I nostri Social

Serie A

Bonucci attacca la Juve: “Me ne sono dovuto andare senza preavviso…”

Pubblicato

il

Bonucci

L’ex difensore della Juve Leonardo Bonucci ha rilasciato un’intervista al podcast “Passa dal Bsmt”. Nel corso della stessa l’ex centrale della Nazionale ha affrontato anche il tema del doloroso addio ai colori bianconeri.

Di seguito un estratto delle sue parole.

Bonucci sull’addio forzato

“Io me ne sono dovuto andare quasi scappando perché qualcuno aveva deciso che doveva andare così, è stata una manifestazione di un singolo che non meritavo. Mi sembrava quasi uno scherzo, dopo più di 500 partite ricevere il ben servito così. Forse il mio percorso alla Juventus non è ancora terminato, quando penso di voler fare l’allenatore penso a quella panchina lì.

Sogno? Si, di arrivare a sedermi su una panchina importante come la Juventus, mi piace pensare che questa storia non sia finita.

Mi sono ritrovato con Giuntoli che era appena arrivato e quindi non aveva possibilità di fare diversamente e mi ha detto ‘Guarda, non sei più nei piani. Sei fuori rosa’. All’inizio mi sembrava quasi uno scherzo, dopo più di 500 partite ricevere il benservito in questa maniera… Invece era tutto reale. Paradossalmente sono tornato il 17 di luglio ad allenarmi e mi allenavo alle 7:30 di sera quando la squadra si allenava o al mattino presto o addirittura al pomeriggio non si allenava.

Ero insieme ad altri ragazzi che erano nella mia stessa situazione, che magari erano stati in prestito da qualche parte o rientravano da un infortunio. Non so ancora oggi darmi una spiegazione. O meglio, la spiegazione la so. È stato un gioco di potere.

Prima che Giuntoli mi comunicasse la decisione, io l’avevo già annusata. Cominciavano ad uscire degli articoli che un po’ lanciavano il segnale e infatti quando ricevetti la chiamata da Manna che mi avvisava che sarebbero venuti a casa per parlarmi, parlando con mia moglie le dissi ‘Guarda, vengono perché sta succedendo qualcosa che non ci aspettavamo’.

Quindi ero preparato, ma non sei mai preparato a certe cose che ti vengono dette. Soprattutto quando fai tutta una carriera improntata sulla Juventus.”

Serie A

Franchi: scontro tra Fiorentina e Comune, rinviata la decisione

Pubblicato

il

franchi

Il confronto tra la Fiorentina e il Comune di Firenze riguardo ai lavori di ristrutturazione dello stadio Artemio Franchi ha avuto un’importante udienza in tribunale ieri, ma non ha portato a una conclusione definitiva.

Il giudice Pasqualina Principale ha rinviato la decisione alle prossime settimane. La Fiorentina ha richiesto la sospensione dei lavori fino a quando non saranno forniti piani dettagliati e tempistiche certe, e anche chiarimenti sui fondi necessari per completare l’opera.

Indice

Franchi, i dettagli della controversia

Richieste della Fiorentina

– Piano e Tempistiche: La Fiorentina chiede certezze sui tempi di conclusione dei lavori, dato che al momento la fine prevista oltre il 30 giugno 2025, data di scadenza della convenzione tra club e Comune.

– Costi Aggiuntivi: Il club richiede chiarezza sui costi aggiuntivi, tra cui il canone di affitto dello stadio di 600mila euro (in tre tranche).

Oltre ai costi per pulizia, montaggio e smontaggio delle recinzioni, pubblicità, e consumi di energia e acqua.

Solo il canone di pubblicità e le spese per il servizio di polizia ammontano a circa 200mila euro.

– Posti Chiuso: La Fiorentina è preoccupata per i posti chiusi durante i lavori che non genereranno ricavi per il club. La capienza sarà ridotta a circa 24mila posti durante il restyling.

Posizione del Comune di Firenze

– Accordi:Il Comune afferma di seguire gli accordi stabiliti tra le parti e di continuare con la ristrutturazione come previsto.

