I nostri Social

Notizie

Agnelli agli azionisti: “La Juventus sta scrivendo un nuovo record nella storia del calcio”

Pubblicato

il

NON USARE!

Il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, ha scritto una lettera indirizzata agli azionisti. Ecco le sue parole, così come si evince dal sito ufficiale del club.

La lettera di Andrea Agnelli

“Cari Campioni d’Italia,

è con grande orgoglio che uso questo appellativo nei vostri confronti per la nona volta consecutiva. Il dibattito calcistico tende a consumare rapidamente ogni notizia, ogni partita, ogni stagione, ma è importante sottolineare che una striscia così lunga di successi non ha precedenti nelle grandi leghe europee (Serie A, Premier League, La Liga, Bundesliga e Ligue1). La Juventus sta scrivendo un nuovo record nella storia del calcio, un record che potrà essere valutato compiutamente solo quando i canoni della storia prenderanno il sopravvento su quelli della cronaca. Il traguardo del decimo scudetto consecutivo è una vetta da scalare e non un dato scontato, così come il nostro desiderio di giocare per vincere ogni competizione cui partecipiamo, dalla Supercoppa Italiana alla Champions League, dalla Serie A alla Coppa Italia.

Il documento nelle vostre mani rappresenta l’occasione per fare una sintesi della stagione 19-20, da poco conclusa: non la dimenticheremo per gli eventi inaspettati e dolorosi che l’hanno contraddistinta. Il Covid-19 ha avuto un impatto terribile in tutto il mondo. Il nostro settore industriale è stato, ed è tuttora, tra quelli che hanno subito maggiormente l’impatto della crisi, da ogni punto di vista. Se questa stagione, una delle più difficili nella storia dello sport, ha avuto il suo completamento è solo grazie al lavoro e alla collaborazione tra tutti gli stakeholders, i Governi centrali e locali, la UEFA, l’ECA, le Federazioni, le Leghe ed i Club da un lato, gli sponsor e i broadcaster dall’altro, i quali hanno lavorato incessantemente nei mesi primaverili per individuare tutte le opportune soluzioni per completare la stagione 2019/20 e iniziare la stagione 2020/21. Ultimi ma non ultimi i giocatori, chiamati a una nuova preparazione e a giocare in condizioni surreali per riportare speranza e gioia a chi fa del nostro sport il più bello sport del mondo: i Tifosi! Vorrei qui ringraziare i nostri giocatori che, insieme con lo staff tecnico, hanno dimostrato un grande senso di responsabilità verso l’azienda e i tifosi; vorrei ringraziare tutte le donne e gli uomini della Juventus, capaci di adattarsi rapidamente al nuovo contesto lavorativo; i nostri partner, che hanno condiviso con noi le strategie per affrontare insieme le difficoltà comuni. Inoltre, vorrei ringraziare le istituzioni nazionali e internazionali, sportive e non, le cui decisioni hanno permesso lo svolgimento di tutte le competizioni per club. A tutti loro va il mio più sentito GRAZIE.

Le scadenze contabili, correttamente, non devono tenere in considerazione elementi dirompenti quali la pandemia di Covid-19, i drastici tagli (temporanei o definitivi) su alcune voci di ricavo o la riduzione di alcuni costi, in larga parte temporanei. Esse segnano una linea di demarcazione temporale che consegna l’esercizio 2019-2020 agli archivi. E la fotografia che ne risulta è un chiaroscuro di complessa interpretazione.

Gli ultimi dieci anni, sono stati contraddistinti da grandi investimenti, supportati da tutti i nostri azionisti, a cominciare dal nostro socio di riferimento, EXOR, che hanno generato una straordinaria crescita nei ricavi. Essi sono più che triplicati passando dai 172 milioni del 10/11 ai 573 milioni di euro del 19-20. Nello stesso periodo la Juventus ha saputo riconquistare centralità e rilevanza sia sul campo, sia fuori dal campo.

L’equilibrio economico, raggiunto nel periodo 2014-2017, ha rallentato il suo percorso a causa di alcune poste specifiche. La nostra posizione finanziaria, a causa dei continui investimenti per garantire quella competitività sportiva necessaria per accedere ai maggiori flussi di ricavo è invece elemento di forte attenzione. La messa in sicurezza è stata dalla scorsa primavera una nostra priorità e lo sarà nel prossimo futuro.

