Home » Notizie » Milan, il futuro del trio Maldini-Massara-Gazidis con InvestCorp
Notizie

Milan, il futuro del trio Maldini-Massara-Gazidis con InvestCorp

Milan, gli ultimi giorni che sta vivendo la società rossonera sono davvero ‘on fire’, come canterebbero i tifosi rossoneri verso di Mr Pioli.

La ritrovata vittoria (una rete che in campionato mancava da ben 221 minuti) contro il Genoa a San Siro ha dato uno scossone fisico e morale a tutto l’ambiente rossonero che ora può vivere una Pasqua in vetta alla classifica (nonostante la solita partita che l’Inter di Inzaghi dovrà recuperare a fine aprile contro il Bologna).

Ma non è l’unica buona notizia giunta dalle parti di Milanello: nonostante i due ko di fila di Calabria (prima) e Gabbia (poi), è arrivato il settimo clean sheet di fila per il francese Maignan.

Milan

Inutile ripetersi dicendo che ogni partita ha un’importanza a sé, perché il prossimo impegno dei ragazzi di Pioli coinvolgerà anche il fattore emotivo, oltre a quello fisico sul campo.

Il Diavolo si concentrerà sul ritorno delle semifinali di Coppa Italia contro l’Inter, questa volta ‘in trasferta’, dopo lo 0-0 maturato ad inizio aprile (ricordiamo che, per questa stagione, è ancora valida la regola dei gol in trasferta, la quale sarà eliminata a partire dalla prossima competizione).

Inoltre, le ultime ore sulla questione ‘cessione del club’ al fondo straniero InvestCorp ha letteralmente scaldato e acceso i cuori di tutto il popolo rossonero, dato l’enorme capitale (da circa 1.1 miliardi) che gli arabi sarebbero pronti a mettere sul piatto per rilevare il club di Via Aldo Rossi.

Milan

Chiaramente il tanto denaro che il fondo arabo potrebbe mettere (in futuro) a disposizione del mercato rossonero non può che far contenti i tifosi.

Un ulteriore indizio arriva direttamente da Twitter: infatti il presidente Mohamed Al Ardhi si è complimentato col Milan per la vittoria casalinga e la vetta ritrovata.

 

Milan: con Investcorp cosa farà la dirigenza?

Una notizia rilanciata dal ‘Corriere dello Sport’, secondo cui, qualora la trattativa dovesse concretizzarsi, il fondo del Bahrein andrà avanti con la dirigenza attuale, sposando il progetto giovani intrapreso da Maldini, Massara e Gazidis.

Elliott, di fatti, non intendeva ascoltare proposte di vendita proprio ora, ma le prestazioni che i rossoneri stanno mettendo in scena negli ultimi 2 anni (prima qualificazione in Champions e dopo il grande sogno Tricolore), lo rendono un ‘brand’ mondiale.

Milan

Un calcio moderno che può fare la differenza in Europa grazie ai giovani cresciuti e alle loro prime esperienze in ambito internazionale (vedi Leao e Kalulu): certo per alzare l’asticella, bisognerà fare un mercato estivo da Milan, ingaggiando campioni che possano fare l’upgrade tanto desiderato.

E, queste basi, portano la firma (innanzitutto difensiva) di Maldini, leggenda milanista, e del lavoro messo a segno grande al tandem istituito con Massara.

Milan

Comunque, tutto questo riguarderà il presidente Scaroni e il fondo Elliott: le questioni extra campo non devono essere motivo di distrazione per i ragazzi di Pioli: ci sono ancora 5 ‘finali’ di campionato in ballo, e chissà anche la Coppa Italia da vivere fino all’ultimo minuto.

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie