I nostri Social

Serie A

Frosinone-Fiorentina: le pagelle viola

Pubblicato

il

Se non è crisi per la Fiorentina, poco ci manca. I viola escono dallo Stirpe con il quarto pareggio consecutivo per 1-1, con la quarta rimonta subita. Sarà una sosta polemica in casa toscana. Il Frosinone raccoglie un punto, tutto sommato meritato, che vale oro con un gran gol di Pinamonti e aumenta l’autostima.

La partita

Il primo tempo è noioso, la Fiorentina tiene il pallino del gioco davanti a un Frosinone che si limita a difendere e provare a colpire su calcio da fermo. I gigliati sono lenti e poco aggressivi e creano poco. Nel secondo tempo, Pioli sposta Gerson davanti alla difesa e prova a liberare Veretout in mezzo al campo. Al secondo minuto su bella azione di Chiesa, Benassi trova un fortunoso vantaggio. La viola si ritrae, prova a colpire in contropiede, occasione ne crea, ma, al solito non finalizza. Viene punita, dopo qualche avvisaglia, da Pinamonti sulla sirena del gong finale.

Le pagelle

Lafont, voto 6. Tutto bene fino al novantesimo, quando una sassata di Pinamonti da 25 metri lo fulmina con un tiro all’incrocio.

Milenkovic, voto 5. Soffre Beghetto sulla propria fascia, in avanti non si vede mai.

Pezzella, voto 6. Difende bene, forse non esce in tempo sul tiro di Pinamonti.

Hugo, voto 6. Il brasiliano sbroglia diverse situazioni sulle palle alte in fase difensiva.

Biraghi, voto 5.5. Concede diversi cross dalla sua parte, in avanti non si fa vedere e la prestazione ne risente.

Veretout, voto 5.5. Lento, poco aggressivo. Pioli prova a riportarlo nella mezzaria per farlo essere più vivo nel gioco, ma incide poco.

Gerson, voto 5.5. Un passo indietro rispetto alla prestazione contro la Roma, passo lento, non trova alcun strappo da ribaltare l’azione. Non convince neanche nel secondo tempo davanti la difesa.

Benassi, voto 7. “El segna solo lu” si potrebbe dire di ganziana memoria, ma offre anche tanto dinamismo. dal 32′ st Mirallas, voto 5.5. Entra per sfruttare il contropiede, non gli riesce di farlo nonostante le possibilità.

Chiesa, voto 6. Prestazione poco più che discreta, male nel primo tempo. Buono il secondo con l’assist per Benassi. Poi negli spazi prova più volte il tiro, ma non gli riesce.

Simeone, voto 5.5. Primo tempo con garra, gioca per i compagni. Nel secondo tempo vorrebbe avere qualche pallone in più e non lo evita di far vedere. dal 41 st Vlahovic, voto sv.

Pjaca, voto 5.5. Anonimo, in partite così chiuse servirebbe il suo talento per saltare l’uomo, ma il croato è l’ombra di sè stesso. dal 20′ st Edimilson, voto 5.5. Pioli si lamenta che non segue le sue direttive. Ma prima di entrare che gli viene chiesto?

Serie A

Motta: “Sono tranquillo ma sento la grande responsabilità, voglio dare il massimo e con le nostre idee, competere contro chiunque”

Pubblicato

il

Juventus, Thiago Motta

 Thiago Motta in conferenza stampa presenta la sua Juventus. Nella stagione più lunga di sempre, la preparazione è fondamentale. Lui è motivato.

La conferenza stampa inaugura il nuovo ciclo della Juventus. Per Thiago Motta la preparazione che porterà all’inizio del campionato è fondamentale per la stagione che verrà, La sua Juve sarà protagonista su tutti i fronti.

