I nostri Social

Notizie

La Fiorentina ha il “mal da trasferta”: il dato è preoccupante

Pubblicato

il

NON USARE!

La vittoria agguantata all’ultimo secondo contro il Maccabi Haifa non cancella i dubbi sulla tenuta esterna della Fiorentina.

Il gol di Barak (sempre lui, dopo la rete decisiva in semifinale l’anno scorso contro il Basilea) evita alla Fiorentina l’ennesima trasferta senza il bottino pieno. E per di più contro una squadra che nemmeno giocava in casa, dato che le squadre israeliane hanno momentaneamente traslocato in terra ungherese.

Fiorentina, numeri horror fuori casa

Prima della partita di ieri sera, la formazione gigliata veniva da sei trasferte consecutive senza vittorie. In generale quest’anno sono state 18 partite fuori casa giocate dalla squadra viola, con appena cinque le vittorie ottenute lontane dall’Artemio Franchi.

Il dato diventa ancor più allarmante se si prendono in considerazione soltanto le partite europee, dove quella contro il Maccabi Haifa è stata appena la seconda vittoria in trasferta ottenuta in campo internazionale.

Leggermente meglio nei confini nazionali, dove la Fiorentina è ottava in classifica (in ex-aequo con il Monza) nella speciale classifica delle gare esterne.

Fiorentina

Questa viola per Atene non basta

Un percorso diametralmente opposto a quello avuto l’anno scorso, dove la Fiorentina vinse sei delle otto trasferte disputate. Un trend che, fatto salvo per qualche incidente di percorso occorso fra le mura domestiche, ha portato i viola sino alla finale di Praga poi persa contro il West Ham.

Eppure, la sensazione che si ha guardando la Fiorentina è sempre quella di una squadra non piena. Se migliora il rendimento casalingo crolla quello in trasferta. Se migliora lo score contro le grandi peggiora quello contro le medio-piccole. Se la squadra si mostra più matura nell’affrontare un certo tipo di partite, vedi la trasferta di Udine o la gara interna vinta contro il Bologna, la cosa viene subito bilanciata da partite in cui i gigliati non riescono a esprimere la propria idea di calcio in maniera fluida e convincente.

E Vincenzo Italiano, almeno stando allo stato attuale delle cose, non sembra essere ancora riuscito a porre rimedio a questo atavico problema. La formazione toscana è in corsa per tutti e tre gli obiettivi di stagione, ma, esattamente come l’anno scorso, rischia di arrivare all’ultima curva con il consueto cerino in mano.

La Fiorentina vista a Budapest, ma soprattutto una squadra che ha vinto tre delle ultime tredici uscite stagionali, non pare attrezzata per nessuno degli obiettivi che si è posta. Viene quindi spontaneo domandarsi che senso abbia essere in corsa a Marzo per tutti gli obiettivi se poi si ha la latente sensazione che non ci sia la possibilità di centrarne nessuno.

Se si eccettua la possibilità di rimandare i giudizi sulla stagione fra qualche mese, ovviamente, nascondendosi dietro lo specchietto delle allodole di una stagione da protagonisti. Ma fra chi assiste a uno spettacolo e chi lo interpreta c’è una netta differenza. Anche il pubblico viene sempre ripreso dalle telecamere, ma l’applauso finale se lo prende chi sta sul palco. Gli altri partecipano e al massimo, al termine dello show, potranno dire “però io c’ero“.

Notizie

Salernitana: i convocati per il match contro la Fiorentina

Pubblicato

il

Salernitana: di seguito i convocati da Stefano Colantuono per il match tra i granata e i viola in programma domani, domenica 21 Aprile 2024 alle ore 18:00

Salernitana

I Convocati

Salernitana, i convocati per la Fiorentina

Di seguito la lista dei convocati granata per il match contro i viola in programma domani, domenica 21 Aprile 2024 alle ore 18:00 allo Stadio Arechi:

Portieri: Allocca, Costil, Fiorillo, Ochoa;

Difensori: Bradaric, Fazio, Pasalidis, Pellegrino, Pierozzi, Pirola, Sambia, Zanoli;

Centrocampisti: Basic, Candreva, Gomis, Legowski, Martegani, Sfait, Vignato;

Attaccanti : Ikwuemesi, Simy, Tchaouna, Weissman.

Continua a leggere

Notizie

Ultim’ora Milan, accordo trovato con Lopetegui: manca l’ok di Ibrahimovic

Pubblicato

il

Ultim’ora Milan, clamoroso quello che sta accadendo. Trovano assolutamente conferma le parole di Dagospia in merito ad un accordo con il tecnico spagnolo. 

Il Milan ha avuto da poco altri contatti con Julen Lopetegui. Il tecnico spagnolo ha dato l’ok a trasferirsi a Milano per assumere la panchina del club di Via Aldo Rossi.

Al momento manca l’ok di Ibrahimovic il quale starebbe spingendo per Antonio Conte, allenatore non gradito all’altra parte della dirigenza. Una vera e propria spaccatura.

Non ci resta che aspettare, ma l’accordo con lo spagnolo è reale. Ci sarebbe già anche parlato di cifre.

Continua a leggere

Notizie

Milan, il treno Conte passa una volta: follia perderlo adesso

Pubblicato

il

Milan, come essere a una stazione, vedere fermarsi il treno Antonio Conte e non fermarsi. Follia o ragione?

Il Milan potrebbe pentirsi amaramente di non salire sul treno Antonio Conte. Perché tirato così a lucido, ruspante e pronto a macinare chilometri non lo si vede molte volte. Ora, bando alle metafore, la situazione che si presenta ora in casa Milan è probabilmente la migliore per compiere quel doveroso upgrade sulla panchina.

Eh…ma Conte vuole allenare campioni. Bugia, o meglio, non esatto. Ricordiamo tutti da quali giocatori era composta la sua Juventus, oppure chi erano i protagonisti con la sua Nazionale. Ma poi, i giocatori del Milan sono da buttare via? Siamo certi che a Conte non piacerebbe allenare gente come Maignan, Tomori, Theo Hernandez, Loftus-Cheek Pulisic, Leao…non proprio gli ultimi arrivati.

Lui vuole il Milan, ma ribadisco con fermezza che è il Milan ad avere bisogno di lui. Per fare lo step successivo, quello di acquistare 3-4 giocatori di livello ed affidarsi a colui che sa perfettamente costruire un ciclo vincente. Senza lasciare le macerie, come si dice erroneamente. Chiedete ad Allegri o a Simone Inzaghi se hanno trovato resti di giocatori, o una solida base di partenza per fare bene. Probabilmente vi risponderanno la seconda.

Milan

Conte è pronto per il Milan ed il Milan è pronto per Conte. Anche a livello economico. La presenza stabile in Champions ed una situazione solida di bilancio può ora permettere di spendere una cifra importante alla voce allenatore. Se non ora quando?

Che senso avrebbe disperdere energie e soldi per allenatori mediocri, alla Pioli per intenderci, quali Lopetegui Fonseca Gallardo? Gente che non sa minimamente quali difficoltà vi possano essere nel nostro campionato? Non sarebbe di certo un passo avanti, forse uno indietro. E non era stato lo stesso Cardinale ad avere detto che ci vuole un’evoluzione? Non era stato lo stesso Cardinale a definire Ibrahimovic la sua estensione in Italia?

E Ibra vuole Conte. Ma quindi perché non prenderglielo? Chi finge di comandare ed in realtà viene comandato da altri? A quale gioco si sta giocando? Sono tutte voci per distogliere l’attenzione sul vero obiettivo che è Conte? Vorrei crederlo, ma in cuor mio sto aspettando la sorpresa. E temo non piacerà a me ed ai tifosi rossoneri.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Psg Psg
Ligue 11 ora fa

Skriniar, flop milionario al PSG: può dire addio già in estate

Visualizzazioni: 207 Ambientamento non facile a Parigi per Milan Skriniar, che dopo una stagione d’esordio molto deludente potrebbe già andare...

Notizie2 ore fa

Salernitana: i convocati per il match contro la Fiorentina

Visualizzazioni: 8 Salernitana: di seguito i convocati da Stefano Colantuono per il match tra i granata e i viola in...

Iervolino Iervolino
Calciomercato2 ore fa

Salernitana, vendere per ripartire

Visualizzazioni: 216 La Salernitana oramai ad un passo dalla Serie B s’interroga sul proprio futuro. Come riporta la Gazzetta dello...

Calciomercato2 ore fa

Calciomercato Milan: l’obiettivo per la mediana gioca in Premier

Visualizzazioni: 552 Al netto delle parole che Furlani ha rilasciato solo qualche giorno fa, il Milan nel prossimo mercato punterà...

Udinese Udinese
Serie A3 ore fa

Hellas Verona-Udinese, le formazioni ufficiali

Visualizzazioni: 214 Hellas Verona-Udinese è il Saturday Night della 33esima giornata di Serie A e uno spareggio importantissimo in ottica...

Serie B3 ore fa

Serie B, il Venezia rimonta e tiene il passo del Como | Pari nel derby ligure

Visualizzazioni: 228 Serie B, alle 16.15 si sono giocate le restanti partite del 34esimo turno. Paura Venezia, la vittoria che...

Champions League3 ore fa

Guardiola: “La Champions l’abbiamo vinta grazie a Lukaku”

Visualizzazioni: 323 Tornato a parlare di Champions League dopo l’eliminazione contro il Real Madrid di Ancelotti, nonostante un’ottima prestazione, leggiamo...

Calcio Femminile3 ore fa

Roma Femminile, Betty Bavagnoli rinnova

Visualizzazioni: 309 Betty Bavagnoli rinnova il contratto con la Roma femminile fino al 30 giugno 2027. A partire dal 2021-22...

Lazio, Guendouzi Lazio, Guendouzi
Serie A4 ore fa

Lazio, intreccio Guendouzi-Kamada: cosa sta succedendo

Visualizzazioni: 253 Sarà un’estate di porte girevoli in casa Lazio. Non solo gli addi annunciati di Felipe Anderson e Luis...

Roma Femminile Roma Femminile
Calcio Femminile4 ore fa

Serie A Femminile: Fiorentina-Roma termina in pareggio

Visualizzazioni: 378 Finisce a reti inviolate la sfida tra le viola e le giallorosse. La Roma rimanda così la festa...

Le Squadre

le più cliccate