L’impegno di questi anni è stato rilevante e ha saputo garantire risultati di crescita sempre in linea con le aspettative. Tutte le voci di fatturato hanno registrato incrementi in doppia cifra percentuale ad eccezione di una: i diritti televisivi, sia delle competizioni italiane sia di quelle europee. È bene ricordare che tali introiti non vengono trattati direttamente dai club, ma sono licenziati, per leggi e regolamenti, collettivamente attraverso la Lega di Serie A e la Uefa.

Da tempo, in questa ed altre sedi, abbiamo segnalato l’asimmetria di un sistema che pone il rischio imprenditoriale sui club, i quali sostengono tutti i costi del sistema, ma assegna ad altri soggetti una parte rilevante del controllo e, quindi, della generazione degli introiti. Non si tratta di una critica o di una sorpresa ma di uno spunto di riflessione per il futuro: il sistema è costruito in questo modo per garantire meccanismi di mutualità dal vertice della piramide calcistica verso la base. Tuttavia, i segnali di contrazione e qualche inefficienza gestionale, già evidenti negli anni scorsi, rischiano oggi di trasformarsi in un danno evidente per coloro che vogliono contribuire all’evoluzione di tutto il movimento calcistico e, al contempo, garantire un’adeguata remunerazione del capitale investito. Il principio cardine dell’impresa moderna è il controllo delle risorse per le quali si assumono oneri e rischi. La separazione di questo bilanciamento è percepita come innaturale, forzata. È un tema di governance, che gli effetti della pandemia stanno mettendo a durissima prova, minacciando la stessa sopravvivenza dei club, che quei rischi affrontano, senza disporre degli strumenti che consentirebbero loro di mitigarli.

Juventus intende contribuire a questa riflessione in modo attivo, nella consapevolezza del proprio dovere di porre correttivi sul modello di sviluppo della Società, anch’esso da adattare alla nuova realtà di un settore che ha subito una forte discontinuità, ma con la determinazione di trovare all’interno del comparto calcistico una modalità di gestione più efficiente e in grado di affrontare il mercato dei consumatori con formule più adatte allo scenario con il quale, d’ora in avanti, il calcio dovrà entrare in relazione.

Il calcio sta cambiando con l’arrivo di una nuova generazione di atleti e di consumatori. Il mondo, che troverà una soluzione per gestire la pandemia, è già cambiato e in evoluzione. La Juventus saprà stare al passo.

Fino Alla Fine…

Andrea Agnelli”.

Notizie

Camarda: “Vestire la maglia azzurra è sempre un grandissimo onore”

Pubblicato

il

Camarda

L’enfant prodige del Milan si è preso anche la Nazionale. In un’intervista rilasciata a Vivo Azzurro tv, Camarda ha ripercorso le emozioni europee e non solo.

L’attaccante classe 2008 del Milan sta incantando per le sue giocate all’Europeo under 19. Reduce da una doppietta, Camarda, è tra i protagonisti assoluti per la semifinale raggiunta e per aver ottenuto con essa, il pass per il prossimo Mondiale di categoria. Intervistato dal canale ufficiale della Figc, non si è posto limiti.

Milan, le parole di Camarda

Il risveglio dopo la doppietta: “Questa mattina mi sono svegliato felice, ero consapevole di aver fatto una bella prestazione a livello personale, ma lo è stata soprattutto di squadra, coronata dal raggiungimento della semifinale e del pass per il Mondiale.”

La chiamata della Nazionale e il rapporto con l’allenatore: “Quando ho ricevuto la chiamata per raggiungere il raduno dell’Under 19 a Bolzano ho provato tutta la gioia del mondo, perché avrei avuto la possibilità di giocare un altro Europeo. Mi sono integrato bene fin da subito, anche con Corradi ho un ottimo rapporto: spero che questa famiglia avrà delle soddisfazioni importanti.”

I suoi prossimi obbiettivi: “Il mio, quello di tutti qui, è vincere l’Europeo: siamo una squadra forte. Personalmente quando mi pongo degli obiettivi faccio di tutto per raggiungerli. Vestire la maglia azzurra è sempre un grandissimo onore. All’inizio del mio percorso da calciatore non avrei mai pensato di arrivare fin qui. Oggi sono orgoglioso di far parte del giro della Nazionale e spero di starci dentro il più a lungo possibile.”

