I nostri Social

Nazionale

Jesi: bagno di folla per Luciano Spalletti al Cesarini

Pubblicato

il

premio cesarini jesi

Autentico bagno di folla a Jesi per Luciano Spalletti al Premio Cesarini 2024.  “L’Italia il mio momento più alto“, ha fatto sapere Spalletti a Jesi. Grande successo nelle Marche per la nona edizione del Premio Renato Cesarini. Grazie alla rete messa a segno al minuto di gioco 103 contro l’Empoli il centrocampista dell’Udinese Lazar Samardzic si è aggiudicato il premio Renato Cesarini per la stagione calcistica 2023/2024. Per la B vince Leo Stulac del Palermo con la rete realizzata al 103’ contro lo Spezia.  Lunedì pomeriggio, al Teatro Pergolesi di Jesi, si è tenuto un ‘Talk Show’ seguito da una premiazione e una cena di gala al Salone delle Feste dell’Hotel Federico II di Jesi. A Teatro il CT Luciano Spalletti è stato premiato da Valerio Zanaglio (Presidente Zato Spa e Vice Presidente Vedrai Spa).

PREMIO CESARINI 2024: ECCO I RICONOSCIMENTI

Presenti e premiati il CT della Nazionale Italiana Luciano Spalletti, l’ex allenatore del Milan e della Nazionale Arrigo Sacchi, il Presidente Lega Serie B Mauro Balata, il Presidente Parma Kyle Krause (il Dirigente Stefano Perrone ha ritirato il premio). Inoltre l’ex Presidente della Roma Rosella Sensi, il calciatore del Bologna e della Nazionale Riccardo Orsolini, Alessandro Gabrielloni bomber del Como (neo-promosso in Serie A).
Poi gli ex azzurri Giuseppe Baresi e Nicola Berti, Massimo Bonini, Michele Padovano, Odoacre Chierico, Sergio Paolinelli.

Dal comunicato stampa ufficiale del Cesarini i nominativi degli altri premiati. Per la sezione ‘Altri Mondi’ sono stati premiati l’Avv. Michele Briamonte (attuale Campione Mondiale Master Kickboxing WKF), il Prof. Matteo Bassetti, il Direttore Generale Lube Civitanova Beppe Cormio, il CT Nazionale Scherma Stefano Cerioni e la pluripremiata Olimpica Valentina Vezzali.

Per la sezione ‘Media’ (Stampa e Tv) il Direttore Ansa Sport Piercarlo Presutti, il Capo Comunicazione e Uff. Stampa Figc Paolo Corbi, il Direttore Corriere Adriatico Giancarlo Laurenzi, Pierluigi Pardo (per il programma Dazn ‘Supertele – Leggero Come un Pallone’). Riconoscimento anche a Giusy Meloni (per il programma radio Tv Rds – Lega Serie A e per i social della trasmissione La Domenica Sportiva).

In seguito il Vice Direttore Rai Sport Marco Lollobrigida e Simona Rolandi di Rai Sport, Luca Marchetti, Paolo Assogna e Massimiliano Nebuloni (Sky Sport), Luca Pagliari (storyteller esperto del personaggio Renato Cesarini), Daniele Bartocci (giornalista sportivo) e Luigi Brecciaroli (AranciaTv).

PREMIO CESARINI: RINGRAZIAMENTI ANCHE ALLA FIGC

Il manager Floriano Bini, organizzatore dell’evento, ringrazia la Regione Marche nella persona del Presidente Francesco Acquaroli, il Sindaco di Jesi Lorenzo Fiordelmondo, Fondazione Pergolesi Spontini, Interporto Marche, Hotel Federico II di Jesi, il Direttore Rai Sport Jacopo Volpi, Luca Marchetti di Sky Sport e tutti i Media locali (Stampa e Tv) che hanno sostenuto la manifestazione.
Una riconoscenza speciale va al Direttore Ansa Sport Piercarlo Presutti, al Direttore Corriere Adriatico Giancarlo Laurenzi che ha dato in queste settimane ampio risalto alla manifestazione e al Presidente Figc Gabriele Gravina che ha permesso la presenza del CT Nazionale Italiana di Calcio Luciano Spalletti il quale ha avuto un autentico bagno di folla, e sottolineiamo un bagno di folla, da parte dei cittadini jesini – e non solo – sia dentro che fuori dal Teatro.

