I nostri Social

Notizie

Udinese-Milan: pagelle e considerazioni sui rossoneri

Pubblicato

il

Il Milan lascia lo stadio Friuli con in tasca i preziosi tre punti ed il quarto posto mantenuto coi denti a seguito di una partita molto difficile e fisica. L’Udinese ha dimostrato di essere squadra tosta, ben messa in campo da mister Velazquez e soprattutto molto muscolare contro la quale è sempre difficile giocare ed esprimere il proprio gioco.

Indice

Cosa ha funzionato

Dopo 16 partite ad incassare gol finalmente la porta rossonera è rimasta inviolata e questa notizia non è da poco. La difesa si è mossa discretamente bene con Donnarumma abile a guidarla con autorità e soprattutto con due ottime parate che sicuramente danno morale dopo alcune prestazioni non proprio impeccabili per il giovane portiere rossonero.

Altra cosa positiva vista ieri è la grinta, quella famosa garra sempre invocata da Gattuso che ieri si è vista per buona parte della gara. Vincere due partite nei minuti di recupero non è sempre fortuna, è anche segnale che la squadra non molla, ci crede fino all’ultimo anche quando le energie vengono meno e quando si gioca decimati causa i numerosi infortuni che in questi giorni stanno minando impietosamente il club. La critica che ho sempre fatto a Gattuso era che i giocatori in campo non si impegnavano, o meglio, non dimostravano carattere, non mostravano gli attributi in parecchi spezzoni di gara.

In queste ultime due partite la grinta si è vista eccome, ma ovviamente non si vince solo con la grinta, vanno sistemate parecchie cose altrimenti è impossibile poter fare risultato contro la Juventus.

Bakayoko ha giocato abbastanza bene, notizia non di poco conto dopo le disastrose prestazioni nelle rare volte che è stato chiamato in causa. E’ finalmente riuscito a prendere in mano le redini del centrocampo e, nonostante ancora un po’ confuso con la palla ai piedi, ha scardinato una quantità enorme di palloni dai piedi degli avversari mostrando fisico e denti quando serviva.

Da qui a riscattarlo 40 milioni ci passa un abisso, ma le speranze di vederlo in miglioramento finalmente ci sono e potrebbe essere quel giocatore ritrovato che farebbe senz’altro bene ad un centrocampo falcidiato dagli infortuni e bisognoso di fisicità.

Emergenza infortuni

Infermeria stracolma quella rossonera. La situazione appare quantomeno preoccupante con Caldara e Biglia fuori per per settimane e non recuperabili nel breve, Kessiè e Calhanoglu che avrebbero bisogno di riposo per rimediare una condizione non al top senza dover sempre ricorrere ad antinfiammatori e buona volontà e la new entry Higuain che ieri è stato costretto ad abbandonare il terreno di gioco a seguito di una fitta alla schiena durante un contrasto con Mandragora al 36′ del primo tempo.

In giornata si valuteranno le sue condizioni e, salvo complicazioni, potrebbe essergli concesso un turno di stop contro il Betis per ritrovarlo in campo nella delicata sfida contro la Juventus abile ed arruolato.

Le pagelle

Donnarumma 6,5: non incassa reti ed è già un successo. Guida bene la difesa facendosi trovare pronto in ogni occasione. Lo possiamo dire, era ora.

Abate 5,5: perde qualche pallone di troppo e non convince mai del tutto nè in fase difensiva nè in quella propositiva. Poca lucidità.

Zapata 5: che sappia difendere non vi sono dubbi, ma con la palla ai piedi è disastroso, troppi evidenti ed elementari errori commessi, disattenzioni che potevano costare molto caro.

Romagnoli 7,5: il migliore dei rossoneri e non solo per il gol. Gioca con evidente personalità, combatte come un leone ed è autore di un pregevole gol al 97′ che per il Milan sta diventando una piacevole consuetudine. Sempre più leader.

Rodriguez 5,5: primo tempo da 5, secondo da 6 pieno. Dai suoi piedi è lecito aspettarsi di più in fase propositiva. Annebbiato per gran parte della gara, pochissime idee e molto confuse.

Suso 6,5: gioca una marea di palloni, si divora un gol al 59′, appare forse meno lucido del solito, ma impeccabile ancora una volta come uomo assist, suo infatti il passaggio vincente per il gol di Romagnoli.

Kessiè 6: gioca grazie all’aiuto degli antidolorifici, come accade ormai da settimane, soffre non poco, ma combatte anche come un leone anche se spesso manca di lucidità.

Bakayoko 7: non merita appieno questo voto, ma il giocatore va lodato ed incoraggiato per quanto ha fatto vedere in campo, per come ha interpretato la gara, per come ha saputo reagire alle forti critiche dei giorni scorsi e per come abbia saputo dominare il centrocampo per buona parte della gara.

Laxalt 5: serata da dimenticare, troppi errori, passaggi sbagliati ed imprecisioni generali come spesso gli accade da troppe partite ormai. Sul talento e sulla dinamicità non si discute, sul fatto che probabilmente non sia da Milan nemmeno.

Borini 6: subentra a Laxalt, ci mette cuore, combatte e si propone.

Higuain 5,5: non entra nel vivo della partita, poco servito e poco ispirato. Costretto ad uscire al 36′ per una botta alla schiena durante uno scontro con Mandragora.

Castillejo 6,5: subentra a seguito dell’infortunio di Higuain. Si rende pericoloso in più occasioni e diventa l’anima del Milan nel secondo tempo. Merita più spazio, la sua dinamicità sa far male.

Gattuso 6,5: costretto a fare di necessità virtù causa una situazione disastrosa all’interno dell’infermeria, il Milan scende bene in campo, soffre i muscoli dell’Udinese forse troppo, ma vuole vincere e la grinta che ci mette per farlo è lodevole. L’idea che serva qualcosa in più al gioco non lascia dubbi, ma ieri contava vincere per mantenere il quarto posto e la vittoria c’è stata.

 

Notizie

Rinvio a giudizio per Agnelli e gli altri ex manager Juventus

Pubblicato

il

Agnelli - Depositphotos

La procura di Roma ha richiesto il rinvio a giudizio per gli ex vertici della Juventus, nell’ambito dell’inchiesta sui conti della società.

Il fascicolo è stato affidato ai pm Lorenzo Del Giudice e Giorgio Orano, specializzati in reati economici, sotto la supervisione del procuratore aggiunto Giuseppe Cascini.

La situazione dell’ex-presidente della Juventus

La procura di Roma ha chiesto rinvio a giudizio per gli ex vertici della Juventus, nell’ambito dell’Inchiesta Prisma. Avviata inizialmente dai pm torinesi e poi trasferita a piazzale Clodio per competenza.

Tra gli indagati ci sono una decina di persone. Appaiono infatti l’ex presidente Andrea Agnelli, l’ex vice Pavel Nedved, Fabio Paratici e Maurizio Arrivabene.

juventus

Le accuse contestate nell’inchiesta includono, a vario titolo, aggiotaggio, ostacolo alla vigilanza e false fatturazioni. In particolare, l’accusa ipotizza plusvalenze fittizie e manovre sugli stipendi dei calciatori durante la pandemia da Covid-19.

È ancora in fase di indagine il filone relativo al bilancio della Juventus al 30 giugno 2022. La trasmissione degli atti a Roma era stata decisa dalla Cassazione, la quale aveva dichiarato l’incompetenza territoriale di Torino: ordinando quindi il trasferimento degli atti a Roma.

Continua a leggere

Notizie

Lazio, gli ultimi dati sulle tessere vendute

Pubblicato

il

lazio

La Lazio, nell’ultima stagione, è reduce da un’annata non troppo brillante, che ha visto la squadra capitolina arrivare solamente al settimo posto.

Con una contestazione in atto ed una campagna acquisti non proprio esaltante, sopratutto con l’obiettivo principale sfumato (Mason Greenwood), la Lazio si attinge a completare la prima fase di vendita degli abbonamenti.

Lazio, il dato sulle tessere vendute

Nella giornata odierna, la società biancocelste ha raggiunto, nella prima fase di vendita degli abbonamenti con prelazione, circa 9500 tessere. Il club spera di arrivare nella fase finale di vendita libera almeno a 20/21 mila tessere staccate.

lotito lazio

Nelle giornate di venerdì 19 e sabato 20 luglio, i tifosi che non hanno sottoscritto l’abbonamento nella fase di prelazione potranno acquistare la tessera nei posti rimasti liberi dalla fase precedente.

Dal 22 di luglio inizierà la fase di vendita libera che si concluderà il 10 di agosto. Una settimana prima dell’inizio del campionato di Serie A, in cui la Lazio incontrerà il Venezia nella prima giornata.

Continua a leggere

Notizie

Milan, visite finite per Morata: le sue prime parole

Pubblicato

il

Ovviamente manca ancora la firma sul contratto, ma si può dire ormai che Alvaro Morata sia un nuovo giocatore del Milan. Ecco le sue prime dichiarazioni.

Milan

Ci siamo, il Milan batte finalmente il primo colpo del suo mercato estivo. Alvaro Morata ha effettuato e concluso le visite mediche di rito: sarà presto un giocatore rossonero. Ai microfoni di Sky ha rilasciato le sue prime parole.

