliari in programma sabato alle 20:45.

Milan, le parole di Pioli

Milan

Di seguito le parole rilasciate dall’allenatore del Milan Stefano Pioli in vista del match contro il Cagliari in programma sabato alle 20:45, valido per la 36^giornata:

Il Milan deve tornare a vincere?

“È quello che dobbiamo volere anche noi per una serie di motivi: classifica, orgoglio, rispetto dei nostri tifosi, perché siamo dei professionisti”.

Florenzi l’ha definita un parafulmini…

“Io l’unica cosa che mi darebbe fastidio – e non mi sta dando più fastidio niente – è se la squadra non avesse le giuste motivazioni per finire bene il campionato. Poi come sto io non interessa. A fine campionato, quando incontrerò il club, si deciderà il nostro futuro.

Poi, per come intendo io la figura dell’allenatore, nel mio ruolo c’è anche fare il parafulmine, proteggere la squadra e proteggere il club: questo non è mai stato un problema per me”.

Come state?

“La squadra sta bene. Poi siamo a fine stagione, una stagione complicata, dura, quindi c’è chi ha meno energie. Sceglierò chi ha la condizione migliore possibile”.

Il Cagliari era dato per spacciato…

“È allenato da un grandissimo allenatore. Io ho avuto tre maestri: Trapattoni, Bagnoli e Ranieri. Claudio è un top in tutto. Dove è andato, ha ottenuto grandissimi risultati. Lui sa quanto lo stimi, ma sa anche quanto sia importante la partita per loro”.

Condividi la preoccupazione dei tifosi?

“Il club ha dimostrato in questi anni di saper lavorare e di saper essere ambizioso. Il club darà le risposte giuste al momento opportuno”.

Come commenta le parole di Maldini?

“Non penso che debba essere io a commentare le sue dichiarazione. In generale, i meriti e i demeriti vanno condivisi tra tutti”.

Cosa serve a Leao per tornare a sorridere?

“Credo voglia giocare bene, segnare, vincere con la squadra”.

I giocatori si stanno preservando per gli Europei?

“A inizio settimana ho detto ai miei che il mio ufficio è sempre lì, quindi chi si sente di aver dato tutto, chi si sente un po’ stanco, l’ufficio era aperto, ma nessuno si è presentato”.

Il Milan non è lontano dai vertici dell’Europa League…

“Ero stato anche preso in giro per aver detto che l’Atalanta fosse una delle favorite. RealCity? Solo un anno fa eravamo arrivati in semifinale di Champions, poi solo l’essere eliminati dall’Inter ha fatto ridurre l’importanza del traguardo.

Poi quest’anno abbiamo dimostrato di essere lontani da queste squadre. Ma non voglio andare sul futuro… Quest’anno siamo rimasti lontani da Real e City, poi non siamo lontani da Atalanta e Roma. I rimpianti di quest’anno sono le due partite con la Roma“.

De Ketelaere sarà riscattato…

Charles l’anno scorso era alla prima stagione in un campionato diverso, ha sofferto questa novità. Quest’anno si è trovato con una esperienza superiore in un ruolo più adatto. Se ho mai pensato di cambiargli ruolo? No, perché avevamo altre idee”.

Come dare motivazioni?

“Secondo me la reazione c’è stata, poi tutti speravamo in qualcosa di più”.

C’è qualcuno che ha più motivazioni di altri?

“Non sto parlando di motivazioni, ma di condizione. È normale che chi ha giocato di più sia meno brillante, ma non parlo di motivazioni. Io domani metterò la squadra che penso possa garantirmi il risultato”.

Trapattoni e Bagnoli sono dei difensivisti… Lei?

“È l’allenatore che dà un’idea, dei principi, dei concetti, poi ci sono le caratteristiche dei giocatori che vanno in campo. Non siamo una squadra difensivista, ma non dobbiamo prendere tutti quei gol lì. Poi è vero che preferiamo segnare un gol in più degli altri piuttosto che prenderne uno in meno”.

Dortmund in finale: rimpianti?

