Home » Notizie » Fiorentina, la virtù e il gol stanno nel mezzo
Notizie

Fiorentina, la virtù e il gol stanno nel mezzo

La via della rete in casa Fiorentina in questo momento pare una strada inaccessibile; gli attaccanti, con Simeone a capo della truppa, non riescono a farsi spazio tra le maglie avversarie e arrivare al gol. Per Mirallas, Pjaca e compagnia attaccante l’ultime rete risale al 25 settembre scorso: un tiro di Chiesa, deviato da Skriniar tra l’altro, che segnò il momentaneo pareggio in casa dell’Inter.

La classifica, seppur peggiorata nelle posizioni nelle ultime settimane, regge in fatto di punti grazie ad una difesa da Champions (è la terza migliore dopo Inter e Juventus) e un centrocampo che il migliore in assoluto per reti realizzate. Sono stati i mediani i togliere le castagne dal fuoco a Mister Pioli, permettendo alla Fiorentina nelle ultime gare di raggiungere almeno il pareggio.

Il centrocampo viola è il migliore dal punto di vista realizzativo di tutta la Serie A con 8 reti, Juventus, l’Inter, il Milan e il Torino sono ferme a 5 reti a testa. Benassi è il leader con 4 gol fatti, poi Veretout con 3 reti, tutte su rigore, e Gerson con una rete realizzata nell’esordio di campionato contro il Chievo.

LEGGI ANCHE:  Inter-Fiorentina 1-1, la viola ferma i nerazzurri: le pagelle viola

I singoli interpreti

Benassi sta mantenendo quella che è una sua pecurialità: la capacità d’inserimento alle spalle delle difese avversarie e un ottimo fiuto del gol ( nel massimo campionato 156 partite e 22 reti), caratteristica che lo rende imprescindibile per Pioli, nonostante qualche passaggio a vuoto nella continuità di rendimento.

Veretout, spostato per necessità da Pioli da mezz’ala a centrale/regista si sta dimostrando freddissimo dagli undici metri, quest’anno sono tre su tre i rigori realizzati. Certo l’anno scorso impressionò per la capacità di arrivare a rete e fu una delle scommesse vincenti di Corvino in fase di mercato, con l’ingresso di Norgaard potrebbe essere riproposto in un ruolo più avanzato.

Gerson è fermo ad una rete e a tante prestazioni altalenanti, ma il talento del brasiliano non è discutibile. Contro la Roma, Pioli nel secondo tempo lo ha avanzato più vicino a Simeone ed è stato molto più incisivo per il gioco gigliato, chissà che non possa ripetersi e magari migliorare in fase realizzativa.

LEGGI ANCHE:  Calciomercato Fiorentina, ecco quando Lirola può tornare all'OM | Nuovo nome per la fascia destra

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Notizie