Indice

Morata: “Scelto il Milan per la fiducia di Zlatan…”

Un’operazione che la società rossonera ha voluto fortemente e che lo stesso Morata ha spinto perché si potesse concretizzare.

Il Milan avrà il suo nuovo attaccante (non è detto che sia l’unico) grazie al pagamento dei 13 milioni di euro della clausola che lo legava all’Atletico Madrid.

Al termine delle visite mediche, ecco le sue prime parole da rossonero:

“Convinto dalla fiducia che mi ha dato Zlatan, la squadra e l’allenatore. Non vedo l’ora di iniziare ma prima vado in vacanza per stare insieme alla mia famiglia che mi ha aiutato tanto. Mi allenerei già domani.”

L’attaccante spagnolo, infatti, dopo aver concluso la stagione con la maglia dell’Atletico, è stato impegnato nella spedizione tedesca con la nazionale della Spagna e per lui gli impegni sono terminati solo tre giorni fa, con la vittoria dell’Europeo.

Sul ritorno in Serie A:

“Mi avete sempre trattato con un rispetto incredibile e non vedo l’ora di venire in vacanza in Italia per poi tornare ad allenarmi con la squadra per giocare in Serie A.”

Sui dialoghi con Ibrahimovic e la maglia numero 9:

“Zlatan mi ha trasmesso cose positive, so che ho davanti i miei migliori anni di carriera e voglio giocare in questo grande club che è il Milan. Se avrò la 9? Vediamo.”

Continua a leggere

Ultime Notizie

Calciomercato6 minuti fa

Ufficiale Cagliari: tre colpi dall’Atalanta

Visualizzazioni: 9 Cagliari: tre nuovi rinforzi per Davide Nicola, arrivano tutti dall’Atalanta: Michel Adopo, Nadir Zortea e Roberto Piccoli. Davide...

torino ilic torino ilic
Calciomercato16 minuti fa

Torino, Ilic sempre più Zenit: Vagnati sceglie il sostituto

Visualizzazioni: 34 Il Torino è sempre più vicino a cedere Ivan Ilic allo Zenit San Pietroburgo: Vagnati valuta il sostituto....

Lecce, Corvino Lecce, Corvino
Calciomercato27 minuti fa

Lecce: Corvino fiuta il colpo a centrocampo

Visualizzazioni: 28 Pantaleo Corvino sta considerando l’acquisto di Dennis Praet per rinforzare il centrocampo del Lecce. Il centrocampista belga, che...

juventus juventus
Calciomercato37 minuti fa

Aston Villa, cessione illustre in Arabia: via per 60 milioni

Visualizzazioni: 32 L’Aston Villa ha chiuso un’operazione in uscita verso l’Arabia Saudita. La cessione riguarda uno dei punti fermi della...

Calciomercato46 minuti fa

Ufficiale Atalanta: ecco Sulemana!

Visualizzazioni: 32 L’Atalanta ha ufficializzato tramite comunicato ufficiale l’acquisto di Ibrahim Sulemana, centrocampista ghanese del 2003, proveniente dal Cagliari. Sulemana...

Calciomercato56 minuti fa

Calciomercato Juventus, a che punto è il colpo Koopmeiners

Visualizzazioni: 61 Oramai ci siamo. L’arrivo di Teun Koopmeiners alla Juventus non è più solo una suggestione, ma serve prima...

romero romero
Calciomercato1 ora fa

Milan, Romero in uscita: ecco dove andrà

Visualizzazioni: 90 L’intenzione del Milan è quella di sfoltire la rosa dopo i diversi rientri dai prestiti e Luka Romero...

Calciomercato1 ora fa

Roma, nuovo infortunio per Abraham: tempi di recupero e risvolti sul mercato

Visualizzazioni: 215 L’ultimo anno solare di Tammy Abraham non è stato, per usare un eufemismo, particolarmente fortunato: il suo calvario...

Agnelli - Depositphotos Agnelli - Depositphotos
Notizie2 ore fa

Rinvio a giudizio per Agnelli e gli altri ex manager Juventus

Visualizzazioni: 53 La procura di Roma ha richiesto il rinvio a giudizio per gli ex vertici della Juventus, nell’ambito dell’inchiesta...

Calciomercato2 ore fa

Ufficiale Torino: Coco è un nuovo giocatore granata

Visualizzazioni: 53 Il Torino ha trovato subito l’erede di Buongiorno passato al Napoli: dal Las Palmas arriva Coco. Questo il...

Le Squadre

le più cliccate