La Roma supera il Braga per tre reti ad una e, anche in virtù dello 0-2 in terra portoghese, approda agli ottavi di finale di Europa League. I giallorossi hanno reso scontata una qualificazione il cui concretizzarsi, alla vigilia, non appariva poi così tanto prossimo, grazie a due prestazioni convincenti nell’arco di una settimana.

Nel dettaglio

Il computo totale fa registrare un sonoro 5-1 in favore della Roma che sia nel match di andata che in quello di ritorno si è dimostrata più di qualche spanna sopra al Braga. Le aspettative sulla squadra di Carvalhal erano, forse, troppo alte, o più probabilmente sono stati i giallorossi a far passare alla storia questo turno come agevole.
Non c’è mai stata storia né sotto l’aspetto qualitativo né, tantomeno, sotto l’aspetto tattico: la linea temporale immaginaria tracciata dai due gol di Dzeko nei 180 minuti va a determinare un roboante predominio territoriale e psicologico che non si ha avuto possibilità di riscontrare nelle dispute che hanno visto coinvolte le altre compagini italiane.
Oggi alle 13 i capitolini conosceranno il proprio futuro e saranno pronti a guardarlo dritto negli occhi, nella speranza che la dea bendata non volti loro le spalle come accaduto negli ultimi due sorteggi inerenti gli ottavi di Europa League.