Giornalista marchigiano classe 1989, in oltre 17 anni di giornalismo si occupa di argomenti quali cronaca e sport. Laureato in Economia e Commercio (110 e lode), ha lavorato come telecronista, radiocronista e inviato, rivestendo l’incarico di responsabile ufficio stampa (Jesina Calcio) e collaborando con magazine, settimanali, quotidiani cartacei (Corriere Adriatico) e online. Eletto Professionista dell’anno 2021 Giornalismo Sport & Food a novembre 2021 presso Hotel Principe Savoia Milano, in occasione del prestigioso premio Le Fonti Awards. Ha partecipato negli anni a eventi sportivi come Gran Galà Calcio Serie A Milano, Gran Galà Calcio Serie B, Sport Digital Marketing Festival e Olimpiadi del Cuore di Forte dei Marmi. Nel suo cv un Master Sport – Digital Marketing & Communication del Sole 24 Ore. A marzo 2022 è stato eletto Professionista dell’Anno Comunicazione e Giornalismo Settoriale a Piazza Affari – Borsa Italiana Milano in occasione di Innovation&Leadership Awards. Risulta tra i vincitori del premio ‘Overtime Web Festival 2018’ (miglior articolo sport individuali), si conferma nel 2019 e ottiene il premio giornalistico nazionale Mimmo Ferrara 2019 (menzione speciale all’Odg - Napoli). E’ tra i vincitori del concorso letterario Racconti Sportivi 2019 (Centro Sportivo Italiano – Historica) la cui cerimonia di premiazione si è svolta in occasione della settimana del Salone del Libro di Torino 2019 e al Teatro Arena di Bologna. Si ripete nell’edizione 2020 di Racconti Sportivi. È stato premiato a Maggio 2019 come miglior giornalista under 30 ‘Premio Renato Cesarini 2019’. Nominato tra i migliori 30 millennials d’Italia 2019, vincitore del prestigioso Myllennium Award all’Accademia di Francia a Roma in ambito comunicazione sportiva. A settembre 2019 riceve la menzione d’onore al Premio Letterario Città di Ascoli Piceno. Ha all’attivo interventi e docenze in giornalismo e comunicazione in università e master (Roma, Bologna, Ancona, Macerata). A luglio 2020 viene premiato dal Ministro Sport Vincenzo Spadafora al Myllennium Award 2020 (Accademia di Francia – Villa Medici), alla presenza del Presidente Coni Giovanni Malagò, e ottiene il premio speciale di migliore giornalista giovane al Premio Cesarini ad agosto 2020. A Torino vince sempre nel 2020 il Premio Giovanni Arpino - Inedito dedicato alla letteratura sportiva. Vincitore del titolo di miglior blogger sportivo 2020 (Blog dell’Anno 2020) e del premio di giornalismo sportivo Simona Cigana 2020 (Friuli Venezia Giulia). Vince il Premio Giornalismo Internazionale Campania Terra Felix 2021 (sezione web), anche la menzione speciale al Premio Internazionale Città di Sarzana e al Premio Santucce Storm Festival sempre in ambito storytelling sportivo. Premiato al festival Nazionale del Giornalismo e Racconto Sportivo 2023 e al premio giornalismo internazionale Campania Terra Felix 2023. Autore del libro Happy Hour da fuoriclasse al Bartocci. E’ giornalista Giudice del programma King of Pizza 2022 (Sky Canale Italia - talent-show cucina gourmet). Il suo blog principale è www.danielebartocci.com Ha vinto anche il Premio Pizza d'oro 2022 (giornalismo - evento World Masterchef Milano Marittima) e il premio miglior giornalista giovane 2023 (Teatro dell'Aquila - Fermo - Premio R.Cesarini 2023). Eletto blogger dell'anno 2022 (Blog dell'Anno). Ha ricevuto il riconoscimento (food storytelling) a Excellence Food Innovation (Stadio Olimpico Roma - Cucina della Nonna), confermato tra i migliori professionisti horeca anche per il 2023 (BarAwards 2023). Vincitore del premio 100 Eccellenze Italiane alla Camera dei Deputati (food) e Food and Travel Awards 2022.

Nazionale

Italia, Di Lorenzo: “Parlerò di Napoli a tempo debito. Ora concentrato sull’Europeo”

Pubblicato

il

Di Lorenzo

Il terzino destro della Nazionale Italiana e del Napoli, Giovanni Di Lorenzo, ha parlato dal ritiro degli azzurri in Germania del suo futuro.

