Home » Notizie » Sassuolo: Raspadori parla e strizza l’occhio alla Juve
Notizie

Sassuolo: Raspadori parla e strizza l’occhio alla Juve

Il Sassuolo si gode Raspadori e lui, con molta maturità, consapevole di ciò che sta facendo e potrà fare ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport.

Sassuolo: Raspadori parla e strizza l'occhio alla Juve

Gratitudine per ciò che il Sassuolo gli sta dando e sguardo proiettato al futuro con, su di lui, l’ombra della Juventus sempre più ingombrante che lo vorrebbe come post Dybala.

Questi i principali temi dell’intervista ma, in questa, parlerà anche di quelli che sono i giocatori a cui si ispira e di come vive lo spogliatoio.

È un motivo di orgoglio essere accostato a Dybala e che si pensi a me come suo erede. Paulo ha una qualità impressionante”.

“In comune abbiamo il gusto e la tendenza a legare il gioco. Dietro al centravanti lui è molto bravo e anche io mi trovo molto bene. Sono cresciuto come centravanti e mi piace ancora fare il 9, però in questo ruolo sono al centro del gioco”.

“A chi mi ispiro? Aguero, Tevez, Rooney: attaccanti che corrono, campioni con la garra. La garra è fondamentale perché ti spinge oltre i limiti”.

Grazie al Sassuolo sono consapevole dei miei mezzi. Io penso a divertirmi e uso tutta la mia energia in campo. Sono un leader silenzioso, trasmetto la carica ai compagni con il mio atteggiamento, non mollo mai”.

Per un giovane è facile essere esaltato dopo qualche partita, ma è solo l’inizio di un percorso. Ecco perché serve equilibrio“.

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie