La Fiorentina sta facendo le valutazioni per il mercato che sta per aprire i battenti anche per il centrocampo. I nomi fatti dai quotidiani in edicola stamattina sono interessanti, ma precevedono uscite importanti: se così sarà si andrà incontro all’ennesima rivoluzione tecnica in casa viola. Duncan, Pulgar, Lirola e a sorpresa anche il nome di Bonaventura, figurano nella lista di coloro che potrebbero essere sacrificati. Per Duncan stanno arrivando offerte da più parti, su di lui interessi pesanti di Lazio e soprattutto Cagliari. In terra sarda ritroverebbe Di Francesco, suo allenatore ai tempi di Sassuolo, che ne avrebbe fatto l’obiettivo principale per il centrocampo rossoblu. I rapporti Cagliari-Fiorentina sono buoni dopo l’affare Sottil e gli abboccamenti potrebbero allargarsi anche a Pavoletti. Lo stesso Pulgar potrebbe salutare la comitiva viola: per lui in Italia c’è il Torino, ma è più probabile che sia il Leeds di Bielsa a muovere i passi importanti: il club inglese, così come anche il Crystal Palace è parecchio interessato anche a Kouamé. La Gazzetta rilancia anche una possibile uscita di Bonaventura da subito, anche se la situazione pare molto lontana. Poi ci sono i casi di Eysseric, che potrebbe tornare in Francia, e Saponara, il quale potrebbe accasarsi per 6 mesi a Parma con Liverani, dopo essere stato molto vicino a settembre.

Chi potrebbe arrivare

I nomi in cima alla lista di Pradè sono principalmente due: Diego Demme e Naingollan. Demme potrebbe arrivare in viola dopo essere stato inseguito a lungo ai tempi del Lipsia, potrebbe essere l’italo-tedesco, che chiede maggior spazio, il regista per Prandelli. L’altro nome da sottolineare in rosso è quello di Naingollan, che ha però costi tra cartellino e ingaggio molto importanti. Rimane freddezza sulla possibilità di acquistarlo a titolo definitivo, invece Pradè è pronto a muoversi su un prestito con diritto di riscatto intorno ai 10/12 milioni. Un acquisto che pare in dirittura d’arrivo è quello del giovane Maleh del Venezia: in scadenza di contratto a giugno 2021, il ragazzo ha deciso di non rinnovare. Il Venezia per farlo partire subito chiede 2 milioni, la Fiorentina offre meno della metà: sotto la regia del procuratore Minieri si potrebbe trovare una soluzione che soddisfa tutti. Poi restono i nomi di Praet e Torreira, che al momento rimangono un po’ più distanti.