Direttamente da Casa Azzurri a Iserlohn Giovanni Di Lorenzo, difensore del Napoli e della Nazionale Italiana, è intervenuto in conferenza stampa a pochi giorni dall’esordio contro l’Albania ad Euro2024. Appuntamento a sabato 15 giugno alle ore 21:00 al Signal Iduna Park di Dortmund.

Tra i vari temi trattati anche la spinosa questione legata al suo futuro, in bilico tra il club partenopeo ed un nuova avventura in Italia.

Napoli, Di Lorenzo

Napoli – Di Lorenzo

Italia, le parole di Di Lorenzo

Avete visto Tamberi ieri sera?

“Sì sì, li stiamo seguendo. Lui ho avuto la fortuna di conoscerlo e facciamo il tifo per lui e per tutta la Nazionale Italiana di Atletica”.

Chi è nel vostro gruppo che ha una personalità alla Tamberi?

“Ieri ho visto la sua bella esultanza… Non lo so, in Nazionale spero di avere l’occasione di festeggiare come lui dopo una grande vittoria”.

Hai pensato di poter essere guidato da due ct: qui da Spalletti, a Napoli da Conte

“Sì, sicuramente sono due allenatori che stanno facendo una carriera incredibile, entrambi hanno raggiunto la Nazionale italiana e quindi solo complimenti, è un onore essere allenati da loro”.

Quanto sei sereno a tre giorni dall’inizio della competizione?

“Io sono serenissimo, sto preparando questo secondo Europeo che è qualcosa di bello. Adesso può sembrare tutto normale, ma per me che ho fatto un percorso venendo dal basso è molto bello, sono orgoglioso. La concentrazione è massima su questa competizione, anche per accantonare la brutta stagione mia e del Napoli. Voglio raggiungere i migliori risultati possibili”.

Cosa è cambiato rispetto al 2021?

“Siamo rimasti 7-8 giocatori ma l’anima di questo gruppo è la stessa. Oltre ad avere grandi giocatori questo gruppo ha dentro grandi uomini, questo è l’aspetto da cui partite per raggiungere grandi risultati”.

Si dice che vuoi lasciare il Napoli, ci puoi spiegare la tua versione?

“Non ho ancora parlato perché la Nazionale decide chi parla… Si sta scrivendo tanto, avrei potuto decidere anche di non venire ma io sono sereno. Ho parlato con la società a fine campionato, ci siamo parlati, ma ora la concentrazione è massima su questa competizione. Ciò che dà fastidio è questo supporre cose, ciò che mi interessa è fare bene qui con la Nazionale”.

Riesci ad essere sereno e concentrato solo sull’Europeo?

“Io sono serenissimo. Qualcuno ha detto che sono triste, silenzioso, ma queste sono stronzate. Sono cose non vere e poi la gente vuole mettere in giro cose non vere, io sono serenissimo e pronto ad affrontare questo Europeo con l’Italia. Poi quando ci sarà il momento di parlare del Napoli lo farò, non mi tirerò indietro, ora la cosa più importante è restare concentrato sull’Europeo”.

Spalletti non ha sciolto le riserve sul modulo e siete tutti in bilico, è corretto?

“Penso sia anche giusto, il mister sta provando tante soluzioni. E’ un gruppo composto da 26 giocatori e poi sarà il mister a scegliere la formazione più adatta”.

Sei settimo per numero di presenze tra i convocati: c’è qualcuno dei nuovi che ti ha sorpreso?

“Scamacca già lo conoscevo, è un giocatore molto forte ma quest’anno ha trovato continuità e ci darà una grande mano. Calafiori in questi primi giorni di ritiro mi ha fatto una bella impressione a conferma del campionato disputato a Bologna. Potrei dire lui”.

Siete più a vostro agio con la linea a quattro?

“Queste sono scelte che farà il mister, ormai gli schemi servono fino a un certo punto. Parlare di numeri è limitante, siamo 26 giocatori di grande livello e la cosa positiva è che in tanti sanno interpretare più ruoli. Questo è un gruppo unito, sano, nessuno vuole prevalere sull’altro e questa è una cosa bella, una buona base di partenza”.

Conte ha grande stima per te, che effetto ti fa?

“Posso solo essere contento di ciò che ha detto, è un grandissimo allenatore ed essere stimato da lui e da grandi allenatori fa piacere, vuol dire che ciò che ho fatto è stato apprezzato”.

Pensi che Spalletti sia cambiato rispetto al Napoli?

