I nostri Social

Notizie

Brighi:” La Roma l’apice della mia carriera”

Pubblicato

il

Roma, presentata la terza maglia

L’ex centrocampista giallorosso Matteo Brighi si è concesso in una lunga intervista al sito ufficiale del club, dove ha ricordato il suo periodo alla Roma e in particolare la sfida con il Cluj del 2009 dove siglò una doppietta storica. Queste le sue parole:

Di cosa si occupa oggi?
“Sto collaborando con l’AIC, l’Associazione Italiana Calciatori. E ho una mia scuola calcio a Rimini insieme ad altri amici. Alleno i bambini”.

Non pensa di fare l’allenatore a livelli professionistici tra qualche tempo?
“Non credo di averlo nelle corde. Ci sono tante tante dinamiche che non mi appartengono”.

Che ruolo ricopre nell’AIC, invece?
“Non ho ancora un incarico ufficiale. Giro per le sedi di diverse squadre insieme ad altri colleghi, parliamo con i calciatori degli argomenti di attualità. Su come comportarsi e quali misure da adottare in questo momento così particolare. Facciamo anche incontri, lezioni, on-line dato che non è sempre semplicissimo girare”.

A proposito, lei come sta vivendo questo momento di emergenza sanitaria legato al Covid?
“Con relativa tranquillità. Si cerca di uscire il meno possibile, di mantenere le distanze e fare tutto ciò che serve. Da quando ho smesso, vivo a Rimini in pianta stabile. Qui ho le mie radici”.

Se le dico Roma?
“Rispondo l’apice della mia carriera. In una realtà del genere ti senti giocatore di calcio a tutti gli effetti. Venivo da anni di Serie A, ma a Roma mi sono completato, maturando del tutto. Per come la città vive il calcio e per l’attenzione costante della società nei confronti dei propri atleti, non può essere altrimenti”.

Come vive il calcio la Capitale d’Italia?
“In modo passionale e quotidiano. Radio, tv, giornali, tifosi ogni giorno fuori dal centro sportivo di Trigoria. C’è un interesse continuo sulla squadra, incessante”.

Un vantaggio o uno svantaggio per chi scende in campo?
“Dipende. Se le cose vanno bene sicuramente si ha una spinta in più. Se le cose vanno male, sei responsabilizzato più del dovuto”.

La squadra di Fonseca giocherà giovedì 26 novembre a Cluj in Europa League. Ha ricordi di un altro 26 novembre, dell’anno 2008, sempre a Cluj?
“Come dimenticare? È la partita che ricordo con maggiore nostalgia e felicità. Feci una doppietta, evento raro per uno che non segnava tanti gol come me. Poi segnarla in Champions League fu un sogno. Uno di quelli che fai da bambino sperando di diventare un calciatore professionista. Soprattutto, vincemmo 3-1 e quel successo ci permise di qualificarci agli ottavi di finale. Era un girone dove ci eravamo complicati la vita perdendo proprio con il Cluj nella prima partita all’Olimpico”.

Furono anni appassionanti e vincenti, quelli. Il segreto di quel gruppo?
“Eravamo uniti, coesi. C’era grande volontà collettiva di giocare bene e vincere le partite. Ed era una squadra forte, con tanto talento. Io avevo un ottimo rapporto con tutti. Facile dire Totti, ma anche Daniele (De Rossi, ndr), Simone Perrotta, Tonetto, Cassetti, Vucinic con il quale ho condiviso tanto tempo”.

Lei diventa un calciatore di proprietà romanista nell’estate 2004 nell’ambito dell’operazione Emerson alla Juventus. Ma arriva a vestire la maglia giallorossa solo nel 2007, dopo tre anni al Chievo. Rammaricato per non essere arrivato prima?
“No, non ho rimorsi particolari se mi guardo indietro, anzi. Quello a Verona fu un momento di passaggio cruciale, che mi permise di giocare con continuità. Arrivai poi alla Roma come giocatore molto più strutturato e affermato, riuscendomi ad inserire in un contesto già molto collaudato e consolidato”.