Sul gruppo: “E’ un gruppo molto unito, l’ho notato subito dalla prima settimana a Bolzano. Sono stato accolto benissimo e credo che il gruppo venga sempre prima di tutto: solo se c’è uno spogliatoio unito si può andare avanti e vincere trofei.”

Un pensiero alla famiglia e al suo ex allenatore

La famiglia: Se sono arrivato a vestire la maglia della Nazionale è grazie al supporto costante che ho avuto da tutta la mia famiglia: non solo dei miei genitori, ma anche dei miei nonni e dei miei zii. Senza di loro non sarei qui ora.”

L’attaccante rossonero ha poi chiosato sull’allenatore con cui ha vinto l’Europeo under 17:  “La prima persona che ho sentito dopo la partita è stato mister Massimiliano Favo, mi ha sempre dato consigli utili e supportato, avere questo tipo di rapporto è per me molto importante, mi aiuta molto.”

milan futuro, Camarda

Camarda è pronto a prendere le redini della Nazionale under 19, con cui speriamo possa avere un cammino lungo in questi Europei: i presupposti ci sono. Il Milan, intanto, lo osserva in vista della prossima stagione in Serie C. Sarà il titolare del Milan Futuro.

Continua a leggere

Notizie

EA Fc25: annunciato per settembre l’ultimo capitolo

Pubblicato

il

fc25

EA Fc25: cerchiare in rosso sul calendario il giorno 27 settembre. Data in cui sarà rilasciata l’ultima versione del gioco di calcio. Ma è già pre-ordinabile.

È possibile scegliere tra la versione Standard a 69,99 e la versione Ultimate a 99,99. Per quest’ultima in copertina ci sono, oltre a Jude Bellingham nientemeno che Gianluigi Buffon, David Beckham, Aitana Bonmati e Zinedine Zidane. Passato e presente per un’esperienza ricca e che si conferma tra le più competitive nei simulatori di calcio.

Europei 2024, Jude Bellingham

EA Fc25: le novità

Da cosa sarà composto il nuovo capitolo di uno dei titoli di punta della EA?

5vs5 Rush: il Publisher promette un nuovo modo di giocare con gli amici in Football Ultimate Team™, Clubs e Kick-Off con un gameplay frenetico su piccola scala. Rimossa Volta, si è voluta creare una dimensione social e più personale. Gameplay e meccanismi dell’11 vs 11, ma con meccaniche innovative. 

Fc Iq: dice il Publisher “Una revisione delle basi tattiche del gioco offre un maggiore controllo strategico e movimenti collettivi più realistici a livello di squadra. FC IQ utilizza anche un nuovo modello di intelligenza artificiale, alimentato da dati del mondo reale, per influenzare le tattiche dei giocatori attraverso i nuovissimi ruoli giocatore”. Naturale proseguimento di Hypermotion, per massimizzare la personalizzazione del comportamento dei giocatori in campo, in qualsiasi situazione.

Esperienza unica

Si può poi giocare nella modalità Manager & Player Career, o per clubs con un’autenticità, come recita il sito EA, senza rivali. 

19.000 giocatori di oltre 700 squadre in più di 120 stadi e oltre 30 campionati. EA SPORTS FC™ 25 è l’unico posto in cui puoi giocare alle iconiche UEFA Champions League, UEFA Europa League, UEFA Europa Conference League, CONMEBOL Libertadores, Premier League, Bundesliga e LALIGA EA SPORTS, tutte nello stesso gioco, oltre alla UEFA Women’s Champions League, Barclays Women’s Super League, National Women’s Soccer League, D1 Arkema, Liga F e Google Pixel Frauen-Bundesliga“.

 

 

Continua a leggere

Notizie

Milan: Stoccata di Scaroni all’Inter

Pubblicato

il

Milan, Scaroni

Nel corso dell’evento di presentazione per i 125 anni del Milan, il presidente Scaroni ha rilasciato alcune dichiarazioni poco convenzionali.