Indice

Motta e la sua Juventus

Juventus, Motta

Quali sono le prime sensazione di questi giorni alla Juventus e l’accoglienza dei tifosi?
“Prima voglio ringraziare Maurizio e Cristiano e vi ringrazio per la vostra presenza. Sono contento, sono felice e soddisfatto di fare l’allenatore di questo club storico come la Juventus, un club ambizioso. Ho la convinzione che oggi si possa aprire un ciclo interessante. I primi giorni sono stati bellissimi, mi sono trovato in una struttura molto bella e con gente preparata, mi stanno aiutando tantissimo. Ringrazio i tifosi e sono contento di essere qui”.

Come si immagina la sua Juve?
“Voglio una squadra orgogliosa e felice dopo ogni partita, insieme ai nostri tifosi. Significa aver fatto un buon lavoro dando il massimo.”

Gli obiettivi di questa stagione?
“Sono arrivato nel momento giusto. Sono contento di essere qui in questo nuovo ciclo, molto interessante. Obiettivi? Dobbiamo prepararci bene e concentrarci al massimo per fare una buona preparazione e dobbiamo essere pronti ad affrontare tutte le partite, poi dopo vedremo”.

Che senso vuol dare a questi tre anni che l’aspettano?

“Sono sorpreso dalle strutture che abbiamo, abbiamo tutto per fare bene. I tre anni che arriveranno li affronteremo giornata dopo giornata, con grande entusiasmo ed energia positiva.

Sente la responsabilità di essere alla Juve?
“Sono d’accordissimo bisogna vincere come in tutte le grandi squadre. È una bellissima responsabilità. Non cambierei il mio posto con nessuno e voglio trasmettere tutte le motivazioni che ho dentro. Voglio competere con chiunque.”

È pronto ad affrontare la pressione?

Sono tranquillo ma sento la grande responsabilità, voglio dare il massimo e con le nostre idee, competere contro chiunque. È stato un grande piacere la visita di John Elkan, la pressione è uno stimolo in più. Dobbiamo far bene il nostro lavoro”

L’idea di calcio e i suoi giocatori

motta, Vlahovic

DUSAN VLAHOVIC ( FOTO DI SAVATORE FORNELLI )

Vlahovic può trascinare la Juve?

“Le critiche vanno accettate. Vlahovic è un grande giocatore, ma il talento ha bisogno della squadra. Come altri giocatori sono convinto che grazie alla squadra faranno una grande stagione”.

Quanto il suo passato la può aiutare?

” Sono stato allenato fortunatamente da Mourinho e Gasperini. Ho imparato molto e ringrazio tutti i miei allenatori. Ho la mia idea di calcio, e sono convinto di fare molto bene”

Juventus, Federico Chiesa

FEDERICO CHIESA IN AZIONE ( FOTO SALVATORE FORNELLI )

Chiesa?

“Abbiamo giocatori forti, come detto da Giuntoli. E’ un discorso, quello di Vlahovic che serve anche a Chiesa.”

Chi avrà la fascia da capitano nella Juve, sarà come a Bologna, per responsabilizzare il gruppo?

“Abbiamo un grande capitano che è Danilo, ne sono contento. Quando saremo con tutto il gruppo ne parleremo.”

Cosa pensa di Yldiz?

“L’ho visto giorni fa. E’ un ragazzo fantastico, con voglia e volontà può fare qualsiasi ruolo per aiutare la squadra.

Come valuta Soulè?

“Oggi è un giocatore della Juventus, si sta allenando bene”

juventus rabiot

Con Rabiot vi siete sentiti?

“Lo conosco da tanto tempo, gli auguro il meglio”

Quale sarà la competizione con maggiore attenzione?

“Tutte le partite sono importanti.”

Chi sarà il trequartista?

“Il centrocampista deve fare tutto. tutti i centrocampisti della Juventus possono fare tutto”

Dove può migliorare Miretti?

“E’ concentrato. Ha firmato una grande responsabilità e ci darà sicuramente una mano.”

Sul nuovo acquisto David Luiz:

“E’ un grande giocatore, ha fatto una stagione importate, fa goal ed è un giocatore completo che si adatta al nostro gioco.”

