Home » Serie A » Spezia-Inter 1-3, i nerazzurri espugnano il Picco: le pagelle
Serie A

Spezia-Inter 1-3, i nerazzurri espugnano il Picco: le pagelle

Finisce con una vittoria la trasferta dell’Inter in terra ligure. I nerazzurri conducono d’autorità una partita non priva di pericoli, dove i cambi di Simone Inzaghi si rivelano decisivi.

Una vittoria importante e pesante arriva per l’Inter in quel di La Spezia. La squadra di Inzaghi vince 3-1 grazie al secondo gol in campionato di Marcelo Brozovic e ai colpi di Lautaro Martinez e Alexis Sanchez.

Il mister piacentino trova i gol del successo grazie alle reti dei subentranti, che indirizzano il match dalla parte dell’Inter.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Paolillo su Mourinho: “Lo ricordo con affetto. Ha una mentalità vincente”

Inter

 

Le pagelle

Handanovic 6: subisce l’imparabile gol di Maggiore, ma compensa il tutto con l’uscita efficace su Gyasi. La maggior parte dei pericoli che corre sono errori degli attaccanti altrui più che interventi suoi.

D’Ambrosio 6,5: mette a referto l’assist per il gol di Brozovic che apre la partita. La sua è una prestazione di sacrifico in copertura e di coraggio nel lanciarsi in avanti per supportare l’azione offensiva.

Skriniar 6,5: mezzo voto in meno perché lascia ragionare Maggiore sul gol che riapre momentaneamente la partita. Per il resto sempre efficace, sempre presente, sempre con il sacro fuoco applicato all’agonismo.

Bastoni 6: alle volte sembra intimidito, ma nel complesso una prestazione sufficiente. Cresce alla distanza. Esce perché accusa un problema fisico (dal 37’st De Vrij sv).

Dumfries 5: prestazione sottotono, sembra non avere la gamba per tenere il ritmo dei compagni. Timido quando spinge, poco convinto quando crossa. Si mangia una ottima occasione in area piccola (dal 30’st Darmian 6: fa meglio del suo compagno di reparto, dimostrandosi il miglior gregario sulla fascia).

Barella 6: fa molto movimento e tenta più volte il tiro. Ha una buona occasione per arrivare al tiro, ma la palla termina all’esterno della rete. Segnali di ritorno del vero Barella.

Brozovic 7,5: come Pellegrini nella Roma, come Tonali nel Milan, con lui in campo è un’altra Inter. Smista e costruisce gioco. Si toglie la soddisfazione del secondo gol stagionale, quello che sblocca la partita. La rete è una prodezza balistica per precisione e giustezza.

Calhanoglu 6,5: si sente ispirato e prova più volte la conclusione, con poca fortuna. Un cross interessante che né Dzeko né  Perisic sfruttano. Qualche spunto interessante a alcune verticalizzazioni (dal 30’st Vidal sv).

Perisic 6,5: la solita generosità sulla fascia, con cross ben calibrati e cercati. Serve un assist che Lautaro sfrutta per il momentaneo 2-0. Toglie un pallone sotto misura dai piedi di Dzeko che avrebbe potuto essere un gol sicuro se calciato dal bosniaco.

Dzeko 6: a parte l’occasione in cui Perisic gli “ruba” il pallone, predilige il lavoro di collegamento centrocampo-attacco e qualche affondo (dal 15’st Lautaro Martinez 7: è in condizione ottima e lo dimostra andando a creare palle gol a raffica. Seppur non voluto, il gol è un colpo di intuizione e balistica che stampa il 2-0. Suo anche il passaggio decisivo per il 3-1 di  Sanchez).

Correa 6: leggerino nel cercare l’occasione buona, ma ci prova e tenta inserimenti che disorientano la difesa dello Spezia (dal 15’st Sanchez 7: serve un assist che Lautaro gira in porta e, con un gol di opportunità, chiude la partita).

 

Inzaghi 7: il ritmo della squadra è in crescita, tanto che in una trasferta difficile non subisce l’avversario. Questa volta il tecnico piacentino è premiato dai cambi, Sanchez e Lautaro, i cui gol decidono la partita.

 

 

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Serie A