Grazie a Spalletti.
“Certo, il mister devo ringraziarlo sempre. Per me ha rappresentato tanto. Mi ha dato fiducia, mi ha fatto sentire a mio agio dentro una squadra che veniva da una Coppa Italia appena conquistata. Non a caso mi fece esordire nella finale di Supercoppa Italiana a San Siro contro l’Inter. Entrai nella ripresa al posto di Giuly. Portammo a casa il trofeo vincendo 1-0, con un rigore decisivo di De Rossi”.

Oggi quanto segue il calcio e la Serie A?
“Spesso. Le partite, quando posso, le guardo. Anche quelle della Roma, ovviamente”.

Che idea si è fatto di questo momento? La Roma vince e convince.
“È riuscita ad avere continuità dal post lockdown. Ha cambiato poco rispetto alla scorsa stagione, ha inserito gente di livello come Pedro. Anche la rotazione dei giocatori sta dando frutti. C’è coinvolgimento generale e questo è molto importante in uno spogliatoio. La mano di Fonseca si vede, la Roma gioca bene a calcio”.

Notizie

Lazio: decisi i numeri di maglia per la nuova stagione

Pubblicato

il

lazio

Lazio: la squadra biancoceleste nel pomeriggio ha svolto la sua prima amichevole del suo ritiro estivo ad Auronzo di Cadore.

Lazio

La preparazione della Lazio di Marco Baroni prosegue. La squadra si trova in ritiro ad Auronzo di Cadore per svolgere gli allenamenti in vista dell’inizio del campionato di Serie A, in programma il 18 agosto: quando i biancocelesti scenderanno in campo tra le mura amiche dello Stadio Olimpico di Roma contro il neopromosso Venezia.

I ragazzi di Baroni nel pomeriggio hanno svolto la loro prima sgambata stagionale contro l’Auronzo, utile per vedere se la squadra ha iniziato a carpire il sistema di gioco del nuovo tecnico.

L’amichevole ha dato modo anche di scoprire tutti i numeri di maglia per la nuova stagione 2024/25. Nulla di totalmente ufficiale, dato che i numeri saranno confermati solo prima dell’inizio del campionato.

Di seguito la lista completa:

Portieri: Provedel 94, Mandas 35, Furlanetto 55, Renzetti 59;

Difensori: Lazzari 29, Marusic 77, Patric 4, Romagnoli 13, Casale 15, Kamenovic 16, Pellegrini 3, Fares 93, Milani 78;

Centrocampisti: Guendouzi 8, Akpa Akpro 92, Rovella 6, Cataldi 32, Vecino 5, Dele-Bashiru 7, Basic 26;

Attaccanti: Isaksen 18, Tchaouna 20, Noslin 14, Castellanos 19, Pedro 9, Cancellieri 11, Saná Fernandes 70.

Continua a leggere

Notizie

Tebas (presidente Liga): “Finché ci sarà Florentino Perez la Superlega non è morta…”

Pubblicato

il

Superlega

Il presidente de La Liga Javier Tebas ha parlato ai microfoni di Sport in merito all’ampiamente discusso tema della Superlega che, a suo avviso, sembra ancora ardere sotto le proprie ceneri.

Di seguito quanto dichiarato da Tebas.

La Superlega è ancora attuale

“Sono stato nel calcio per molti anni. Per me, la Superliga non è un formato di competizione, ma un concetto emerso nel 2002 con il G14 che è stato promosso anche da Florentino Pérez. Finché Florentino è a capo del Real Madrid la Superlega non è morta.

È qualcosa che mi mi preoccupa. Perché non si tratta di discutere un modello di competizione, la cosa grave è la governance.

L’ha detto Florentino nell’aprile 2021 e lo ripete nelle assemblee, che viene a salvare il calcio, ‘non preoccupatevi, in solidarietà vi daremo un po’ di soldi’, come se fossimo nell’Europa feudale e il vassallo dovesse andare a pagare le decime al suo signore.

Il Real Madrid si oppone a tutto, ma non convince nessuno. Ha perso quella battaglia nell’aprile 2021. Ha deciso che il suo modello, che i ricchi comandano, deve imporsi.

