I nostri Social

Le bombe di Vlad

LBDV – Napoli, nessuna offerta dall’Al-Ahly per Osimhen

Pubblicato

il

Secondo le informazioni raccolte in esclusiva dalla redazione di LBDV, non è stata ancora avanzata alcuna offerta ufficiale dall’Al-Ahly per Victor Osimhen.

Nonostante il club saudita fosse uno dei più interessati all’attaccante nigeriano, per ora non ci sono stati passi concreti né verso il Napoli né verso il giocatore, come confermato dal collega, nonché membro della Saudi Sports Media, Mashe El Nahar.

Le due possibili destinazioni per Osimhen restano il Paris Saint-Germain, qualora Kolo Muani dovesse partire, e l’Arabia Saudita.

Il nigeriano, però, non considera l’Arabia Saudita una priorità, preferendo giocare in Champions League.

I costi per il suo trasferimento sono molto elevati, e nessun club ha ancora raggiunto la clausola rescissoria imposta dal Napoli.

La situazione è quindi bloccata, con il rischio che Osimhen debba partecipare al ritiro precampionato a Dimaro Folgarida in attesa di nuovi sviluppi.

La situazione Alex Meret

Il Napoli si appresta a cominciare il duro lavoro sotto la gestione di Antonio Conte, cercando di accontentare in ogni modo le richieste dell’allenatore salentino, soprattutto per quello che riguarda il mercato in entrata e in uscita.

Proprio sul fronte mercato la società sembra essere attiva non solo grazie alla disponibilità economica del club, ma anche grazie alla competenza mostrata dal nuovo Ds Giovanni Manna che in brevissimo tempo ha già chiuso ben tre operazioni.

Come ogni squadra che si rispetti però serve partire da fondamenta solide, soprattutto per ciò che riguarda il reparto difensivo, dove il portiere è vero leader indiscusso.

Il portiere del Napoli per il prossimo futuro dovrebbe essere ancora una volta Alex Meret, amato ed odiato allo stesso tempo dalla tifoseria partenopea.

I colloqui sono in corso, c’è la volontà di Meret di rimanere ancora a difendere la porta azzurra ma, al momento, la fumata bianca sembra lontana. Le parti si riaggiorneranno il mese prossimo, quando a ritiro praticamente concluso tutto sarà più chiaro.

(Foto: Depositphotos)

 

Le bombe di Vlad

LBDV – Scambio in vista tra il Napoli e la Juventus

Pubblicato

il

Juventus, Cristiano Giuntoli

Le trattative di mercato sono spesso imprevedibili, caratterizzate da colpi di scena e cambiamenti repentini e in questo contesto si inserisce il potenziale scambio tra la Juventus e il Napoli.

I giocatori coinvolti in questa operazione sono Giacomo Raspadori e Federico Chiesa, con la Juventus e il Napolipronte a valutare questa possibilità.

Al momento, l’affare è ancora in fase embrionale, ma potrebbe prendere quota nei prossimi mesi.

Da un lato, Cristiano Giuntoli, direttore sportivo della Juventus, e dall’altro Maurizio Manna, dirigente del Napoli,hanno da tempo in mente questo scambio, ma la sua realizzazione richiederà tempo e negoziazioni dettagliate. Entrambe le parti sembrano avere le idee chiare, ma la complessità dell’affare richiederà una gestazione lenta.

I dettagli della trattativa

Le valutazioni economiche dei due giocatori sono simili, con un valore di mercato stimato intorno ai 25 milioni di europer ciascuno. Questo potrebbe facilitare uno scambio alla pari, un’opzione che renderebbe l’operazione più lineare dal punto di vista finanziario.

Raspadori ha mostrato grande potenziale con il Napoli, attirando l’attenzione di numerosi club di alto livello. La Juventus, in cerca di rinforzi offensivi, vede in lui un giocatore in grado di portare freschezza e dinamicità al reparto avanzato.

D’altra parte, Federico Chiesa, talento consolidato e già protagonista con la maglia bianconera, potrebbe essere l’uomo giusto per il Napoli, alla ricerca di qualità e versatilità nel suo attacco.

Le vie del mercato sono infinite e spesso percorrono sentieri tortuosi.

La calma apparente di questa trattativa potrebbe nascondere movimenti sotterranei che porteranno a una svolta improvvisa. Gli interessi in gioco sono molti, e sia la Juventus che il Napoli stanno valutando attentamente i benefici di questo scambio.

Nei prossimi giorni l’affare Raspadori-Chiesa potrebbe riscaldarsi, portando a un cambiamento significativo nelle rose delle due squadre. I tifosi, nel frattempo, osservano con attenzione, sperando che i rispettivi club possano concludere un’operazione vantaggiosa e che possa rafforzare le ambizioni per la stagione in corso.