“E’ sempre il solito, è un lavoratore e ama stare in campo e far capire la sua idea ai calciatori. Qui magari il tempo è minore, ci sono sedute più lunghe e qualche video in più, ma è tutto secondo i suoi canoni. Il mister non lo vedo cambiato e motivato perché è una grande occasione per lui e per tutti noi”.

A prescindere dalla decisione, la tua decisione sul futuro è definitiva?

Ho parlato con la società a fine stagione e poi sono venuto in Nazionale. Quando sarà il momento di parlare del Napoli parlerò del Napoli, ma ora la mia testa è qui, voglio fare un grande Europeo”.

Qual è la maggior differenza col 2021?

“L’ultimo ritiro siamo stati quasi sempre a Coverciano, qui invece abbiamo vissuto un allenamento tra tantissimi tifosi ed è stata una bella emozione, fa capire quanti italiani ci sono in giro per il mondo e quanto ci tengano alla Nazionale. Per noi è solo un motivo in più per dare il massimo”.

Continua a leggere

Nazionale

L’Italia a Iserlohn si sente a casa

Pubblicato

il

Raduno

 A Iserlohn per gli azzurri il primo allenamento. Subito dopo al via l’ inaugurazione con il consueto taglio del nastro. Per Buffon l’ Italia si sente a casa.

Il capo delegazione Buffon, campione del mondo nel 2006 proprio in Germania sente la stessa accoglienza. Queste le sue parole dopo il taglio del nastro “Nel 2006 avevamo sensazione di giocare in casa, anche ora è così”

Italia

Indice

Il taglio del nastro

Al taglio del nastro  per l’ inaugurazione di Casa Azzurri, intorno le 19:00 a Iserlohn, Antonio Tajani, ministro degli esteri, accompagnato da Gravina oltre a l’ ambasciatore Italiano in Germania e al Sindaco della cittadina sede del ritiro. Non è stato soltanto un evento istituzionale bensì una vera e propria festa anche per tutti i connazionali presenti.

Dopo il primo allenamento, aperto al pubblico, al via l’ inaugurazione: presenti infatti circa 4 mila tifosi connazionali che hanno da subito incitato la squadra con l’ intonazione di cori e tutti rigorosamente vestiti della maglia azzurra.

L’ accoglienza è stata apprezzata  come detto dallo stesso Spalletti al Corriere dello Sport : ” faremo il massimo per ringraziare i nostri connazionali che ci hanno accolti in un modo fantastico

Sarà un momento di festa e aggregazione

Casa Azzurri è un ponte tra tutti i nostri tifosi ” cosi ha parlato Gravina al taglio del nastro.

Ad Iserlohn nel ritiro azzurro infatti, saranno molte le iniziative per far vivere al meglio l’ esperienza europea: Saranno allestiti dei maxi schermi per seguire in diretta le partite della Nazionale ma non solo, si potrà assistere a mostre tra cui “Sfumature di Azzurro“, workshop e concerti. Quest’ ultimi grazie al partner Radio Italia, vedrà al ritiro azzurro le esibizioni di : Noemi, Mr Rain e Tananai solo per citarne alcuni.

Biraghi sponsor Nazionale Italiana di Calcio

 

 

 

 

 

 

Iserlohn sembra Coverciano per l’atmosfera che si respira nel ritiro degli azzurri. La Germania  è sicuramente un bel ricordo, nel 2006 Buffon e compagni portarono a casa un successo che ai più era insperato, nella speranza che l’ aria di casa possa regalare altre “Notti Magiche” (Bennato e Nannini, Italia 90) che solo noi Italiani sappiamo vivere.

 

Continua a leggere

Nazionale

Novità dal raduno dell’Italia

Pubblicato

il

Italia

 Dalla “foresta di ferro” le prime novità dal raduno dell’ Italia. Dopo il primo allenamento, già alcune indicazioni, poi al via il taglio del nastro.

Indice

Il primo allenamento dell’ Italia

A Iserlohn il primo allenamento degli azzurri di Spalletti. Dei 26 Convocati del tecnico toscano Frattesi, Barella e Fagioli gli osservati speciali. Quest’ ultimo a rischio per l’ esordio contro l’ Albania di Sabato 15 Giugno e non solo.

Gli aggiornamenti

Spalletti

Lo juventino secondo le ultime news riportate da Skysport ha svolto il primo allenamento in palestra a causa di un’ affaticamento, le sue condizioni destano preoccupazione, per questo sarà monitorato nei  prossimi giorni per valutare la sua permanenza nella Spedizione Azzurra. 

