I nostri Social

Serie A

Bologna, Motta: “Siamo i ‘rompicoglioni’ della corsa Champions. Su Zirkzee e Orsolini…”

Pubblicato

il

Bologna, thiago Motta

Il tecnico del Bologna, Thiago Motta, ha parlato in conferenza stampa a due giorni dalla delicata sfida interna contro il Monza di Palladino.

Thiago Motta, allenatore del Bologna, è intervenuto nella consueta conferenza stampa a due giorni dalla sfida tra le mura amiche del Dall’Ara contro il Monza di Palladino. Appuntamento sabato 13 alle 20:45.

Bologna, Thiago Motta

Bologna, le parole di Motta

“Inizio con un pensiero alle famiglie delle vittime dell’esplosione alla centrale elettrica di Suviana”

Come state vivendo l’eventuale approdo a una coppa importante?

“Mettiamo le cose in chiaro, siccome dall’inizio del campionato non siamo mai stati scritti in nessuna corsa per l’Europa. La Champions è una normale ossessione per altri club, come l’Inter, il Milan, la Juventus, il Napoli, la Lazio, l’Atalanta o la Roma… Per noi questa ossessione non è mai esistita. Noi in questo momento siamo i ‘rompiglioni’ di questo campionato qua perché al momento nessuno si aspettava che fossimo in questa zona di classifica.

E’ per questo che facciamo bene al calcio: abbiamo portato concorrenza, competitività e abbiamo meritato di essere dove siamo. Abbiamo l’intenzione di restare dei rompicoglioni fino in fondo, ma senza nessuna ossessione. E quando uso il termine rompicoglioni non intendo che siamo brutti, sporchi e cattivi, anzi… Siamo determinati, concentranti e volenterosi di raggiungere il nostro obiettivo. Faremo di tutto per dare una gioia ai nostri tifosi. Credo però che serva un’analisi lucida di quello che i ragazzi hanno fatto fino’ora, da parte di tutto l’ambiente”.

Come giudica le parole che ha detto De Rossi riguardo al posizionamento del Bologna?

“Sinceramente non ho visto la sua conferenza, non possono commentarla. Lo conosco bene e so che è un ragazzo fantastico che sta facendo un grande lavoro.

Ne ha parlato con la squadra di questa lucidità e di questi obiettivi di cui ci raccontava prima?

“Ho parlato con loro in primis di questa cosa. A loro dico sempre quello che penso prima di venire qui”.

Siamo tutti consapevoli che quest’estate nessuno si immaginava quello che sta succedendo…

“Io ho parlato anche oggi con i miei ragazzi del fatto che le partire di Empoli, vinta all’ultimo meritatamente, e quella col Frosinone, pareggiata, non possono essere l’ago della bilancia del nostro campionato: non eravamo i campioni dopo Empoli e non abbiamo sbagliato tutto per non aver vinto a Frosinone.

Loro però erano tristi dopo l’ultima sfida perché giocano sempre per vincere, anche in allenamento. Questo mi rende orgoglioso perché loro con dei ragazzi che sanno cosa vogliono, ma loro in primis devono capire che una non vittoria non è una tragedia. In questo senso voglio sottolineare che discorsi come quelli che i due punti mancati a Frosinone potrebbero non farci qualificare in Champions… è delirante.

Ora però pensiamo alla prossima partita, che dovremo vivere al massimo sia noi in campo che sugli spalti. Dobbiamo approfittare di questo momento e dare il massimo”.

E’ arrivata la notizia della vittoria del premio come miglior allenatore del mese della Lega Serie A. Lei si sente di essere sopra le sue stesse aspettative?

“Io vivo con la tranquillità di dare il mio massimo sempre e questo mi fa dormire serenamente. Il premio è un’altra prova di quello che stiamo vivendo, che è possibile solo a questi ragazzi che sono fantastici”.

Come ha vissuto Ndoye l’errore di Frosinone?

“A fine partita Dan era molto triste. Va ricordato però che quell’azione inizia su un suo recupero e questo lo dico perché deve ricordarsi delle tante cose positive che fa per la squadra e il gruppo. E’ da un po’ di tempo che ha un fastidio fisico che lo condiziona, ma lui continua a dare tutto per i compagni.

A Frosinone aveva fatto la cosa giusta, anche se la palla non è entrata… entrerà alla prossima occasione perché ha grande talento, è al primo anno in Serie A e ha già aiutato tantissimo il gruppo. E’ sereno come deve essere perché sta facendo un grande lavoro”.

Karlsson come sta dal punto di vista mentale e fisico?

“Sta bene. Mentalmente è sempre stato al top, fisicamente sta meglio ma in questo momento ci sono altri che sono più avanti di lui. Questa realtà fa bene a lui come agli altri, perché porta tutti alla ricerca del proprio massimo. Quando vedrò che sarò pronto per aiutare sarà sicuramente in campo per aiutare la squadra”.

Che tipo di Monza si aspetta?

“E’ una squadra che ha cambiato modulo ma ha mantenuto la stessa mentalità. Quando recuperano palla cercano di mantenere l’equilibrio dietro e che già nel recupero riesce ad avanzare e guadagnare campo. Hanno la qualità di capire quando attaccare veloce, e sono consapevoli delle qualità tecniche dei propri giocatori e di quando sfruttarle. Noi dobbiamo essere pronti a giocare contro una squadra che sa quello che vuole: sarà una bella battaglia, che noi giocheremo in casa con la testa e con il cuore”.

Palladino ha detto che con i giovani si stende a parlare poco di tattica e tanto di tecnica. Lei come si relaziona con i giovani?

“Io con i miei giocatori parlo di tutto, poi ci sono quelli che ti ascoltano di più e quelli che ti ascoltano di meno. La cosa importante è capire anche in quali momenti parlare, e di cosa parlare. Se vedo un giocatore un po’ sottotono cerco di capire il perché, rispettando però la loro volontà di raccontare o meno. Penso però di avere un rapporto tale con loro di poter parlare di tante cose, anche extra calcio”.

Quanto è cresciuto dal Monza-Bologna dell’anno scorso?

“Da quel momento è cresciuto tanto Riccardo Orsolini, che esultò in scivolata dopo quel gol. Insieme a lui siamo cresciuti tutti, in termini di consapevolezza e volontà”.

Come sta Zirkzee oggi? Il ragionamento fatto all’inizio vale anche su di lui?

“Dobbiamo partire pensando qual è la partita normale di Joshua? Secondo me non lo sa nemmeno lui perché è giovane. L’importante credo sia avere sempre equilibrio, e noi lo abbiamo. I ragazzi sanno di stare attraversando un grande momento e continueremo fino in fondo ad essere quello che ho detto all’inizio”.

Serie A

Inter: la situazione sul rinnovo di Lautaro

Pubblicato

il

lautaro

Sono giorni movimentati in casa Inter dopo il passaggio di proprietà ad Oaktree e la questione rinnovi tiene banco: soprattutto quello di Lautaro Martinez.

Inter, Lautaro

Inter, il contratto di Lautaro ha scadenza giugno 2026. Parti a lavoro da mesi per la quadra

L’Inter e l’entourage di Lautaro sono a lavoro da mesi per trovare un accordo sul prolungamento di contratto che scade a giugno dell’anno prossimo, ma le vicissitudini societarie potrebbero aver rallentato le trattative.

La volontà di entrambe le parti sembra la medesima, ovvero proseguire insieme. I nerazzurri necessitano delle prestazioni del proprio condottiero e viceversa. “El Toro” a Milano sembra proprio aver trovato la sua dimensione ideale.

Al momento la trattativa pare stia attraversando una fase di stallo, dovuta all’incongruenza tra la richiesta dell’entourage dell’argentino e l’offerta che la società avrebbe proposto.

Nelle ultimissime ore, infatti, sono circolate indiscrezioni secondo le quali ci sarebbe ancora distanza e le parti sarebbero ancora alla ricerca di un esito positivo.

Nei 6 anni di permanenza in nerazzurro, Lautaro ha rinnovato una sola volta e ribadiamo che la sua volontà è quella di trovare un’intesa per proseguire con la maglia dell’Inter.

Continua a leggere

Serie A

Chievoverona, marchio acquistato dal Clivense

Pubblicato

il

La nuova squadra prenderà il nome di AC Chievoverona e i colori sociali resteranno il bianco e l’azzurro della “vecchia” Clivense.

FC Clivense sceglie i nomi e colori

Il nome e i colori del Chievoverona sarann0 scelti dagli 800 soci del Clivense.

Successivamente, la squadra prenderà il nome di AC Chievoverona e i colori sociali resteranno il bianco e l’azzurro di Clivense.

Clivense nel Chievoverona

Logo del Clivense

E’ terminato ieri il sondaggio inviato ai soci clivensi per conoscere la loro opinione sul nome e i colori della squadra. Inoltre, il sondaggio è stato voluto fortemente da Sergio Pellissier ed Enzo Zanin. Anche il logo del Chievo rimane invariato. Nei prossimi giorni saranno aggiornati logo e nome della società.

