I nostri Social

Notizie

Daniele Garbo commenta la 31 giornata

Pubblicato

il

Serie A

Si avvia alla conclusione il viaggio del campionato, con alcune sentenze già scritti e con altri verdetti già proclamati. Come d’abitudine consegniamo alle parole di Daniele Garbo, autorevole firma del giornalismo sportivo italiano.

“Prima di iniziare con le domande volevo aprire una piccolissima parentesi sul meraviglioso spettacolo che ci hanno offerto Real Madrid e Manchester City nel match di andata del Bernabeu. Uno spettacolo incredibile per chi ama il calcio, il calcio offerto da queste due compagini non ha assolutamente niente a che vedere con lo scempio che vediamo nella nostra Serie A tutte le settimane. Un livello davvero magnifico, i gol che abbiamo visto sono fantastici. Le filosofie di gioco degli allenatori, ben visibili, hanno fatto la differenza. In questo match abbiamo visto tutto il bello del calcio.

Non si può dire lo stesso di Bayern Monaco – Arsenal, dove nella mia lunghissima carriera non ho mai visto un arbitro che vede un calciatore prendere il pallone con entrambe le mani in aria di rigore e non assegnare un penalty “perché trattatasi di semplice ingenuità”, una cosa fuori dal mondo e assurda da vedere in Champions League.”

Indice

Dopo questa parentesi Europea veniamo ai temi del nostro calcio: Partiamo dalla Roma di Mr.De Rossi che al primo colpo vince la partita più sentita nell’ambiente della Capitale….

“Bhe si, Daniele è bravissimo e non lo dico da ora. La Roma ha fatto davvero un grandissimo affare ad affidargli questa squadra. Quanto al Derby, storicamente è sempre stata una partita dove a prevalere non sono sempre stati i valori tecnici ma i valori fisici. Nessuna delle due squadre ha avuto il predominio sull’altra, forse la Roma ha avuto più voglia di vincere la partita ed ha trovato il gol su palla inattiva. Ora per i giallorossi però il gioco si fa duro, il calendario infatti li metterà davanti a delle sfide davvero importanti contro Bologna, Napoli, Juventus e Atalanta.

Quanto alla Lazio questa partita sancisce definitivamente l’addio ai sogni di qualificazione in Champions League, qualore ce ne fossero ancora, e apre per Tudor un finale di campionato utile a capire quali calciatori possono ancora fare parte della rosa laziale per cominciare il nuovo ciclo la prossima stagione, cercando quest’anno di qualificarsi in Europa League.”

De Rossi

Veniamo al Napoli, reazione veemente dopo l’iniziale svantaggio contro il Monza. Gli azzurri possono ancora sperare nella qualificazione in Champions League?

“Diciamo che il destino del Napoli non è più nelle mani del Napoli. La squadra dovrebbe vincere le sette partite che mancano da qui alla fine e sperare che l’Atalanta e la Roma incappino in una serie di risultati negativi. Onestamente la vedo abbastanza complicata, ma non impossibile. Chiaramente per far si che questo accada il Napoli dovrà giocare come nel secondo tempo di Monza, dove i tifosi hanno potuto riammirare la squadra che ha schiantato il torneo lo scorso anno.

Napoli - Politano

Sullo sfondo c’è la questione allenatore con le voci che portano ad Antonio Conte…

“Non so davvero cosa pensarne. Certo l’ingaggio di Antonio Conte porterebbe in città un entusiasmo ed una gioia estrema dopo questa stagione deludente, ma la verità è che la squadra va rifondata e Conte è un allenatore che quando siede su una panchina vuole un mercato degno di questo nome.

Il Napoli avrà dalla sua parte un tesoretto non indifferente visto il bilancio perfetto e la più che probabile cessione di Victor Osimhen. Ma la domanda fondamentale è: Aurelio De Laurentiis è disposto a fare un mercato all’altezza di Antonio Conte, e a pagargli lo stipendio che chiede? presumo che per cercarlo quando ha esonerato Garcia fosse consapevole dei costi che comporta l’operazione Conte e quindi immagino che ne sia perfettamente cosciente, ma quello che non mi convince è la questione mercato punto debole del presidente azzurro. Onestamente a conti fatti credo che questa operazione non sia fattibile, più che per motivi economici per mancanza di condivisione di obbiettivi. Ma chi vivrà vedrà”

Laudisa sul futuro di Conte

Veniamo al Milan: Pioli sembra sempre più padrone della situazione e padrone della sua panchina. Dopo l’ennesima vittoria quanti sono i rimpianti rossoneri?