Barella a causa di un leggero affaticamento muscolare che lo ha costretto ai box contro la Turchia in amichevole, pima di partire per il ritiro, ha avuto giorni di riposo ma oggi nel primo allenamento ha svolto lavoro differenziato per poi fare qualche prova per testare le sue condizioni fisiche. Il suo impiego contro l’ Albania non è in dubbio, da capire il minutaggio.

 

In ultimo è Frattesi ha essersi fermato causa di un affaticamento. Dopo aver iniziato l’ allenamento con il resto del gruppo ha svolto terapie in palestra, precauzionali visto che le sue condizioni non sembrano impensierire Spalletti e staff.

Un centrocampo da puntellare

In un centrocampo formato “Inter” sembra però che le fatiche dell’ ultima parte di campionato abbiano avuto il sopravvento; Barella e Frattesi pur rimanendo in gruppo in vista dell’ Europeo non sono al 100%. Per questo è stato provato, nel primo allenamento, Calafiori come interno di centrocampo. Dopo la partitella di rifinitura, Spalletti gli ha spiegato alcuni movimenti. Di piede sinistro, sarà una mezz’ala sinistra con Pellegrini spostato a destra.

Per Spalletti, prove generali in un centrocampo orfano di tre giocatori importanti almeno in vista della partita inaugurale. Sarà contro l’ Albania un test importante  per capire dal punto di vista fisico come sta l’ Italia ed il suo centrocampo

 

 

 

Continua a leggere

Ultime Notizie

Calciomercato9 minuti fa

Napoli: Conte si ritrova il nuovo Vidal

Visualizzazioni: 39 Il nuovo Napoli di Antonio Conte si preannuncia una squadra affamata e determinata, pronta a seguire le orme...

Juventus, Thiago Motta Juventus, Thiago Motta
Serie A21 minuti fa

UFFICIALE, Thiago Motta è il nuovo allenatore della Juventus!

Visualizzazioni: 120 Tramite un comunicato diramato sul proprio sito ufficiale, la Juventus ha confermato di aver scelto Thiago Motta come...

Fiorentina, i piani di Palladino Fiorentina, i piani di Palladino
Calciomercato29 minuti fa

Calciomercato Fiorentina, corsa per il centrocampo: idea rossonera?

Visualizzazioni: 383 Calciomercato Fiorentina, la società viola vedrà un sostanzioso cambio di giocatori nella propria rosa in sede di trattative:...

dazn dazn
Serie A34 minuti fa

UFFICIALE: Balzaretti non è più il DS dell’Udinese

Visualizzazioni: 271 Nelle ultime ore è arrivata l’ufficialità: Federico Balzaretti non è più il DS dell’Udinese. Si separano così le...

belotti belotti
Calciomercato37 minuti fa

Calciomercato Fiorentina: il punto su acquisti e cessioni

Fiorentina: facciamo il punto sulle prime trattative che riguardano la società gigliata. Sorprese Amrabat e Belotti? Parla il procuratore di...

Monza Monza
Serie A49 minuti fa

UFFICIALE, Alessandro Nesta è il nuovo allenatore del Monza

Visualizzazioni: 305 Tramite un comunicato diramato sul proprio sito ufficiale, il Monza ha confermato che Alessandro Nesta sarà il nuovo...

serie b serie b
Serie C1 ora fa

UFFICIALE: Di Nunno ha venduto il Lecco

Visualizzazioni: 403 Nelle ultime ore è arrivata l’ufficialità: il presidente del Lecco Di Nunno ha venduto la società lombarda a...

Italia, Frattesi Italia, Frattesi
Europei1 ora fa

Italia: novità a centrocampo per sabato

Visualizzazioni: 358 Allenamento alle 17 per la nazionale di Luciano Spalletti in vista del primo impegno di sabato contro l’Albania,...

Fonte: Profilo Facebook US Catanzaro Fonte: Profilo Facebook US Catanzaro
Serie B1 ora fa

Catanzaro, Vivarini annuncia l’addio: “Abbiamo idee diverse”

Visualizzazioni: 413 Il tecnico del Catanzaro, Vincenzo Vivarini, poco fa ha annunciato il suo addio al club calabrese per una...

Bologna Bologna
Serie A1 ora fa

Chiamatelo Euro Bologna: più convocati all’Europeo del Dortmund!

Visualizzazioni: 390 La stagione del Bologna di Thiago Motta è stata una delle principali sorprese di questa annata. A confermare...

Le Squadre

le più cliccate