Lazio in crisi. Questo è il verdetto che vien fuori dalle ultime giornate di campionato. Biancocelesti svuotati da ogni tipo di energie, sia fisiche che mentali. Il lockdown pare avere dato una mazzata alla squadra e a tutto l’ambiente. Ridurre però tutto a questo sarebbe ingiusto e assolutamente riduttivo. La Lazio ha fatto finora un campionato oltre le proprie possibilità, illudersi che potesse vincere il campionato, è stato anche importante, ed ha dato un senso al torneo, ma obiettivamente la squadra di Lotito non ha nelle corde le stimmate della vincente. Manca tanto. La rosa è corta e le dichiarazioni del presidente, non hanno di certo aiutato un ambiente, come quello romano, che ha bisogno di un pompiere, e non di chi accende il fuoco. L’Inter ad esempio ha una rosa più competitiva, cosi come il Napoli e forse l’Atalanta. La Juve la escludiamo, perché a nostro modesto giudizio, deve fare solo la corsa su se stessa. La Lazio e Lotito ora devono guardarsi le spalle, perché Inter e Atalanta proveranno fino alla fine a prendersi la seconda piazza. Lotito, probabilmente, non sarà più cosi cosi certo di vincere il campionato. Dagli errori si impara.