“Non credo che senza la flessione avuta tra Novembre e Dicembre i rossoneri potesse competere con quest’Inter. Pioli ha fatto uno straordinario lavoro da quando siede sulla panchina rossonera, ha riportato lustro nazionale e internazionale ad una squadra che era finita in un turbinio di scelte sbagliate. I calciatori non l’hanno affondato, anzi gli hanno affidato il timone della barca in tempesta. Quindi se mi parli di rimpianti direi che non dovrebbero esserci, poiché sono di gran lunga superiori le soddisfazioni che il Milan si è tolto in questi anni: Ora lotta per l’Europa League, ha vinto uno Scudetto, è arrivato in semi finale di Champions League, direi che per uno che è sempre stato messo in discussione non sono risultati così da buttare no!?

Milan

La Juventus prende una boccata d’ossigeno battendo in casa la Fiorentina, ma le critiche verso Allegri continuano a piovere incessanti. Quale futuro vede per la panchina bianconera?

“La vittoria contro la Fiorentina mette al riparo quanto di buono fatto nel girone d’andata, dove addirittura si pensava che i bianconeri potessero competere contro l’Inter per la vittoria finale. Premesso che nel match di domenica abbiamo visto la solita Juventus: primo tempo solido con gol su palla inattiva e secondo tempo chiusi in difesa a difendere il risicato vantaggio, penso che Cristiano Giuntoli già stia pianificando il futuro puntando su un altro allenatore. Fortissima sembra la candidatura di Thiago Motta, pallino dell’ex dirigente del Napoli, che porterebbe un altro stile di gioco e probabilmente anche qualche profilo interessante dal Bologna, ma è ancora tutto da vedere.”

La Fiorentina sembra essere un’eterna incompiuta, cosa manca ai viola per essere competitivi fino alla fine?

“Alla Fiorentina purtroppo manca un attaccante vero come lo è stato Gilardino in tempi recenti o come Luca Toni in tempi passati. Hanno preso Belotti ma è a fine carriera e Beltran non ha reso quanto ci si aspettasse. Un vero peccato perché Italiano esprime un ottimo gioco. Spero per i viola che con la prossima stagione possa arrivare il tanto sognato bomber che può chiudere il cerchio di una grande progettualità condotta perfettamente da Rocco Commisso e dal compianto Joe Barone.”

Zona salvezza: è sempre più bagarre, ma che colpo del Cagliari! Gli isolani riusciranno a salvarsi?

“Oltre alla grande vittoria del Cagliari, la mia attenzione va al clamoroso pareggio del Sassuolo contro la Salernitana. Un pareggio che riduce le possibilità di salvezza dei neroverdi che vedono avvicinarsi lo spettro di una clamorosa retrocessione. Quanto alle altre credevo che il Frosinone perdesse, e invece ha raccolto un prezioso pareggio casalingo contro il Bologna e rinnovo ancora una volta i complimenti all’Empoli di Davide Nicola che ha vinto una bellissima partita contro il Torino.

Il nostro Direttore editoriale riprenderà le presentazioni del suo libro “Un inviato poco speciale” in due speciali appuntamenti:

Sabato 13 Aprile alle 17.30 presso Sinestesia Caffè Letterario (Ceccano)

Intervengono: Prof.Gerardo Gatta e lo scrittore Diego Protani

Domenica 21 Aprile alle ore 18.00 al bar Punk Roma in Via Durantini 18

Intervengono: Il Vice Direttore di LBDV Alessandro Piacentini, il giornalista Mediaset Guido Del Turco e il redattore LBDV l’Avv.Ciro Romano

Notizie

Genoa, nuovo risvolto nella vicenda Gudmundsson

Pubblicato

il

Genoa, Gudmundsson

Nonostante il ricorso della vittima nella vicenda Gudmundsson, il Genoa appare tranquillo. Scopri con noi le strategie di mercato.

