Finito il Mondiale 2020 da poco più di una settimana, già si pensa al 2021 per la Formula 1: ecco il nuovo calendario che, con 23 GP, è il più lungo e completo della storia.

Dal 21 marzo in Australia fino al 5 dicembre a Yas Marina negli Emirati Arabi Uniti: il Mondiale 2021 di Formula 1 si preannuncia molto avvincente ma, a poco meno di 100 giorni dall’inizio, ha già ottenuto un record. Qualora fossero confermati tutti i GP (alcuni sono ancora in fase di omologazione), sarebbe il campionato più lungo della storia della Formula 1. Tornano alcune piste come Melbourne e Monte Carlo che hanno saltato l’edizione 2020 causa Covid e si ritorna a viaggiare in America, con il trittico USA, Messico e Brasile tra ottobre e novembre.

Resta ancora da decidere la gara del 25 aprile dopo l’esordio a Melbourne e gli impegni in Bahrein e Cina e non è da escludere che possa essere un appuntamento europeo, con Imola che sogna il bis. Si tornerà a correre anche a Montreal mentre è di poche ore fa la conferma del fatto che si correrà a Interlagos, di San Paolo, fino al 2025.

Ecco il calendario, abbozzato e dato per ufficiale ma possibile di altre modifiche nel corso delle prossime settimane, a seconda di come ovviamente evolverà la situazione legata al Coronavirus.

Il programma completo per il 2021:

21 marzo – Australia a Melbourne;

28 marzo – Bahrein a Sakhir;

11 aprile – Cina a Shanghai;

25 aprile – (ancora da definire);

9 maggio – Spagna a Barcellona (soggetto ad accordo con l’organizzatore);

23 maggio – Monaco;

6 giugno – Azerbaigian a Baku;

13 giugno – Canada a Montreal;

27 giugno – Francia a Le Castellet;

4 luglio – Austria a Spielberg;

18 luglio – Gran Bretagna a Silverstone;

1 agosto – Ungheria a Budapest;

29 agosto – Belgio a Spa-Francorchamps;

5 settembre – Olanda a Zandvoort;

12 settembre – Italia a Monza;

26 settembre, Russia a Sochi;

3 ottobre, Singapore;

10 ottobre – Giappone a Suzuka;

24 ottobre – Stati Uniti a Austin;

31 ottobre – Messico a Città del Messico;

14 novembre – Brasile a San Paolo;

28 novembre – Arabia Saudita a Jeddah (soggetto all’omologazione del circuito);

5 dicembre – Abu Dhabi a Yas Marina