Home » Serie A » Venezia-Atalanta 1-3, la Dea risorge e vince in Laguna: le pagelle
Serie A

Venezia-Atalanta 1-3, la Dea risorge e vince in Laguna: le pagelle

Dopo tre sconfitte consecutive, l’Atalanta torna alla vittoria. I tre punti arrivano in casa di un Venezia che ora è in una disperata situazione di classifica e la salvezza che si fa sempre più lontana.

Per la classifica e per il morale. L’Atalanta riassapora il gusto dei tre punti e piega un brutto Venezia, ricominciando la corsa a un posto nella zona Europa.

Per il Venezia, invece, la situazione si fa sempre più critica, con la retrocessione che ormai è a un passo.

La partita si è sbloccata al minuto numero 44 del primo tempo, grazie al gol di Pasalic. Nel secondo tempo, già al secondo minuto è 0-2 per il gol di Duvan Zapata, triplicato al 18′ da Luis Muriel.

Inutile, per i padroni di casa, la rete di Crnigoj per il Venezia che fissa il punteggio sull’ 1-3 finale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato Sassuolo, il Bari vuole l’attaccante: avviati i contatti

Atalanta

 

Le pagelle

Musso 6: viene impegnato in maniera importante in un paio di occasioni. Subisce poche insidie e un malinteso con Demiral rischia di metterlo in difficoltà. Non ha colpe sul gol di Henry.

Scalvini 7: cresce di partita in partita, e l’approccio è da vero leader. Chiusure e uscite palla al piede di autorità. Oggi sugli spalti a osservarlo c’era anche Roberto Mancini, che avrà di certo preso degli ottimi appunti (dal 65′ Demiral 6: non ha grosse difficoltà a limitare gli avanti lagunari).

Palomino 6: in questa partita era sufficiente la difesa a bassi giri. Non viene mai impensierito e gestisce al meglio ogni pallone.

Djimsiti 6: anche lui vive un pomeriggio relativamente tranquillo. Prova anche a spingersi in avanti e per poco dalle parti dell’estremo difensore avversario.

Hateboer 6: cresce alla distanza, nel complesso porta a casa la pagnotta. Spinge di più nel secondo tempo e cerca spesso il cross.

De Roon 6: fare da interdizione e di rottura non è stato difficile contro un Venezia che in mezzo ha creato pochi problemi.

Freuler 6: gestisce insieme a De Roon il centrocampo nerazzurro, con degli omologhi non proprio impeccabili (dal 65′ Koopmeiners 6: galleggia in mezzo e mette il pilota automatico all’interno di una partita già indirizzata).

Zappacosta 6,5: cresce con il passare dei minuti, spinge soprattutto nella ripresa. Sforna l’assist per Muriel.

Pasalic 6,5: sblocca la partita e la indirizza verso il ritorno alla vittoria. Troppo spesso schierato fuori ruolo, ha dimostrato che messo a fare il suo mestiere è sempre pericoloso (dal 77′ Pessina sv).

Zapata 6,5: torna al gol dopo l’infortuno e non è una gran rete, ma pesa molto sul suo morale. Il suo contributo sarà prezioso alla ricerca dei gol che possono valere l’Europa (dal 77′ Boga sv).

Muriel 7: perde la palla che consente al Venezia di accorciale la distanza, ma è un malus limitato rispetto all’apporto offensivo che genera nella partita. E’ suo il gol del 3-0.

 

Gasperini 7: decide di proporre il tandem del gol Zapata-Muriel e azzecca la scelta, grazie a un gol a testa per i due colombiani. Una vittoria che dà morale e rilancia le azioni nerazzurre per un posto in Europa.

 

 

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Serie A