– Spostamento Settore Ospiti: I vertici delle forze dell’ordine, la prefettura e l’amministrazione comunale hanno rinviato la decisione sull’area del settore ospiti, che subirà una riduzione.

La curva Fiesole sarà spostata nella tribuna Ferrovia, vicino al settore ospiti.

Problematiche da Affrontare

– Settore Ospiti: La Fiorentina propone di spostare il settore ospiti nella tribuna Maratona, vicino al cantiere della Fiesole.

Questo spostamento comporterebbe modifiche alla viabilità e alla sicurezza intorno allo stadio.

– Piano Sicurezza: La sicurezza del settore ospiti e la viabilità intorno allo stadio sono questioni che dovranno essere discusse dal Gruppo operativo sicurezza (Gos), composto da tecnici delle forze dell’ordine e della prefettura.

franchi

Franchi, prossimi passi

– Decisione in Tribunale: Il tribunale dovrà esprimersi sulle richieste della Fiorentina nelle prossime settimane.

– Discussioni con le Autorità: Il Gos e le autorità competenti dovranno discutere le questioni di sicurezza e viabilità prima di prendere decisioni definitive sullo spostamento del settore ospiti e sulle modifiche necessarie intorno allo stadio.

La situazione è complessa e richiede ulteriori discussioni tra tutte le parti coinvolte per raggiungere un accordo che soddisfi le esigenze del club e garantisca il regolare svolgimento dei lavori di ristrutturazione.

Continua a leggere

Serie A

Como, Fabregas-Roberts: UFFICIALE il passaggio di consegne

Pubblicato

il

Como, Fabregas

Il Como ufficializza anche le ultime formalità: Fabregas sarà l’allenatore della prima squadra. Osian Roberts si fa da parte e rimane in società.

I lariani sistemano anche gli ultimi dettagli in vista della prossima stagione. Lo spagnolo diventa ufficialmente l’allenatore della prima squadra mentre il predecessore assume un nuovo ruolo.

Como, Fabregas rinnova e si siede ufficialmente in panchina

Con un comunicato sul proprio sito ufficiale, il club lariano ha annunciato la firma dello spagnolo su un nuovo contratto di 4 anni:

Fabregas

Fabregas

Il Como 1907 è lieto di confermare che Cesc Fàbregas diventerà capo allenatore della squadra maschile con un contratto quadriennale. La nomina arriva dopo il successo della scorsa stagione come allenatore ad interim e assistente, culminata con la promozione in Serie A.

Come previsto, Osian Roberts si concentrerà sul suo ruolo di Head of Development del Como 1907, con il compito di creare una cultura identitaria all’interno dell’organizzazione, compresi i piani di formazione degli allenatori e di sviluppo dei giocatori.

Mirwan Suwarso, rappresentante ufficiale del gruppo proprietario, ha commentato: “È un onore per noi nominare ufficialmente Cesc come capo allenatore. L’impatto delle sue conoscenze, della sua esperienza e della sua passione è già stato evidente nel successo della scorsa stagione e nell’evoluzione del nostro stile di gioco. Crediamo che questo sia solo l’inizio e siamo ansiosi di continuare a lavorare con Cesc in questa stagione e per molti anni a venire”.

“Vorremmo cogliere l’occasione per ringraziare Osh per il brillante lavoro svolto nella scorsa stagione, mentre si accinge a ricoprire il ruolo di sviluppatore di giocatori e allenatori e di architetto chiave per il futuro successo del nostro club”.

Cesc Fàbregas ha commentato: “Sono molto felice di iniziare questa stagione come capo allenatore e ringrazio il gruppo proprietario per avermi affidato questo incarico. Condivido le ambizioni del gruppo e credo che questo sia solo l’inizio del cammino di questo club. Sarà una stagione difficile e importante, ma io e il resto dello staff tecnico siamo pronti e ci crediamo tutti”.

Continua a leggere

Serie A

Genoa, Gilardino: “Gudmundsson? Ce lo teniamo stretto. Mi sento molto stimolato, sul portiere…”

Pubblicato

il

gilardino

Alberto Gilardino ha parlato ai microfoni di Sky dal ritiro Moena. L’allenatore si è esposto sulla questione Gudmundsson e sul mercato in entrata.