“Essere al top nella partita singola o nel doppio confronto fa la differenza. Loro sono quinti a 25 punti dal Bayer: nell’annata hanno avuto momenti difficili, poi in Europa sono stati bravi a sfruttare i momenti positivi.

Poi potrei dire che se Giroud avesse segnato il rigore forse li avremmo avuti, ma l’occasione l’hanno avuta anche loro e l’hanno sfruttata”.

Come stanno Kalulu e Bennacer?

“Mi sembra stiano bene. Isma sta ritrovando più ritmo, Pierre non è al 100%, ma sono pronti entrambi per giocare”.

Fase difensiva l’avversario più difficile del Milan?

“Per i tiri e le occasioni concessi, abbiamo subito troppi gol, quindi vuol dire che abbiamo commesso qualche errore di troppo”.

Serie A

Inter, primo incontro tra Oaktree e Simone Inzaghi: i dettagli

Pubblicato

il

Inter, Inzaghi

Inter, nel pomeriggio di oggi c’è stato il primo incontro tra esponenti del fondo Oaktree e Simone Inzaghi.

Pomeriggio di presentazioni in casa Inter, con il fondo Oaktree che passa alla conoscenza del settore tecnico.

In Viale della Liberazione, infatti, e’ avvenuto un summit tra i rappresentanti del nuovo proprietario nerazzurro e l’allenatore Simone Inzaghi. 

Nulla trapela in merito agli argomenti trattati, ma intanto c’è stato il primo incontro tra l’allenatore meneghino e coloro che sono subentrati a Steven Zhang come azionisti di maggioranza dell’Inter.

 

Continua a leggere

Calciomercato

Inter, arriva dalla Premier il sostituto di Dumfries

Pubblicato

il

Inter

L’Inter sta già lavorando al futuro con un occhio al bilancio. Dumfries potrebbe essere sacrificato, e il suo sostituto potrebbe arrivare da Manchester. 

Da poco si è conclusa una stagione fantastica per tutti i tifosi dell’Inter.

La squadra nerazzurra ha dominato il campionato vincendo il suo ventesimo scudetto, che significa seconda stella.

L’unico rammarico di quest’anno è stata l’eliminazione in Champions League ad opera dell’Atletico Madrid.

L’anno prossimo l’obiettivo sarà arrivare in fondo a ogni competizione, e per questo la società ha già iniziato a rinforzare l’organico.

Con gli arrivi a parametro zero di Taremi e Zielinski, l’Inter ha già acquistato pedine di altissimo livello in attacco e a centrocampo.

Il vero problema è che, anche quest’anno, i nerazzurri dovranno cedere un big per avere un po’ di respiro sul mercato.

Stavolta il giocatore sacrificato potrebbe essere Denzel Dumfries, per cui ci sono già diverse sirene dalla Premier.

Uno dei primi nomi per sostituirlo è quello del capitano del Napoli, Giovanni Di Lorenzo.

Il presidente azzurro De Laurentiis però, forte del contratto lungo del giocatore, non sarebbe disposto ad ascoltare offerte inferiori ai 20 milioni di euro. 

Cifre, queste, ritenute troppo elevate dalla società nerazzurra, che ha puntato altrove.

Wan-Bissaka Inter

Inter, l’obiettivo è Wan-Bissaka

Proprio nel campionato inglese l’Inter ha individuato il sostituto ideale di Dumfries.

Si tratta di Aaron Wan-Bissakaesterno inglese che dal 2019 milita tra le fila del Manchester United.

I Red Devils lo acquistarono dal Crystal Palace per circa 55 milioni, ma il suo rendimento in questi anni è stato molto altalenante, come praticamente quello di tutta la squadra.

Il classe’97  ha un contratto in scadenza nel 2025 e pare abbia intenzione di cambiare aria.

Il Manchester sarebbe disposto ad accettare offerte tra i 10 e i 15 milioni, cioè il minimo per evitare una minusvalenza.

La trattativa sembra ben avviata, con la squadra nerazzurra disposta a offrire al giocatore un contratto triennale a cifre di poco inferiori ai 3 milioni di euro a stagione. . 