Genoa, Gudmundsson

Nonostante le nuove voci provenienti dall’Islanda sull’accusa di molestie sessuali contro Gudmundsson, il Genoa appare sereno. L’islandese è uno dei pezzi pregiati della rosa rossoblù e numerosi club (italiani, ma non solo) hanno manifestato interesse nei confronti del giocatore.

Genoa, la vicenda Gudmundsson

La Procura Distrettuale di Reykjavik, l’agosto scorso, aveva ricevuto la denuncia di una donna, in seguito alla quale lo stesso giocatore genoano era stato accusato di molestie. Per Gudmundsson era scattata subito la sospensione dalla nazionale, proseguita sino al 22 febbraio scorso, quando la denuncia era stata archiviata.

La presunta vittima, nei giorni scorsi, ha deciso di presentare ricorso attraverso la sua legale, Eva Bryndìs Helgadòttir, riaprendo così la vicenda.

L’avvocato del calciatore genoano, Vilhjalmur H. Vilhjalmsson, ha invece ribadito come tutto questo faccia parte dell’iter processuale. Gli sviluppi della vicenda (e la tempistica dei prossimi passaggi giudiziari) sono ancora tutti da decifrare, ma è lecito chiedersi se questo caso potrebbe avere riflessi sul mercato.

I rossoblù valutano l’islandese circa 30-35 milioni. Sul giocatore ci sono club interessati non solo in Italia (Inter su tutti), ma anche in Premier e in Bundesliga, ma serve la certezza che il caso giudiziario non sia di ostacolo nell’immediato futuro.

Continua a leggere

Notizie

Manchester United, clamoroso scambio in vista con l’Atletico

Pubblicato

il

In attesa di capire quale sarà il futuro di Ten Hag, il Manchester United ha già avviato i contatti per operare un clamoroso scambio con l’Atletico Madrid.

Quella conclusasi da poco non è stata sicuramente una stagione memorabile per il Manchester United.

Piazzatisi all’ottavo posto in classifica, i Red Devils hanno guadagnato l’accesso alle competizioni europee solo grazie alla vittoria in finale di FA Cup contro i cugini del Manchester City.

Tuttavia, questo potrebbe non bastare a Ten Hag per rimanere sulla panchina dei diavoli rossi.

La vittoria nel derby non ha cancellato le 14 sconfitte in campionato e l’uscita dalla Champions ai gironi.

La dirigenza non è soddisfatta del suo operato e neanche dei suoi atteggiamenti con giocatori e giornalisti.

In attesa di aggiornamenti, però, gli uomini mercato dello United sono già al lavoro per rinforzare l’organico.

Manchester United punta Joao Felix

Manchester United, si punta Joao Felix. Greenwood nell’affare?

Uno dei nomi più in voga per il mercato dei Red Devils è quello di Joao Felix.

Il giocatore portoghese quest’anno ha giocato al Barcellona e ha ribadito più volte che gli piacerebbe rimanere in Catalogna.

Però i blaugrana, attualmente, non dispongono delle risorse economiche necessarie per acquistare il suo cartellino.

Il classe ’99 ha già chiarito di non voler tornare all’Atletico e per questo potrebbe considerare anche un ritorno in Premier, dopo il semestre in prestito al Chelsea nella scorsa stagione.

È qui che spunta il Manchester United.

Stando alle ultime notizie provenienti dall’Inghilterrai diavoli rossi hanno proposto uno scambio ai colchoneros: Joao Felix a Manchester e Mason Greenwood a Madrid. 

Il ragazzo inglese è ormai fuori dai piani futuri dello United e la dirigenza dell’Atletico ne apprezza il profilo.

Inoltre Greenwood ha già avuto modo di modo di conoscere la Liga, avendo giocato questa stagione in prestito al Getafe.

Per ora si tratta solo di una suggestione e non si parla ancora di cifre, ma nelle prossime settimane questo clamoroso scambio potrebbe diventare realtà. 

Continua a leggere

Notizie

Francesco Tripodi analizza il campionato appena trascorso

Pubblicato

il

Il campionato è giunto al termine e come ogni stagione è tempo di fare bilanci per i club della nostra Serie A. L’analisi della stagione ha bisogno di una voce autorevole come quella del nostro fondatore e Direttore editoriale Francesco Tripodi.