Il mister rossoblù ha fatto il punto sulla situazione della rosa e cosa manca per completare l’organico. Accento sulla questione portiere che è la priorità in questo momento.

Indice

Genoa, le parole di Gilardino

Ti aspettavi di rivedere Gudmundsson in ritiro?

“Io sì. La società con me è stata chiara. Ad oggi è un giocatore del Genoa, l’ho detto anche l’altra sera, in questo momento si allena. E’ un grande professionista. L’altra sera gli ho chiesto se è felice, è molto felice. Vedremo gli sviluppi delle prossime settimane ma al momento ce lo teniamo stretto e crediamo in lui come abbiamo creduto la scorsa stagione e come in tutti gli altri giocatori”.

Quanto vorresti fosse il 31 agosto e svegliarsi con Gudmundsson, Retegui in rosa nel Genoa?

“Avere giocatori di qualità, che fanno la differenza nelle partite per un allenatore diventa indispensabile. Queste sono scelte societarie però per quanto mi riguarda, e per quanto la società parla con me quotidianamente, loro sono del Genoa.

Ad oggi Gudmundsson ce l’ho a disposizione e quando avrò a disposizione Vitinha e Retegui li allenerò come ho fatto la scorsa stagione. Ed è normale che avere un materiale tecnico di questo tipo è sicuramente stimolante“.

Genoa, Gudmundsson

Albert Gudmundsson player of Genoa, during the match of the Italian Serie A league between Napoli vs Genoa final result, Napoli 3, Genoa 0, match played at the Diego Armando Maradona stadium.

Come è stato l’impatto di Zanoli?

“A destra abbiamo un giocatore molto affidabile come Sabelli che la scorsa stagione ha fatto un campionato straordinario. Quest’anno siamo riusciti ad arrivare a Zanoli, giocatore giovane, di prospettiva e con grandi potenzialità. Crediamo in lui e nelle sue potenzialità. E sicuramente lui ha il desiderio di fare una grande stagione“.

Che caratteristiche deve avere il nuovo portiere secondo Gilardino?

“Ho in questo momento portieri affidabili come Leali, Sommariva e Stolz. In quel ruolo stiamo cercando un giocatore con caratteristiche importanti. Per noi e per me diventa indispensabile avere un giocatore con quelle caratteristiche.

Valutiamo nei prossimi giorni. Mi auguro possa arrivare il prima possibile perché si avvicina sempre di più la data della prima partita ufficiale, della Coppa Italia e a seguire del campionato”.

JOSEP MARTINEZ ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Ti aspettavi fosse così importante il ruolo del portiere?

“Ho avuto la fortuna di avere in prima squadra due portieri importanti: uno era Semper e l’altro è stato Martinez. E’ stata mia poi la scelta di dare continuità con Martinez e da lì abbiamo costruito quello che tutti hanno visto. Abbiamo cercato di creare, in base alle caratteristiche dei giocatori, determinati sviluppi di gioco.

E’ normale che portieri con la caratteristiche di Martinez non è semplice andare a trovarli in questo momento. Cerchiamo un portiere affidabile per questa categoria, che sappia principalmente parare ma anche giocare con i piedi. Non è semplice, lo sappiamo. Sia il direttore che la società sanno la mia volontà. Mi auguro che il prima possibile possa arrivare”.

genoa gilardino

supporter’s Genoa during Italian soccer Serie B match Genoa CFC vs Ternana Calcio at the Luigi Ferraris stadium in Genoa, Italy, March 12, 2023 – Credit: Danilo Vigo

Quanto è cresciuto Gilardino come allenatore al Genoa?

“A me piace imparare, studiare e mettermi a disposizione della squadra per qualsiasi situazione. E’ una continua voglia di migliorarsi. E’ uno stimolo che cerco quotidianamente di migliorare e allo stesso tempo di sollecitare il mio staff nel miglioramento costante. Da quando sono arrivato in prima squadra ad oggi è stata una prospettiva importante.

