Home » Serie A » Milan-Spezia 1-2, che beffa sul finale: le pagelle dei rossoneri
Serie A

Milan-Spezia 1-2, che beffa sul finale: le pagelle dei rossoneri

Milan-Spezia 1-2, i rossoneri pagano una vera e propria beffa nel finale causata dall’arbitro che nega a Messias la gioia del gol. Molte però le recriminazioni del Diavolo che sbaglia un rigore e si fa rimontare il gol di Leao nel primo tempo. Lo Spezia si conferma bestia nera per il Milan. Andiamo a leggere le pagelle qui di seguito.

Milan-Spezia

Maignan 6: due reti sul groppone sulle quali nulla può. Si fa trovare pronto in almeno tre interventi.

Florenzi 5: il gol del pareggio è anche colpa sua che perde il movimento di Bastoni. Non incide come dovrebbe ed in fase di spinta lascia molto a desiderare ( dal 25’ st Calabria 6: non in condizione, cerca nel finale di rendersi pericoloso, la verve è quella giusta)

Kalulu 5: alcuni passi indietro rispetto alle scorse apparizioni. Ci mette del suo in entrambe le reti subìte, anche se con concorsi di colpa.

Gabbia 5,5: Agudelo sembra Maradona, appare insicuro in ogni movimento.

Theo Hernandez 5: rigore a parte, non ne azzecca una.

Krunic 6: il lancio al bacio per il gol di Leao gli regala una striminzita sufficienza. Uno degli ultimi a mollare.

Bakayoko 4,5: per gli errori tattici il voto sarebbe ancora peggiore, ci mette il fisico, ma da solo non basta.

Saelemaekers 6,5: il più frizzante dei suoi, impegna in due interventi Provedel. (Dall’ 11’ st Messias 5: segna un gol ingiustamente non convalidato, ma la prestazione è da dimenticare)

Diaz 4: non dribbla un avversario dal periodo pre Covid. Lo spagnolo rappresenta un vero e proprio problema per il Milan.

Leao 7: un primo tempo da otto, segna una rete e crea scompiglio come nessuno del Milan. Viene sostituito nel secondo tempo in evidente calo fisico (dal 25’ Giroud 5,5: non riesce ad entrare nel vivo delle azioni)

Ibrahimovic 5: non gli si può onestamente chiedere di più. Ha 40 anni, penso sia sufficiente dire questo. Pecca di lucidità perché eccessivamente stanco.

Pioli 4,5: sbaglia i cambi, Saelemaekers non avrebbe dovuto uscire. Brahim Diaz invece sì. Nel pallone come tutto il resto della squadra. Quando il Milan deve vincere, stecca. Le motivazioni, in questi casi, arrivano dall’allenatore.

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Serie A