Home » Notizie » Carlo Pellegatti, appello al Milan:” Serve fare mercato ed un attaccante”
Notizie

Carlo Pellegatti, appello al Milan:” Serve fare mercato ed un attaccante”

Carlo Pellegatti, noto giornalista di fede rossonera, lancia un vero e proprio appello alla dirigenza rossonera. Vediamolo qui di seguito.

Il Milan ha la coperta corta. Troppo corta per affrontare ancora tutti gli impegni di una stagione, ossia campionato, Coppa Italia e Champions League. Di fatto un solo attaccante, Olivier Giroud, una fascia destra con qualche contrattura di troppo, la sinistra con il solo Rafael Leao ed un centrocampo probabilmente non all’altezza se togliamo il tandem Tonali/Bennacer.

Troppo poco per non reclamare un intervento sul mercato durante il mese di gennaio. E lo fa proprio lo stesso Carlo Pellegatti tramite il suo canale Youtube. 

Queste le sue parole:” Voglio rivolgere un accorato appello. Questi ragazzi ci hanno e mi hanno emozionato. Il cammino del Milan è stato straordinario la scorsa stagione. Il finale da capogiro. Là davanti l’emergenza ha costretto Giroud a giocare sei, sette partite di fila. Proprio perchè questa squadra è commovente, merita di essere aiutata. Non solo coi rinnovi di Bennacer e Leao, parliamoci chiaro. Mi riferisco al ruolo dell’attaccante. Cercate un attaccante! Io non posso pensare che il Milan possa giocare le prossime partite con Giroud. Lazetic è troppo giovane, non può essere l’alternativa ed impensabile pensare di utilizzare De Ketelaere in quel ruolo. Serve un attaccante pronto, un’opportunità. Nessuno chiede Gakpo, ma qualcuno di pronto. Questo è il mio appello. Ho paura che prima o poi le energie finiscano“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Milan, il Real Madrid chiama Brahim Diaz: il Diavolo non molla la presa

LEGGI ANCHE:  Milan: per Maldini e Massara semplice influenza

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie