Home » Notizie » L’Italia vince all’ultimo respiro: le pagelle degli azzurri
Notizie

L’Italia vince all’ultimo respiro: le pagelle degli azzurri

All’ultimo respiro l’Italia riesce a battere gli USA grazie al gol del subentrato Politano, dopo aver collezionato nell’arco dei 90 minuti tante occasioni da gol non sfruttate a dovere dagli attaccanti azzurri. Fra le note positive si segnalano l’ottimo esordio di Sensi e la grande solidità difensiva che per le terza volta consecutiva ha portato gli azzurri a non subire gol. Resta però ancora il problema realizzativo.

Le pagelle degli azzurri

Sirigu voto 7. Non si sporca mai i guanti nel primo tempo, poi sfodera una grandissima parata nella ripresa. Gioca bene con i piedi quhando viene chiamato in causa.

De Sciglio voto 6. È bravo in entrambi le fasi, senza sfoderare grandi giocate. Non corre mai pericoli in fase difensiva.

Bonucci voto 7. Gli avversari che ha davanti non sono certo dei colossi, però lui dimostra sempre grande sicurezza. Gioca d’anticipo e costruisce. Che classe il lancio d’esterno per Lasagna. Gran giocatore.

Acerbi voto 6,5. Buona partita del centrale azzurro. Bravo a non concedere niente agli attaccanti statunitensi.

LEGGI ANCHE:  Top e Flop di Champions League: aspettando la finale Liverpool – Real Madrid

Emerson voto 6. Percorre la fascia a ripetizione, facendo vedere anche le sue notevoli doti tecniche. Ottimo il cross nel secondo tempo non sfruttato dai compagni. Perde un po’ troppe volte palla.

Barella voto 6. Dopo le ottime prestazioni precedenti, gioca una partita ordinata, limitandosi al “compitino”.

Gagliardini s.v.

Verratti voto 7,5. Altra partita di altissimo livello per il centrocampista del Psg. Gioca con una facilità incredibile, dimostrando anche un’ottima condizione atletica. Fraseggia a meraviglia con i compagni e sfodera lanci millimetrici, come quello per Lasagna nella ripresa. Va anche vicino al gol di testa, non certo il pezzo forte della casa.

Sensi voto 7. Esordio straordinario del centrocampista del Sassuolo che gioca con una personalità da veterano, chiedendo spesso palla anche quando pressato. Bravissimo sia in fase di costruzione che in interdizione. Nel primo tempo mostra la sua enorme tecnica con due intuizioni geniali, una per Chiesa ed una per Bonucci.

Berardi voto 6,5. Buona partita per il giocatore del Sassuolo che si dimostra, fin dall’inizio, voglioso di mettersi in mostra. Cerca spesso di costruire gioco, ma spesso sbaglia l’ultimo passaggio. Va anche vicino al gol nel primo tempo con un gran sinistro dei suoi su cui è bravo il portiere avversario a mettere in corner.

LEGGI ANCHE:  Pato rescinde: futuro in Italia?

Grifo voto 6. Insigne gli lascia n. 10 e dopo pochi minuti scopriamo il perché: ottimo il suo destro a giro in avvio di ripresa su cui è bravo Horvath a mettere in angolo. Nel complesso un buon esordio.

Kean voto 6. Entra bene in partita, dimostrando di avere grandi doti fisiche e tecniche. Dopo un po’ di emozione, si scioglie e si rende pericoloso in alcune circostanze.

Lasagna voto 5,5. L’unica insufficienza della serata, non certo per l’impegno messo in campo, ma per le enormi occasioni sprecate. Mette l’anima in campo, ma sono davvero troppe le palle gol mangiate dall’attaccante dell’Udinese, soprattutto nella ripresa.

Politano voto 7. È suo il gol vittoria, dopo un ottimo stop orientato. Dimostra così il suo grande momento di forma. Grande giocatore.

Mancini voto 6,5. Pur cambiando interpreti, lo spartito è lo stesso: pressing, fraseggio e verticalizzazioni. L’unica pecca resta la scarsa vena realizzativa mostrata anche stasera. Come note positive: terza partita senza subire gol.

LEGGI ANCHE:  Iago Falque:"La mia Roma era pazzesca".

 

 

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie