Home » Calciomercato » Milan, le voci sul cambio in panchina
Calciomercato

Milan, le voci sul cambio in panchina

Milan, le voci sul cambio in panchina. Situazione particolare, il futuro di Stefano Pioli non è così certo. Andiamo a vedere i dettagli

Oltre lo scudetto, oltre il contratto in essere fino al 30/06/2025. La panchina rossonera potrebbe non essere più appannaggio di Stefano Pioli. La proprietà americana stima Paolo Maldini e Frederic Massara, ma ha le sue idee.

Il plenipotenziario Joseph Cardinale e l’amministratore Giorgio Furlani hanno conosciuto Stefano Pioli e ne hanno apprezzato professionalità, umanità e attaccamento ai colori sociali.

Nel pianeta Milan ognuno ha ruoli ben definiti, ma l’ok per tutte le questioni spetta proprio al proprietario americano. Dopo una lunga riunione con tutti i vertici, avvenuta la scorsa settimana, qualcosa è cambiato nella programmazione.

L’area tecnica appoggia in toto l’operato di Stefano Pioli, ma certe difficoltà di gestione delle formazioni iniziali, il mancato lancio dei giovani più promettenti del vivaio e la poca malleabilità tattica hanno cambiato la direzione del vento.

L’Input della RedBird, l’assenza di Stefano Pioli dalla conferenza stampa

I vertici della RedBird vogliono alla guida della squadra rossonera un altro tipo di allenatore, di ampio respiro internazionale. Lo hanno comunicato alla dirigenza in carica. Lasciando loro la scelta sul da farsi e sul nome nuovo da associare alla panchina milanista.

LEGGI ANCHE:  Milan, prezioso rinnovo in cassaforte: è ufficiale

Paolo Maldini che é stato il primo sponsor per l’approdo del tecnico emiliano a Milanello si trova fra l’incudine e il martello. L’affetto per l’attuale allenatore e la stima professionale non sono assolutamente in dubbio.

Ma l’input arrivato dagli States non può essere ignorato. Motivo per il quale i risultati da qui e fino alla fine della stagione incideranno molto sul destino del mister scudettato. Una stagione vincente darebbe forza alla dirigenza per spingere verso la riconferma.

Nella tranquillità delle stanze di Milanello si è tenuto un colloquio fra allenatore e dirigenza, nel quale l’interessato è stato dettagliatamente informato sulla situazione. La reazione è stata di scoramento, tanto è vero che è stata annullata la conferenza stampa pre Milan-Torino.

Alle spalle di Stefano Pioli si staglia la figura di un allenatore fra i migliori in circolazione

Come riportato tempo fa da Calcio Style, il nome è quello di Luis Enrique Martínez García, noto semplicemente come Luis Enrique. L’ex commissario tecnico della Spagna ha il gradimento di proprietà e dirigenza.

LEGGI ANCHE:  Rinnovi Juventus, c'è l'accordo col difensore: Allegri soddisfatto

L’allenatore spagnolo è stato contattato da emissari della società rossonera in tempi non sospetti, ha avuto anche dei colloqui telefonici privati con l’area tecnica. Il progetto rossonero gli piace molto, lo ha detto chiaramente.

Viene visto come l’uomo in grado di far fare il salto di qualità alla squadra, valorizzando soprattutto i giovani. Piace l’uomo, la personalità e l’esperienza internazionale. Oltre a un palmares ricco di successi da giocatore e allenatore.

Il tecnico basco ha diverse offerte: Celta Vigo, Espanyol, Atletico Madrid, Chelsea. E da squadre cinesi e degli Emirati Arabi. Ma l’ipotesi Milan è quella più affascinante per lui. Che con un gesto di gran classe ha lasciato intendere che gli piacerebbe avere Mauro Tassotti come vice….

 

 

 

 

 

 

 

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Calciomercato