La parola d’ordine per ora è pazienza. Le trattative di mercato richiedono tempo e precisione, ma una cosa è certa: quando si muovono giocatori di questo calibro, le sorprese sono sempre dietro l’angolo.

(Foto: DepositPhotos)

Continua a leggere

Calciomercato

LBDV – Lindstrom può rimanere a Napoli

Pubblicato

il

Napoli, De Laurentiis lascia andare Demme

Jesper Lindstrom può restare a Napoli. Nonostante il forte pressing di due squadre di Ligue 1, il calciatore danese sarà valutato attentamente dal nuovo tecnico dei partenopei Antonio Conte.

Secondo quanto raccolto, in esclusiva, dalla redazione di LBDV, l’allenatore azzurro avrebbe fatto richiesta esplicita alla dirigenza di valutare le potenzialità del fantasista nel ritiro di Dimaro.

Lindstrom, reduce da una stagione deludente all’ombra del Vesuvio, sembrava destinato alla cessione.

Secondo le ultime indiscrezioni, infatti, Lione e Marsiglia erano entrate in forte pressing per l’acquisto del fantasista.

Il tecnico pugliese, però, vuole avere l’opportunità di osservare da vicino il danese prima di prendere una decisione definitiva sul suo futuro.

Trattative quindi bloccate, nonostante il forcing delle compagini francesi e l’interesse, dall’Italia, della Fiorentina.

Il ds Giovanni Manna ha interrotto i dialoghi su richiesta, dunque, di Antonio Conte, che sarà presto chiamato a sciogliere i dubbi sul sistema di gioco.

Nell’ottica di un 3-4-3, modulo tanto caro al tecnico pugliese, il recupero di Lindstrom potrebbe rappresentare un’arma in più per il Napoli che verrà.

L’ex Eintracht Francoforte, infatti, sarebbe una pedina da utilizzare nei due che agirebbero alle spalle della punta.

I tifosi attendono speranzosi. Per i partenopei, infatti, la conferma di Lindstrom rappresenta una buona notizia.

Poche le emozioni con la maglia del Napoli, nel corso dell’ultima stagione. Tanti, però, i dubbi sul suo utilizzo da parte dei vari Garcia, Mazzarri e Calzona.

Mister Conte lo valuterà con attenzione. Il danese potrebbe rivelarsi un elemento chiave nello scacchiere azzurro.

In caso contrario, si valuterà la cessione a titolo definitivo. Manna è stato chiaro: servono 25 milioni di euro.

Adesso Lindstrom può e deve giocare tutte le carte a propria disposizione.

(Foto: DepositPhotos)

Continua a leggere

Focus

LBDV – Come giocherà la Lazio di Baroni

Pubblicato

il

Lazio, Baroni

Marco Baroni è ufficialmente il nuovo allenatore della Lazio: il tecnico ex Verona si è legato ai biancocelesti fino al 2026. Ma come giocherà la squadra di Lotito sotto la guida del mister classe ’63: dal modulo allo stile di gioco, esaminiamo come potrebbero schierarsi i biancocelesti.

Indice

Come giocherà la Lazio di Baroni: il possibile modulo

Nel corso della sua carriera Marco Baroni ha alternato vari moduli, facendo sempre di necessità virtù in base all’organico che aveva a disposizione. In attesa dei rinforzi che Lotito e il ds Fabiani sapranno portargli, il modulo prediletto dal tecnico potrebbe essere il 4-2-3-1, con il quale ha portato il Verona a una miracolosa salvezza. Non è da escludere anche un passaggio al 4-3-3, schieramento preferito del mister biancoceleste, il quale comunque in passato ha giocato anche con la difesa a tre. Aspettando di scoprire come la Lazio cambierà sul mercato, ecco una prima ipotesi di formazione con i giocatori attualmente in rosa:

Lazio (4-2-3-1): Provedel; Lazzari, Romagnoli, Casale, Marusic; Guendouzi, Rovella; Isaksen, Vecino; Immobile, Zaccagni.

Il gioco di Baroni

Fase di possesso

In fase di possesso, se pressati, i difensoripuntano sui lanci lunghi e sulla fisicità della punta per superare la prima linea di pressione avversaria. Se la squadra avversaria non pressa invece, la costruzione passa dal bassocercando di uscire palla al piede, intessendo passaggi  tra difensori e portiere, con gli esterniche si allargano sulle fasce. Due centrocampisti arretrano poi per offrire opzioni di passaggio ai difensori, mentre uno punta la profondità.

