Si sta per ripartire con le competizioni, ma i club di Serie A sono alle prese con una problematica importante. I tifosi dopo questi mesi di inattività dovuti al caos provocato dalla pandemia del Covid-19, sono in attesa delle linee guida circa i possibili rimborsi degli abbonamenti di cui non potranno fruire da qui al termine di questo campionato di certo anomalo. Gli stadi infatti resteranno chiusi, si giocheranno le varie competizioni a porte chiuse, proprio per evitare che ci sia una nuova diffusione del virus. In questo periodo abbiamo assistito a tante riunioni di Lega, anche straordinarie, nelle quali si è parlato di numerosi argomenti.

Club di Serie A, che fine ha fatto il rimborso degli abbonamenti?

I tifosi però si domandano come mai non si sia parlato di abbonamenti, e soprattutto di rimborsi degli abbonamenti, che per ovvi motivi non potranno essere utilizzati da coloro che normalmente si recavano allo stadio per assistere alle varie partite. Nessuno ne ha mai parlato con una certa concretezza, e ad oggi i tifosi non hanno visto il rimborso di ciò che avevano pagato per assistere ad un spettacolo, al quale loro malgrado dovranno rinunciare. Sarebbe certamente opportuno affrontare quanto prima questo discorso, fornendo ai tifosi (che rappresentano l’anima del calcio) risposte certe e serie.