Le parole del presidente del Chievoverona

Il presidente del Chievo, Sergio Pellissier ha ringraziato i soci per la loro disponibilità. Infine, per Pellissier l’esito scelto dai tifosi è l’unione tra il marchio veronese e l’eredità del Clivense: ovvero i colori bianco e azzurro. Ha altresì sottolineato il suo orgoglio per l’unione delle due squadre.

Continua a leggere

Serie A

Inter, primo incontro tra Oaktree e Simone Inzaghi: i dettagli

Pubblicato

il

Inter, Inzaghi

Inter, nel pomeriggio di oggi c’è stato il primo incontro tra esponenti del fondo Oaktree e Simone Inzaghi.

Pomeriggio di presentazioni in casa Inter, con il fondo Oaktree che passa alla conoscenza del settore tecnico.

In Viale della Liberazione, infatti, e’ avvenuto un summit tra i rappresentanti del nuovo proprietario nerazzurro e l’allenatore Simone Inzaghi. 

Nulla trapela in merito agli argomenti trattati, ma intanto c’è stato il primo incontro tra l’allenatore meneghino e coloro che sono subentrati a Steven Zhang come azionisti di maggioranza dell’Inter.

 

Continua a leggere

Ultime Notizie

Bayern Monaco Bayern Monaco
Bundesliga2 minuti fa

Bayern Monaco, è il Kompany Day: in giornata la firma

Visualizzazioni: 2 Il Bayern Monaco si prepara ad accogliere il nuovo allenatore. Si tratta di Vincent Kompany, dopo mesi di...

Calciomercato12 minuti fa

Lazio, rinnovo Kamada: ci siamo, cifre e dettagli

Visualizzazioni: 53 Daichi Kamada sarà un giocatore della Lazio per il prossimo anno. Il giapponese ha definito con la Lazio...

Flick Flick
Liga22 minuti fa

Barcellona, è fatta per Flick: oggi la firma sul contratto

Visualizzazioni: 78 Hansi Flick sarà a breve il nuovo allenatore del Barcellona. Nella notte summit con Laporta che ha portato...

Calciomercato32 minuti fa

Milan, Theo Hernandez ai saluti: decisione irrevocabile

Visualizzazioni: 740 Milan, noi di Calcio Style lo stiamo scrivendo da diversi mesi, ma la triste realtà per i tifosi...

Panchina d'oro, Grosso Panchina d'oro, Grosso
Serie B42 minuti fa

Panchina Sassuolo, Grosso vola in pole ma occhio allo scenario scaligero

Visualizzazioni: 80 Panchina Sassuolo, in Emilia Romagna si cerca l’erede di Davide Ballardini. Fabio Grosso e’ ora il primo nome....

Atalanta, Teun Koopmeiners Atalanta, Teun Koopmeiners
Calciomercato52 minuti fa

Juventus, Koopmeiners costa troppo | Torna di moda un vecchio obiettivo

Visualizzazioni: 131 Koopmeiners resta il primo obiettivo della Juventus. La richiesta dell’Atalanta, però, scoraggia Giuntoli che pare intenzionato a ripiegare...

Barella Inter Barella Inter
Nazionale1 ora fa

Il ct Spalletti elogia l’Inter: “Crede nel talento italiano”

Visualizzazioni: 108 Il ct della Nazionale italiana, Luciano Spalletti, ha parlato in occasione degli European Globe Soccer Awards. Larga la...

Jude Bellingham - Depositphotos Jude Bellingham - Depositphotos
Esteri1 ora fa

Real Madrid, Bellingham eletto miglior giocatore dell’anno nella Liga

Visualizzazioni: 112 Jude Bellingham del Real Madrid è stato eletto miglior giocatore dell’anno in Liga. L’inglese si è reso subito...

Udinese Udinese
Notizie1 ora fa

Udinese, Pafundi incanta in Super League

Visualizzazioni: 103 Terminano tutte le competizioni nazionali ed è tempo di bilanci e sondaggi. Transfermakt ha premiato anche il talento...

Calciomercato2 ore fa

Milan, Emerson Royal costa troppo: altri contatti con Tiago Santos

Visualizzazioni: 304 Milan, andiamo qui di seguito a capire meglio la situazione terzino destro. Ad oggi due i nomi sul...

Le Squadre

le più cliccate