Fase di non possesso

Baroni non porta una prima pressione sulla costruzione degli avversari. La prima linea difensiva è l’attacco che attende a centrocampo gli avversari per non creare troppo spazio tra la propria linea difensiva e quella dei centrocampisti. Con il possesso palla a centrocampo gli attaccanti vanno a coprire le linee di passaggio tra i difensori avversari ed il regista.

A centrocampo uno copre la linea di passaggiotra il pallone e il giocatore avversario, allo scopo di complicare la verticalizzazione avversaria. Inoltre se il difensore avversario riceve palla lui lo va a pressare. Il centrocampista più offensivoinvece va in marcatura sull’avversario, seguendolo per tutto il campo e restandogli molto attaccato anche a palla lontana. Il terzo ha invece il compito di coprire gli spazi lasciati dai compagni, creare densità nella zona della palla e aggredire il regista avversario se riceve palla.

Sulle fasce Baroni accetta l’uno contro uno, con gli esterni avversari che infatti non vengono raddoppiati. Se le mezzali o gli attaccanti avversari però si spostano a giocare in questa zona del campo, le mezzali di Baroni e i difensori vanno a pressare. La linea difensivainvece punta sulla marcatura a zona, con i centrali che aggrediscono gli attaccanti avversari.

Transizione

Nella transizione offensiva, una volta recuperato il pallone, parte la verticalizzazioneed il contropiede, con un lancio immediato sulla punta che cerca di appoggiarla ad un compagno. Gli esterni invece recuperata palla attaccano la profondità e possono essere una opzione per il lancio diretto.

Nella transizione difensiva i difensori vanno incopertura preventiva. Quando la squadra perde palla non vanno in riaggressione immediata del pallone, piuttosto i giocatori scappano all’indietro per coprire gli spazi ed evitare il contropiede.

(fonte: assoanalisti.it)

(Foto: Depositphotos)

Continua a leggere

Ultime Notizie

lazio castrovilli lazio castrovilli
Calciomercato4 minuti fa

UFFICIALE Lazio, Castrovilli è biancoceleste

Visualizzazioni: 7 Trattativa lampo che vede la fumata bianca. Gaetano Castrovilli è un nuovo giocatore della Lazio, arriva da svincolato...

Gollini, Genoa Gollini, Genoa
Calciomercato16 minuti fa

Genoa, spunta l’idea Gollini

Visualizzazioni: 136 Il Genoa è a lavoro per trovare un sostituto tra i pali. Dopo la partenza di Joseph Martinez...

Como, Fabregas Como, Fabregas
Serie A27 minuti fa

Como, Fabregas-Roberts: UFFICIALE il passaggio di consegne

Visualizzazioni: 128 Il Como ufficializza anche le ultime formalità: Fabregas sarà l’allenatore della prima squadra. Osian Roberts si fa da...

Milan, Scaroni Milan, Scaroni
Notizie37 minuti fa

Milan: Stoccata di Scaroni all’Inter

Visualizzazioni: 319 Nel corso dell’evento di presentazione per i 125 anni del Milan, il presidente Scaroni ha rilasciato alcune dichiarazioni...

Genoa Genoa
Notizie57 minuti fa

Nuove maglie Genoa: Italian Culture

Visualizzazioni: 178 Tra linee classicheggianti e moderne, il Genoa ha presentato le nuove divise in gran “stile italiano” con un...

Fiorentina Fiorentina
Calciomercato1 ora fa

La Fiorentina beffa l’Inter per un centrocampista?

Visualizzazioni: 520 La Fiorentina è molto attiva in questa fase di mercato: tanti contatti per dare a Palladino almeno un...

Bari Bari
Serie B1 ora fa

Bari, si lavora per rinforzare l’organico

Visualizzazioni: 146 Il Bari è a lavoro per inforzare il proprio organico in vista della nuova stagione che sta per...

Napoli, Conte, Milan Napoli, Conte, Milan
Calciomercato1 ora fa

Napoli: si pensa alle cessioni

Visualizzazioni: 210 Conte si appresta a ‘ripulire’ il Napoli: cessione in vista per Ngonge, uno dei sei giocatori bocciati dal...

gilardino gilardino
Serie A2 ore fa

Genoa, Gilardino: “Gudmundsson? Ce lo teniamo stretto. Mi sento molto stimolato, sul portiere…”

Visualizzazioni: 204 Alberto Gilardino ha parlato ai microfoni di Sky dal ritiro Moena. L’allenatore si è esposto sulla questione Gudmundsson...

Roma Roma
Europa League2 ore fa

Roma, Dybala: “La finale persa a Budapest mi ha distrutto. Vincere sarebbe stato qualcosa di unico”

Visualizzazioni: 192 Paulo Dybala, attaccante della Roma, ha parlato ai microfoni del podcast condotto dalla sua futura moglie soffermandosi sulla...

Le Squadre

le più cliccate