Il gap con le altre

juventus

Kaunas, Lithuania – 2023 August 10: Italy football league Serie A team Turino Juventus. High quality photo

Gli acquisti per colmare il gap:

Il passato rimane dov’è. Da oggi in poi bisogna prepararsi per essere pronti ed essere competitivi ad ogni livello.”

Quanto tempo ci vorrà per vedere la sua Juventus?

“Siamo pronti per affrontare ogni situazione.”

La stagione più lunga di sempre:

“E’ una stagione nuova per tutti, dobbiamo essere pronti partita dopo partita. I ragazzi della Next Generation ci daranno una mano. Adzic può diventare un giocatore importante”

Termina così la conferenza stampa di Thiago Motta. La prossima stagione, sarà una stagione di rivalsa: l’obiettivo è prepararla al meglio per essere competitivi su tutti i fronti e contro qualsiasi squadra.

 

 

 

Continua a leggere

Serie A

Juventus, il club saluta Rabiot: “Grazie di tutto, Adrien!”

Pubblicato

il

Durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore Thiago Motta, la Juventus ha pubblicato un comunicato di ringraziamento per Rabiot.

Il club bianconero saluta così il centrocampista francese che nelle ultime ore ha comunicato di non accettare il rinnovo di contratto. Si dividono dunque le strade.

Juventus, addio Rabiot: “è sempre stato un elemento prezioso”

La società ha voluto ringraziare l’ex PSG per tutte le stagioni passate attraverso un comunicato sul proprio sito:

juventus rabiot

Si dividono le strade della Juventus e di Adrien Rabiot.

Termina l’avventura in bianconero del centrocampista francese che saluta il nostro Club dopo cinque stagioni.

Bianconero dall’estate del 2019, Adrien – nella sua esperienza a Torino – ha vinto uno Scudetto, due volte la Coppa Italia e una volta la Supercoppa Italiana, ma soprattutto ha sempre messo a disposizione dei compagni carisma e impegno.

Restando al campo, Rabiot è sempre stato un elemento prezioso in fase di non possesso, ma non solo: nelle ultime due stagioni, infatti, ha incrementato notevolmente anche il suo apporto in zona gol con sedici reti e nove assist, tra tutte le competizioni.

Adrien saluta il nostro Club dopo avere raggiunto e superato quota 200 presenze con la nostra maglia, diventando il quinto francese nella storia della Juventus a riuscirci. Per la precisione sono 212 le gare giocate dal centrocampista transalpino con i nostri colori, numero che gli ha permesso di diventare il terzo francese di sempre – al pari di Zinedine Zidane – proprio per numero di apparizioni con la Juventus alle spalle soltanto di David Trezeguet (320 presenze) e Michel Platini (224).

Grazie, Adrien, e un grande in bocca al lupo per il futuro!

La Juventus dunque è pronta a correre ai ripari e avviare ufficialmente la trattativa per Teun Koopmeiners, centrocampista olandese dell’Atalanta. L’obiettivo di Giuntoli è pagare il meno possibile di parte cash, inserendo qualche contropartita.

Prossima settiamana sono attesi ulteriori aggiornamenti.

Continua a leggere

Serie A

Roma, annunciata la nuova divisa: operazione nostalgia

Pubblicato

il

Roma

Lo storytelling della Roma passa anche per le magliette: l’Home Kit 2024-2025, annunciato ufficialmente proprio stamattina, ne è la prova.

Proprio oggi, Adidas e la Roma hanno presentato il nuovo Home Kit per la stagione 2024-25.

La nuova divisa casalinga è fortemente ispirata a Campo Testaccio, il primo stadio di proprietà del club, utilizzato dal 1929 al 1940. I colori predominanti, il rosso bordeaux scuro e l’oro, sono infatti i colori che caratterizzavano uno degli abbonamenti a Campo Testaccio per la stagione 1933-’34.