Indice

Direttore, partiamo dalla stagione dell’Inter, del suo campionato e del cambio di proprietà. Un suo parere sulla situazione dei neroazzurri..

“Un campionato davvero perfetto, è la squadra più forte l’ha dimostrato in campo, l’ha dimostrato Simone Inzaghi e l’hanno dimostrato i calciatori. Per quanto riguarda il cambio di proprietà è tutto da valutare, Zhang era tifoso neroazzurro ma la società mi sembra passata in buone mani. Certo sono situazioni da monitorare ma non credo che i tifosi corrano il pericolo di vedere nella prossima stagione una squadra ridimensionata.”

La zona Champions ha visto la grande sorpresa Bologna arrivare clamorosamente terza in classifica, più merito dei felsinei o demerito delle altre?

“Con il punteggio di settanta punti si va in Champions League e questo testimonia il livello basso che c’è nel nostro campionato. Il Bologna ha senz’altro meritato la qualificazione all’Europa che conta e il titolo di sorpresa di questo campionato, ha dimostrato nel corso della stagione di essere una squadra solida e compatta con il suo ottimo allenatore ed ha accresciuto il valore della sua rosa. Davvero complimento alla famiglia Saputo e al Ds Sartori.”

La Juventus sembra tornata nel suo habitat naturale, l’Europa non senza difficoltà. È giusto secondo te il modo in cui si è conclusa l’avventura con Max Allegri?

“La situazione Allegri avrebbe bisogno di un capitolo a parte. Certo è un vero peccato per come si è conclusa la seconda avventura dell’allenatore toscano in bianconero, con un trofeo si, ma anche con qualche ruggine con Giuntoli. Forse Allegri ha subito molto il fatto di essere stato lasciato solo a combattere contro tutte le vicissitudini che si sono abbattute sulla squadra bianconera, multe, penalizzazioni che hanno destabilizzato molto la squadra. A gennaio aveva chiesto rinforzi a centro campo, su tutti Bonaventura e Pereyra, ma gli hanno portato Alcaraz (uomo di Giuntoli). Ha fatto quello che doveva fare, ed è giusto comunque cambiare alla ricerca di un nuovo stile attraverso il lavoro di Giuntoli e del nuovo allenatore.”

Juventus, Allegri

Capitolo Romane: stagione tra mille difficoltà, due cambi di allenatori ma stesso obbiettivo raggiunto. Ci sarà molto da lavorare per De Rossi e Tudor. Come giudica la stagione delle due squadre ?

“Entrambe hanno cambiato con De Rossi che raccoglieva l’eredità più pesante lasciata da Josè Mourinho sulla panchina giallorossa. Gli obbiettivi forse erano altri, ma c’è stato un cambio di rotta visto che la Roma ha cercato di vincere l’Europa League lo scorso anno, sfuggita per poco in finale e la Lazio che è arrivata seconda in campionato.

Si riparte, con questi due allenatori che probabilmente chiederanno garanzie sul mercato con almeno quattro/cinque innesti importanti.”

Roma

Il Napoli ha clamorosamente chiuso il campionato al decimo posto. Come spiega questa clamorosa situazione, e come vede Il probabile arrivo di Antonio Conte sulla panchina partenopea?

“Il Napoli purtroppo ha fatto una stagione davvero deludente, credo che anche alcuni calciatori abbiano reso sotto le proprie possibilità. Credo sia tutto molto strano, anche perchè la rosa dei partenopei è di tutto rispetto ed è cambiata in pochissimi elementi rispetto alla squadra che ha vinto lo Scudetto lo scorso anno.

Cambi di allenatori sciagurati, errore nel dare a Rudi Garcia la guida della squadra dopo Spalletti. La società ora sta cercando di prendere Antonio Conte, un nome molto altisonante ma sono curioso di vederlo alle prese con il vulcanico Aurelio De Laurentiis, bisognerà lavorare davvero duro per riportare il Napoli ai livelli che merita.”

Conte non è la prima idea del Napoli

Quale è la sorpresa della stagione? Alla luce della classifica finale?