 

 

Continua a leggere

Serie A

Ranieri: “Per me il calcio è come una droga, al Cagliari ho fatto una promessa”

Pubblicato

il

Cagliari, Claudio Ranieri

L’allenatore del Cagliari Claudio Ranieri ha parlato a “L’Unione Sarda” in merito al suo addio al calcio. Di seguito le sue parole.

Cagliari, le parole di Ranieri

Cagliari, Ranieri

Di seguito le parole dell’allenatore ex Roma Claudio Ranieri, rilasciate a L‘Unione Sarda, in vista del suo ritiro (ormai certo) dal mondo del calcio:

“Ripensarci? No, no, nessuno mi mette in difficoltà perché quando dico una cosa poi alla fine è quella. Io credo che sia la cosa più giusta perché voi non potete immaginare quanto io soffrissi ad ogni pareggio, ad ogni sconfitta e quest’anno sono state tante.

Io mi ero caricato di responsabilità, tutti voi. Io ci dovevo riuscire. Vedervi felici è la cosa più bella che ho provato. Smettere di allenare? Non so, per me il calcio è una droga, di sicuro Cagliari resterà la mia ultima società”.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Serie B17 minuti fa

Cosenza, gli sponsor come garanzia per il riscatto di Tutino? Lo scenario

Visualizzazioni: 31 Cosenza, si sta per entrare nel vivo per quanto riguarda la vicenda sul possibile riscatto di Gennaro Tutino....

Monza, Palladino Monza, Palladino
Calciomercato47 minuti fa

Monza: Palladino saluta il club sui social

Visualizzazioni: 66 Monza: arrivano i saluti social di Raffaele Palladino, il tecnico lascia i brianzoli dopo aver conquistato una salvezza...

Napoli, Di Lorenzo Napoli, Di Lorenzo
Calciomercato1 ora fa

Napoli, voci di un clamoroso scambio con la Juventus

Visualizzazioni: 145 Con il campionato ormai concluso i giorni si riempiono di voci di calciomercato. Una delle più clamorose riguarda...

Conference League1 ora fa

Fiorentina, Biraghi: “C’è voglia di rivalsa per lo scorso anno. Su Italiano…”

Visualizzazioni: 91 Il capitano della Fiorentina Cristiano Biraghi ha preso parte alla conferenza stampa pre-gara in vista della finale di...

Lotito Lotito
Calciomercato1 ora fa

Calciomercato Lazio, fatta per l’arrivo del nuovo attaccante

Visualizzazioni: 100 Calciomercato Lazio, Loum Tchaouna, attaccante francese classe 03,’ in questa stagione con la maglia della Salernitana ha collezionato...

Inter, Inzaghi Inter, Inzaghi
Serie A2 ore fa

Inter, primo incontro tra Oaktree e Simone Inzaghi: i dettagli

Visualizzazioni: 155 Inter, nel pomeriggio di oggi c’è stato il primo incontro tra esponenti del fondo Oaktree e Simone Inzaghi....

Calciomercato2 ore fa

Phillips, niente Leeds ma può andare all’Everton: gli scenari

Visualizzazioni: 72 Per Kalvin Phillips non c’è spazio al Manchester City. Sfumato un ritorno a casa ad Elland Road, può...

Serie C2 ore fa

Lecco, ore drammatiche per il destino della società: i dettagli

Visualizzazioni: 74 Lecco, sembra molto vicina la verità per il futuro della società brianzola. Andiamo a vedere nel dettaglio. E’...

Inter Inter
Calciomercato2 ore fa

Inter, arriva dalla Premier il sostituto di Dumfries

Visualizzazioni: 152 L’Inter sta già lavorando al futuro con un occhio al bilancio. Dumfries potrebbe essere sacrificato, e il suo...

Premier League2 ore fa

McKenna, niente Brighton o United: pronto il rinnovo con l’Ipswich

Visualizzazioni: 70 Kieran McKenna è uno dei manager più chiacchierati del calcio inglese, ma per ora non sembra intenzionato a...

Le Squadre

le più cliccate