La maglia rende omaggio al legame tra il club e il quartiere simbolo del tifo giallorosso, influenzando anche i design dei prossimi kit.

Roma, la nuova maglia dell'Home Kit 2024-'25 indossata da Paulo Dylala

Roma, che aspetto ha la nuova maglia?

La maglia ha una base rosso scuro con sottili righe dorate e un rosso più intenso sul davanti. Il logo del club è applicato sul cuore, usando la stessa gradazione di rosso.

Il design a girocollo presenta le tre strisce dorate di Adidas sulle spalle e il dettaglio “A.S. Roma” sul retro del colletto, ispirato agli abbonamenti degli anni Trenta. Pantaloncini e calzettoni completano il kit con colori dominanti rosso scuro e dettagli dorati.

Il nuovo kit sarà indossato per la prima volta nell’amichevole del 22 luglio contro il Kosice in Slovacchia ed è già disponibile in commercio.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Juventus Juventus
Calciomercato8 minuti fa

Juventus, con Cabal i bianconeri completano la difesa. Ma la pista Todibo rimane ancora viva

Visualizzazioni: 25 Secondo quanto emerso nelle ultime ore, la Juventus, nonostante l’acquisto di Cabal che completa la difesa, non avrebbe...

guirassy borussia dortmund guirassy borussia dortmund
Calciomercato18 minuti fa

UFFICIALE Borussia Dortmund, ecco Serhou Guirassy

Visualizzazioni: 187 Nonostante le problematiche riscontrate nei giorni scorsi, il Borussia Dortmund ha ufficializzato l’ingaggio dell’attaccante dallo Stoccarda, pagata la...

Bayern Monaco Bayern Monaco
Esteri28 minuti fa

Bayern Monaco, Lineker tuona: “Kompany un rischio”

Visualizzazioni: 223 Gary Linker è scettico su Vincent Kompany come nuovo allenatore del Bayern Monaco. Ne parla su Sport BILD,...

Calciomercato47 minuti fa

UFFICIALE, Sampdoria: Venuti è blucerchiato

Visualizzazioni: 326 Sampdoria: lo scambio con il Lecce che vede coinvolti Lorenzo Venuti è il giovane Delle Monache è ora...

Rakitic Rakitic
Calciomercato47 minuti fa

In fuga dall’Arabia: Rakitic verso il ritorno in patria

Visualizzazioni: 252 Anche Ivan Rakitic sembra essere vicino all’addio, dopo pochi mesi, dall’Arabia Saudita. Il centrocampista ex Barca verso il...

Lazio Lazio
Calciomercato1 ora fa

Lazio, tutti i nomi nel mirino per rinforzare l’attacco

Visualizzazioni: 270 Secondo quanto emerso nelle ultime ore, la Lazio avrebbe messo nel mirino diversi giocatori per rinforzare l’attacco in...

Calciomercato1 ora fa

Bari, colpo dall’Hellas Verona: fatta per l’attaccante

Visualizzazioni: 190 Il Bari continua la sua straordinaria campagna acquisti e mette a segno un altro colpo. Il nuovo attaccante...

Milan Milan
Calciomercato1 ora fa

Calciomercato Milan, Jovic richiesto in Turchia

Visualizzazioni: 522 Il calciomercato del Milan potrebbe proseguire con l’addio di Luka Jovic, richiesto in Turchia. Stando al Corriere della...

Juventus, Thiago Motta Juventus, Thiago Motta
Serie A2 ore fa

Motta: “Sono tranquillo ma sento la grande responsabilità, voglio dare il massimo e con le nostre idee, competere contro chiunque”

Visualizzazioni: 296  Thiago Motta in conferenza stampa presenta la sua Juventus. Nella stagione più lunga di sempre, la preparazione è...

Serie A2 ore fa

Juventus, il club saluta Rabiot: “Grazie di tutto, Adrien!”

Visualizzazioni: 326 Durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore Thiago Motta, la Juventus ha pubblicato un comunicato di...

Le Squadre

le più cliccate