“Il Bologna è la squadra sorpresa per eccellenza, ma credo vada citata anche la splendida Atalanta che ha trionfato in Europa League e sono otto anni che lotta e si sta togliendo bellissime soddisfazioni. Un peccato per il ds Angelozzi che aveva dato nelle mani di Di Francesco una squadra che ci ha fatto divertire per tutto il girone d’andata.”

Frosinone, Soulé

Tra le retrocesse, secondo lei chi meritava di meno la Serie B?

“Secondo me il Frosinone è stato punito ben oltre i suoi demeriti. Poi si sà, le ultime partite sono quelle dove i risultati non sono mai scontati. I ciociari affrontavano l’Udinese diretta concorrente ed estremamente esperta di queste situazioni difficili, l’Empoli di Nicola che in casaha dato l’anima davanti al suo tifo per vincere contro la Roma. Dispiace per il Sassuolo che retrocede dopo undici anni, vittima di un mercato sbagliato, ma sicuramente credo che presto torneranno in Serie A. A volte rifondare può essere davvero la chiave di svolta per una squadra e mi riferisco al Verona che a gennaio ha smantellato una squadra affidando a Baroni una serie di ragazzi indiavolati, meritando solo elogi. Rifondazione che anche la Salernitana dovrà affrontare quanto prima per poter aspirare al più presto al ritorno nella massima serie.”

Continua a leggere

Ultime Notizie

Genoa, Gudmundsson Genoa, Gudmundsson
Notizie5 minuti fa

Genoa, nuovo risvolto nella vicenda Gudmundsson

Visualizzazioni: 11 Nonostante il ricorso della vittima nella vicenda Gudmundsson, il Genoa appare tranquillo. Scopri con noi le strategie di...

Conference League15 minuti fa

Fiorentina, Biraghi: “Ne abbiamo passate tante. Comprendo la delusione dei tifosi. Quando se ne andò Astori…”

Visualizzazioni: 75 Il capitano della Fiorentina Cristiano Biraghi ha parlato ai microfoni di Sky Sport in merito alla sconfitta maturata ieri...

Olympiacos-Fiorentina Olympiacos-Fiorentina
Conference League25 minuti fa

La Conference League cambia il regolamento

Visualizzazioni: 73 Dalla prossima edizione della Conference League si cambierà il nome e il formato. Ecco le novità del nuovo...

Kings World Cup Kings World Cup
Competizioni35 minuti fa

Kings World Cup, com’è andata la seconda partita di Totti e Blur

Visualizzazioni: 59 La Kings World Cup continua a proseguire e nella giornata di ieri al squadra di Totti e Blur...

Roma Roma
Calciomercato55 minuti fa

Abraham, possibile ritorno in Inghilterra: spunta il Leicester

Visualizzazioni: 106 Il grave infortunio occorso l’anno scorso potrebbe aver solo rimandato di dodici mesi l’addio di Tammy Abraham alla...

Notizie1 ora fa

Manchester United, clamoroso scambio in vista con l’Atletico

Visualizzazioni: 74 In attesa di capire quale sarà il futuro di Ten Hag, il Manchester United ha già avviato i...

Hellas Verona Hellas Verona
Calciomercato2 ore fa

Hellas Verona, UFFICIALE il riscatto di Serdar: i dettagli

Visualizzazioni: 98 L’Hellas Verona, tramite un comunicato diramato sul proprio sito ufficiale, ha reso noto di aver esercitato il diritto...

Calciomercato2 ore fa

Calciomercato, diramate le date di A e B: i dettagli

Visualizzazioni: 120 Sono appena state comunicate le finestre temporali concernenti il calciomercato in entrata e in uscita per la Serie...

Liga2 ore fa

Barcellona, profondo rosso in bilancio: a rischio l’iscrizione al campionato

Visualizzazioni: 128 Laporta, per ovviare alla drammatica situazione finanziaria del Barcellona, ha giocato a un gioco estremamente pericoloso: che ora...

Saudi Pro League Saudi Pro League
Saudi Pro League2 ore fa

Gerrard: “Non sono in Arabia per soldi.”

Visualizzazioni: 108 Il tecnico dell’Al Ettifaq Steven Gerrard ha fatto diverse precisazioni in merito alla scelta di andare ad allenare...

Le Squadre

le più cliccate