La Fiorentina riparte dal suo nuovo Dieci, Commisso vuole blindare Gaetano Castrovilli. Il Presidente perso Federico Chiesa e con Milenkovic, che non pare intenzionato a rinnovare con i viola secondo i rumors, vuole fare del ragazzo di Canosa di Puglia il simbolo della propria Fiorentina. Castrovilli ha un contratto fresco di rinnovo lo scorso ottobre, 1,5 milioni annui fino al 2024, ma la dirigenza gigliata è pronta ad allungarlo per un altro anno con un adeguamento economico pari ai top stipendi di casa viola.  Un uleriore riconoscimento per un giocatore che sta diventando grande con la maglia viola. Commisso desidera che la Fiorentina non sia pù vista come una società di passaggio e nelle intenzioni è quello di creare un club che possa stare costantemente in Europa e per questo è necessario tenere i giocatori più importanti: Gaetà come lo chiama Rocco, deve essere il primo. Castrovilli a Firenze si trova benissimo, ha trovato l’amore con l’ex Miss Italia Rachele Risaliti. I presupposti che nei prossimi incontri con l’agente Minieri di Castrovilli si trova un accordo soddisfacente per tutti sono alti. A riportare la notizia è il Corriere Fiorentino.

Il punto sugli altri rinnovi

Dopo il punto su Castrovilli è in attesa di conferma l’accordo trovato con Biraghi per un contratto fino al 2024: nei prossimi giorni potrebbe arrivare l’ufficialità. Detto delle difficoltà su Milenkovic, la Viola comunque proverà a rinnovare, il ragazzo, che oggi compie 23 ann si trova bene a Firenze ma è il procuratore Ramadani ad essere ai ferri corti con la nuova dirigenza viola, la Fiorentina potrebbe a breve proporre il rinnovo a capitan Pezzella. Il futuro dell’argentino è stato piuttosto vociferato nell’ultimo mercato, lo stesso Pradè si è dimostrato stizzito per proposte irricevibili avute l’ultimo giorno di mercato. In questo caso pare soprattutto l’agente voglioso di far cambiare aria al proprio assistito, mentre Pezzella, anche attraverso i social, si è dichiarato voglioso di continuare in viola. Per lui domenica ci potrebbe essere l’esordio in campo dopo l’infortunio, poi il futuro potrebbe spostarsi in un incontro con la dirigenza viola. Per Dusan Vlahovic invece non c’è fretta. Il suo accordo attuale scade nel 2023, ma dopo l’annuncio di prolungamento imminente da parte del giocatore durante il lockdown, adesso, si aspetta solo la firma, nero su bianco.

 

foto acffiorentina.com