Non avrei mai pensato due anni e mezzo fa di poter allenare il Genoa, di vincere un campionato, di confermarmi in Serie A e oggi ritrovarmi qui. Grazie a queste caratteristiche che ho cercato di mantenere nel tempo, con perseveranza perché ho fatto anche esperienze in passato non semplici in categoria inferiori ma che mi hanno formato.

Poi la base di tutto sono i ragazzi, la squadra. La squadra fa la differenza e quando i ragazzi ti danno tutto i risultati arrivano e riesci a costruire un gruppo importante”.

Genoa

Vasquez e Frendrup rimarranno?

“Questo dovresti chiederlo alla società. Per me sono giocatori del Genoa e il desiderio è che rimangano qua. Sono felice per il lavoro svolto da parte mia e dello staff che ringrazio pubblicamente.

La crescita dei giocatori è nel lavoro quotidiano, nella voglia del ragazzo di sacrificarsi, di fermarsi dopo l’allenamento e migliorarsi. Questa è una politica che il Genoa ce l’ha nel DNA, vuole portarla avanti in futuro nella valorizzazione dei giovani.

Noi dobbiamo pensare a lavorare e basta con grande entusiasmo e farci trasportare in ogni partita dal nostro pubblico”.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Calciomercato8 minuti fa

Milan, la dirigenza è convinta: all in su Samardzic | Le commissioni al papà

Visualizzazioni: 19 Milan, quello del trequartista serbo è un nome che mette veramente tutti d’accordo nei salottini buoni del quarto...

Manchester United Manchester United
Calciomercato18 minuti fa

Il Manchester United batte la concorrenza del Real Madrid per Yoro

Visualizzazioni: 115 Nella giornata di ieri, il Manchester United ha ufficializzato un colpo in entrata. Il club inglese è riuscito...

Roma, De Rossi Roma, De Rossi
Calciomercato32 minuti fa

Calciomercato Roma: sfuma anche En-Nesyri?

Visualizzazioni: 203 Il calciomercato della Roma sta stentando a decollare. Ad oggi sono solamente due gli acquisti effettuati, Le Fée...

franchi franchi
Serie A38 minuti fa

Franchi: scontro tra Fiorentina e Comune, rinviata la decisione

Visualizzazioni: 212 Il confronto tra la Fiorentina e il Comune di Firenze riguardo ai lavori di ristrutturazione dello stadio Artemio...

lazio castrovilli lazio castrovilli
Calciomercato45 minuti fa

UFFICIALE Lazio, Castrovilli è biancoceleste

Visualizzazioni: 205 Trattativa lampo che vede la fumata bianca. Gaetano Castrovilli è un nuovo giocatore della Lazio, arriva da svincolato...

Gollini, Genoa Gollini, Genoa
Calciomercato58 minuti fa

Genoa, spunta l’idea Gollini

Visualizzazioni: 186 Il Genoa è a lavoro per trovare un sostituto tra i pali. Dopo la partenza di Joseph Martinez...

Como, Fabregas Como, Fabregas
Serie A1 ora fa

Como, Fabregas-Roberts: UFFICIALE il passaggio di consegne

Visualizzazioni: 186 Il Como ufficializza anche le ultime formalità: Fabregas sarà l’allenatore della prima squadra. Osian Roberts si fa da...

Milan, Scaroni Milan, Scaroni
Notizie1 ora fa

Milan: Stoccata di Scaroni all’Inter

Visualizzazioni: 519 Nel corso dell’evento di presentazione per i 125 anni del Milan, il presidente Scaroni ha rilasciato alcune dichiarazioni...

Genoa Genoa
Notizie2 ore fa

Nuove maglie Genoa: Italian Culture

Visualizzazioni: 219 Tra linee classicheggianti e moderne, il Genoa ha presentato le nuove divise in gran “stile italiano” con un...

Fiorentina Fiorentina
Calciomercato2 ore fa

La Fiorentina beffa l’Inter per un centrocampista?

Visualizzazioni: 676 La Fiorentina è molto attiva in questa fase di mercato: tanti contatti per dare a Palladino almeno un...

Le Squadre

le più cliccate