Home » Serie A » L’angolo tecnico del Mezzi – 18° giornata
Serie A

L’angolo tecnico del Mezzi – 18° giornata

L’angolo tecnico del Mezzi – 18° giornata. Manita Napoli, Juventus affondata. Milan e Inter in difficoltà.

La corsa della Juventus si arresta di fronte all’ostacolo più credibile: il Napoli. La cinquina degli azzurri valorizza il percorso fatto nel girone di andata, primato meritato. Bianconeri con le pive nel sacco, non sempre si vince di corto muso.

I successi ottenuti da Max Allegri nei finali di partita contro squadre medio – piccole avevano illuso. Classifica bugiarda, al di là dell’assenza di Paul Pogba la Juventus non è una squadra da scudetto. Quella che invece è il Napoli.

Al secondo posto resiste il Milan, in rimonta a Lecce. Sotto di due reti, i rossoneri hanno raggiunto il pareggio più con il cuore che con altro. Senza il calo fisico dei giallorossi, la strada sarebbe stata sbarrata. Stefano Pioli nel mirino.

Risicata vittoria dell’Inter contro il derelitto Verona, grazie a un colpo di Lautaro Martinez. Nerazzurri con evidenti problemi di qualità in mezzo al campo, manovra poco fluida. Krijstian Asslani meriterebbe fiducia e campo.

LEGGI ANCHE:  Genoa-Fiorentina 1-2: Italiano cala il Jack | Le pagelle

Cantano Roma e Lazio, pianto greco Torino. Luna park Atalanta, ciao Nicola

Vittoria con identico risultato per Roma e Lazio: 2-0. Fiorentina (sebbene in 10, n.d.r.) e Sassuolo non si sono rivelati avversari in grado di reggere il confronto. José Mourinho e Maurizio Sarri si promettono battaglia per un posto in Europa.

La crisi dei neroverdi emiliani ha origine dagli addii di Gianluca Scamacca e Giacomo Raspadori: l’attacco è involuto, il solo Domenco Berardi non basta. Rischio retrocessione concreto. Stesso problema per la Viola: manca il gol.

Spettacolo a Bergamo, Salernitana disintegrata: 8-2. Gli orobici proseguono la rincorsa alla zona Europa e accarezzano i gioiellini Ademola Lookman e Rasmus Hojlund (concupito da Juventus e Milan). Ciao Davide Nicola: esonero ingiusto.

Se la Torino bianconera piange, quella granata è sgomenta: Spezia corsaro con una rete di N’Zola. Capolavoro di Ivan Gotti, con una rosa mediocre sta tenendo a galla gli spezzini. Unico neo. la mancata valorizzazione di Daniel Maldini.

Cremonese condannata, esulta Galliani. Crisi Udinese, Andrea Sottil rischia ?Elettroencefalogramma piatto in casa Sampdoria

LEGGI ANCHE:  Lazio, è scontro tra Lotito e i tifosi per il caro biglietti

Colpo del Monza, vinto il derby lombardo contro la Cremonese. Ultima partita di Max Alvini in grigiorosso. Con il rientro di Pablo Marì la difesa brianzola ha riacquistato saldezza. Caso Alessio Cragno: il portiere ha chiesto la cessione.

A che serve pagare 3.5 milioni a un portiere che era nel giro della Nazionale per poi tenerlo in panchina ? Doccia gelata per Andrea Sottil, il Bologna espugna Udine. La famiglia Pozzo sogna Gianfranco Zola per la panchina.

Un dato triste e che fa riflettere: negli 11 iniziali di Udinese-Bologna in campo solo tre italiani…Il portiere Marco Silvestri (Udinese), gli attaccanti bolognesi Riccardo Orsolini e Nicola Sansone. Poi non si va ai mondiali….

L’Empoli vince lo spareggio salvezza e condanna la Sampdoria, la cura Dejan Stankovic non funziona. Paolo Zanetti sta conducendo i toscani nel modo giusto: valorizzando il talento di Tommaso Baldanzi.

 

 

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Serie A