Non sono passate di certo inosservate le dichiarazioni del presidente rossonero, il quale si è esposto su FIGC e serie A. Per concludere non è mancata neanche qualche frecciatina nei confronti dei cugini nerazzurri.

Le dichiarazioni

Nel corso dell’evento di presentazione delle celebrazioni per i 125 anni del club rossonero, Paolo Scaroni ha rilasciato alcune dichiarazioni: “Tutto il calcio italiano vive per la Serie A, diamo soldi alla B, agli arbitri. Pagare tutti i conti e non contare niente in Figc mi è sempre sembrato strano. Il sistema deve cambiare. La Premier League incassa 2,2 miliardi, la Serie A 200 milioni. Undici volte tanto”.

scaroni

Milan: l’unico grande club di Milano

Scaroni ha poi proseguito con l’ultima stoccata: “Il quarto presidente più longevo nella storia del Milan? Vorrei arrivare almeno sul podio. Con Yonghong Li non eravamo mai in ordine con i conti, i soldi per iscriversi al campionato arrivavano all’ultimo. I cinque anni più bui al Milan. Qualche passetto avanti lo abbiamo fatto. Lo scudetto è stato un’emozione come mai nella vita. Siamo un’istituzione iconica ma riusciamo a essere giovanissimi. I giovani intorno a me mi manifestano passione. Restiamo il più grande club di Milano… non ne conosciamo altri“.
Continua a leggere

Ultime Notizie

Calciomercato8 ore fa

Pontedera e Pro Vercelli: due colpi per il futuro

Visualizzazioni: 285 Si anima il calciomercato non solo in Serie A. In Lega Pro, Pontedera e Pro Vercelli chiudono due...

Como, Fabregas Como, Fabregas
Calciomercato8 ore fa

Como: ufficiale il colpo in difesa

Visualizzazioni: 242 Attraverso un comunicato ufficiale, il Como conferma di aver rafforzato la difesa in vista della prossima stagione. La...

Cagliari, Davide Nicola Cagliari, Davide Nicola
Serie A8 ore fa

Cagliari, Zappa: “Per me è un piacere lavorare con Nicola”

Visualizzazioni: 252 Il difensore del Cagliari, al termine della gara con l’U19, ha rilasciato alcune dichiarazioni sui primi giorni di...

Camarda Camarda
Notizie8 ore fa

Camarda: “Vestire la maglia azzurra è sempre un grandissimo onore”

Visualizzazioni: 410 L’enfant prodige del Milan si è preso anche la Nazionale. In un’intervista rilasciata a Vivo Azzurro tv, Camarda...

fc25 fc25
Notizie9 ore fa

EA Fc25: annunciato per settembre l’ultimo capitolo

Visualizzazioni: 324 EA Fc25: cerchiare in rosso sul calendario il giorno 27 settembre. Data in cui sarà rilasciata l’ultima versione...

Calciomercato9 ore fa

Colpo Bari: in arrivo Kevin Lasagna

Visualizzazioni: 299 Il Bari ha concluso la trattativa con l’Hellas per il cartellino di Kevin Lasagna. Leggi con noi i...

Juventus, Soulè Juventus, Soulè
Focus9 ore fa

Ecco come giocherà Soulé nel Leicester

Visualizzazioni: 709 Il passaggio di Matias Soulé al Leicester non si è ancora concretizzato, ma vediamo nel frattempo come potrebbe...

Milan, Morata Milan, Morata
Calciomercato9 ore fa

Atletico Madrid: il saluto di Morata ai Colchoneros

Visualizzazioni: 481 Atletico Madrid: Alvaro Morata non è più dei Colchaneros. L’attaccante si è trasferito al Milan per circa 13...

Serie A Serie A
Serie A10 ore fa

Serie A: diritti Tv, cosa accadrà nella prossima stagione

Visualizzazioni: 382 Serie A: quale futuro? Ecco la spartizione tra DAZN e Sky: i due principali broadcaster protagonisti di un...

sergi roberto sergi roberto
Calciomercato10 ore fa

Sergi Roberto, quale futuro? Ci sono Premier, Serie A e Liga

Visualizzazioni: 326 Il veterano del Barcellona Sergi Roberto ha da poco lasciato il club. Il suo futuro però sarà ancora...

Le Squadre

le più cliccate