Home » Serie A » Juventus, Allegri gongola ma non si scompone: “Non pensiamo allo scudetto”
Serie A

Juventus, Allegri gongola ma non si scompone: “Non pensiamo allo scudetto”

Il carismatico tecnico della Juventus, Max Allegri, ha commentato la vittoria contro il Napoli ma non intende parlare ancora di lotta scudetto. Le sue parole

Indice

La Juventus allunga sul Napoli

Anche il Napoli finisce nella lista delle vittime del corto muso della Juventus e di Allegri in questa stagione. Vittoria per 1-0 ma il mister livornese non ci sta a parlare di scudetto. Ecco le sue parole ai microfoni di Dazn: Vincere stasera è stato molto importante. Abbiamo messo il Napoli a -12 ed è un ottimo risultato. Per quanto riguarda sogni e scudetti, credo che noi dobbiamo continuare a lavorare passo dopo passo, migliorare in certi aspetti della partita perché sbagliamo troppo tecnicamente. Nel primo tempo i ragazzi sono stati bravi, poi nel momento di difficoltà la squadra diventa un blocco granitico e occasioni loro non ne hanno avute”.

ALLEGRI SAN SIRO juventus

Massimiliano Allegri

La strategia di Allegri

Il tecnico ci tiene a mantenere la calma. Secondo Allegri non bisogna parlare di scudetto, perché la Juventus non è ancora al livello della “squadra più forte”, riferendosi, ovviamente, all’Inter. È davvero ciò che pensa o si tratta di semplice strategia comunicativa per tenere lontani i riflettori dalla sua squadra? Stando alle parole del mister: “La comunicazione interna è sempre quella. Possiamo anche dire che abbiamo ambizione e voglia di vincere lo scudetto, ma non bisogna pensare a quello che sarà. Dobbiamo pensare alle partite, migliorando tecnicamente e facendo punti. Più ne facciamo, più abbiamo possibilità di entrare in Champions e restare attaccati a quella che al momento è la squadra più forte del campionato”.

Su Juventus – Napoli

Vincere di misura, senza subire, non è un caso per Allegri. Come ha tenuto a precisare ieri: “Non ci siamo scomposti dopo quel rischio del primo tempo ed è un segno di maturità e convinzione. Anche dopo il gol annullato a Osimhen siamo rimasti in partita. Vlahovic ha fatto una bella partita, ha dominato l’avversario. Lui e Chiesa hanno capito che devono mettersi a disposizione, perché in panchina ho due grandi cambi”.

LEGGI ANCHE:  Milan-Empoli: le probabili formazioni e dove vederla

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Serie A