Home » Serie A » Marcello Lippi: “Tudor mi ha sorpreso, ora è davvero bravo”
Serie A

Marcello Lippi: “Tudor mi ha sorpreso, ora è davvero bravo”

Marcello Lippi, storico Ct che ha portato la nazionale italiana sul tetto del mondo, ha detto la sua su alcuni degli allenatori che apprezza maggiormente.

La figura di Marcello Lippi è una di quelle che rimane impressa nella memoria calcistica del nostro paese.

Dopo una lunga carriera da calciatore, alcuni dei suoi più grandi successi nelle vesti di allenatore hanno luogo sulla panchina della Juventus e, soprattutto, su quella della Nazionale italiana, con cui si laurea Campione del mondo nel 2006.

Lippi ha rilasciato nella giornata di oggi una lunga intervista al giornale “La Gazzetta dello Sport“, trattando i temi più disparati.

Molte delle sue riflessioni sono incentrate su quelle che sono le squadre, con le rispettive guide tecniche, che hanno maggiormente attirato l’attenzione dello storico allenatore italiano.

Lippi: “Juric incarna lo spirito del mio allenatore ideale”

Parole di elogio da parte di Marcello Lippi nei confronti delle squadre che lo hanno sorpreso di più durante questo campionato, che ormai volge lentamente al termine.

Hellas Verona, Sassuolo e Torino sono solo alcune di queste, e a partire proprio dai gialloblù di Tudor questa la sua opinione:

<< Il Verona di Tudor, organizzatissimo, con motivazioni forti. Un pò mi ha sorpreso, non era come Conte o Deschamps, ma un lavoratore serio e taciturno. Ora è proprio bravo >>.

In effetti l’Hellas si è reso artefice di una stagione che ha superato le aspettative, sia dei tifosi che del gruppo squadra.

La formazione scaligera è tra quelle che ha ottenuto il maggior numero di punti nel girone di ritorno e ora occupa la nona posizione in campionato.

E ancora, le parole che attestano grande stima verso i tecnici di Sassuolo e Torino: << Il Sassuolo di Dionisi ha fatto cose notevoli e Juric che incarna lo spirito del mio allenatore ideale: l’aspetto psicologico è più importante della tattica >>.

Infine, una parentesi su Nicola e il lavoro eccellente che sta svolgendo in questo finale di stagione con la sua Salernitana:

<< Ma voglio fare i complimenti anche a uno meno famoso come Nicola. Ogni volta prende una squadra che sembra morta e la porta a credere e spesso la salva. Sono imprese eccezionali. Lo aspetto dalla prima giornata, se lo merita >>.

Tudor, Marcello Lippi

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO: https://www.calciostyle.it/serie-a/hellas-verona-nel-2022-meglio-di-roma-e-fiorentina

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

I commenti sono chiusi.

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Serie A