La Serie A e il triennio 2021/2024

L’  Assemblea della FGCI tenutasi il17 Febbraio purtroppo non ha portato i risultati sperati inerenti gli accordi di massima che avrebbero dovuto avere tutte, o quasi, le società di calcio per la visione e la distribuzione dei diritti televisivi. Da una parte il colosso inglese Dazn e dall’ altra parte Sky hanno ancora dato una fumata grigia. Tanti i guadagni futuristici ma, con l’ emergenza Covid che ha portato incassi pari a zero ai vari club, ha spinto il mondo del calcio a guardare ad introiti immediati. Nasce da qui l’ esigenza di trovare un accordo dunque che, almeno per il momento, vede in netto vantaggio la piattaforma inglese che ha messo sul piatto una cifra che si aggira intorno agli 840 Milioni di Euro per il triennio 2021/2024, assicurandosi così la visione di ben 7 partite della massima Serie a cui poi si aggiungono le gare in condivisione con Sky per i restanti 3 match. Ci si avvicinerebbe così alle cifre guadagnante nel triennio precedente, circa 970 Miliardi. La piattaforma italiana invece resta ferma ad un’ offerta di 750 Milioni di Euro cercando di giocare comunque d’ anticipo facendo leva sulla linea Internet.

Internet o Satellite?

Ebbene si, è un dato di fatto, Dazn funziona solo con una linea internet che spesso crea non pochi problemi, a differenza di Sky che invece si avvale dei satelliti. Vi sono parecchie note negative per il servizio inglese in match importanti, cosi come vi sono note negative a riguardo dei pacchetti venduti da Sky. Ed è proprio in questo contesto che il tifoso avrà modo di scegliere se soffrire con una linea internet o pagare qualcosa in più e non aver problemi con i satelliti. La tecnologia avanza spedita e siamo anche certi che determinate problematiche internet saranno presto risolte e non aver più interruzioni di segnale, anche perchè, se il colosso inglese vuol davvero investire una cifra così importante, vi è l’ obbligo di migliorare ed aggiornare la piattaforma. Certo è che prima di parlare di abbonamenti vari bisognerà attendere il verdetto finale e la fumata bianca così da avere un quadro completo su ciò che accadrà.

Il canale della Lega

Durante l’ Assemblea si era anche discusso della possibile fruizione di un canale della Lega ma due sono i principali ostacoli. Il primo è dettato dalla tempistica per la realizzazione dello stesso, e il secondo è legato agli introiti che andrebbero distribuiti con un conseguente guadagno del 10% circa ad ogni società. Il tempo scorre inesorabile e le decisioni dovranno essere prese in tempi brevi.