Cercherà di farlo prima di lasciare la presidenza del Madrid. Ma ha trovato un’opposizione molto forte dalla Liga e dal suo presidente, che non tace, che lo combatte, lo dice: lo ripeterò tutte le volte che sarà necessario.”

Continua a leggere

Notizie

Inter, oggi compie 40 anni l’ex Handanovic

Pubblicato

il

inter Oaktree, Calciostyle

Samir Handanovic, ex portiere sloveno che con l’Inter ha collezionato in tutte le competizioni ben 455 presenze, compie oggi 40 anni.

Arrivato a Milano nell’estate 2012 per 18 milioni di euro dall’Udinese, dal suo approdo in Lombardia si è dimostrato un calciatore fondamentale nei suoi anni con i colori nerazzurri.

Con la maglia dell’Inter Handanovic ha vinto uno Scudetto, due Coppe Italia e due Supercoppe Italiane. Nella stagione 2022-2023 ha deciso di ritirarsi dal calcio giocato, entrando come tecnico nel settore giovanile nerazzurro.

Inter, oggi compie 40 anni l’ex Handanovic

handanovic

La società nerazzurra ha deciso, tramite i suoi social, di fare gli auguri di buon compleanno all’ex portiere nerazzurro, che compie 40 anni oggi.

Tramite un post sul suo profilo Instagram, la società ha messo una foto del portiere con scritto: “Happy birthday Handa“.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Calciomercato6 ore fa

Bologna, un calciatore potrebbe finire in Serie B

Visualizzazioni: 229 Secondo quanto emerso nelle ultime ore, un calciatore del Bologna potrebbe finire in Serie B in vista della...

Genoa Genoa
Calciomercato7 ore fa

Genoa, un calciatore sembra vicino all’addio

Visualizzazioni: 282 Secondo quanto emerso nelle ultime ore, un calciatore sarebbe vicino a lasciare il Genoa in vista della prossima...

Atalanta, Teun Koopmeiners Atalanta, Teun Koopmeiners
Calciomercato7 ore fa

Capello: “Koopmeiners abbina qualità e quantità. La Juve…”

Visualizzazioni: 416 L’ex allenatore della Juventus Fabio Capello ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport. Tra i tanti temi...

lazio lazio
Notizie8 ore fa

Lazio: decisi i numeri di maglia per la nuova stagione

Visualizzazioni: 297 Lazio: la squadra biancoceleste nel pomeriggio ha svolto la sua prima amichevole del suo ritiro estivo ad Auronzo...

Superlega Superlega
Notizie8 ore fa

Tebas (presidente Liga): “Finché ci sarà Florentino Perez la Superlega non è morta…”

Visualizzazioni: 249 Il presidente de La Liga Javier Tebas ha parlato ai microfoni di Sport in merito all’ampiamente discusso tema della...

Europei8 ore fa

Spagna-Inghilterra, le formazioni ufficiali

Visualizzazioni: 253 Spagna-Inghilterra, finale di Euro2024, decreterà la squadra vincitrice della rassegna, nonché la squadra “più forte d’Europa”. L’Inghilterra ci...

Calciomercato8 ore fa

Ufficiale Palermo: arriva Nikolaou

Visualizzazioni: 260 Ufficiale Palermo, il club rosanero chiude un colpo molto importante in difesa in vista di una stagione da...

Calciomercato9 ore fa

Inter, vicino il prestito della stellina in B

Visualizzazioni: 447 L’Inter è pronta a far partire uno dei baby talenti in prestito. Per lui si tratterebbe di un...

Napoli, De Laurentiis lascia andare Demme Napoli, De Laurentiis lascia andare Demme
Calciomercato9 ore fa

Napoli, scelto l’eventuale sostituto di Simeone

Visualizzazioni: 420 Completato anche il colpo Buongiorno, il Napoli adesso si concentrerà sulle cessioni. In attacco sembra ormai scontata la...

Sassuolo Grosso Sassuolo Grosso
Serie B9 ore fa

Sassuolo, ufficiale lo staff di Grosso

Visualizzazioni: 275 Il Sassuolo, durante il ritiro a Ronzone, ha ufficializzato l’intero staff tecnico di Grosso. Scopri con noi i...

Le Squadre

le più cliccate