I nostri Social

Notizie

Allegri shock, la ricostruzione del Corriere della Sera: “Mi hanno trattato come un parafulmine. Non vedo l’ora che finisca tutto”

Pubblicato

il

Napoli-Juventus, Allegri - Depositphotos

Il Corriere della Sera attribuisce ad Allegri alcuni frasi shock, risalenti alla scorsa stagione, che fanno luce sul suo nervosismo.

Perché Allegri è così nervoso: la ricostruzione

Quando Allegri, nell’estate di tre anni fa, rifiutò il Real Madrid per tornare alla Juventus, non era questo quello che si aspettava di trovare. La situazione attuale non rispecchia minimamente né le sue aspettative né tantomeno il ricordo della sua prima avventura in bianconero. Una sensazione di latente nervosismo, che è esplosa tutta assieme dopo la vittoria in Coppa Italia contro l’Atalanta ma che ha radici molto più profonde.

In particolare, l’edizione odierna de “Il Corriere della Sera” attribuisce al tecnico labronico alcune frasi che sarebbero state pronunciate la scorsa stagione. Sicuramente la più difficile degli otto anni che Max ha passato in bianconero, in cui è stato costretto a “fare da parafulmine” a una società assente ed esautorata.

❝Per fortuna tra poco questa situazione sarà conclusa. Quest’anno sono stato io il parafulmine, vediamo chi lo sarà nella prossima stagione. È stato un miracolo concludere la stagione con quella classifica.❞

Allegri

Giuntoli il pomo della discordia

Nell’impossibilità di appurare se queste frasi siano state pronunciate o meno, e se queste siano state le esatte parole pronunciate dal livornese, questa ricostruzione esemplifica perfettamente lo stato d’animo di un uomo lasciato solo e abbandonato al proprio destino. Il primo punto d’attrito con la dirigenza è stata la scelta di affidare le chiavi del reparto tecnico a Giuntoli: scelta non gradita al tecnico labronico.

Allegri avrebbe preferito la promozione di Giovanni Manna, all’epoca responsabile della Next Gen e attuale direttore sportivo del Napoli, o al limite l’ingaggio dell’amico Giovanni Rossi del Sassuolo. La rottura fra i due è arrivata in maniera definitiva nel corso del mercato di Gennaio, quando Allegri chiese un centrocampista (possibilmente di esperienza) come Bonaventura o Pereyra mentre Giuntoli si presentò con Djalo e Alcaraz.

Poi la fine di tutto. Il 4 Febbraio, dopo la sconfitta a San Siro nello scontro diretto con l’Inter che ha di fatto messo fine alle ambizioni scudetto dei nerazzurri, il primo incontro a Milano fra Giuntoli e Thiago Motta. Lì Allegri, che ha appreso della volontà della dirigenza di cambiare allenatore dai giornali, ha iniziato a covare acredine nei confronti della società, a cui rimprovera “una mancanza di rispetto e chiarezza” e che accusa di “averlo delegittimato agli occhi dei giocatori, pregiudicando il finale di stagione in campionato“.

Notizie

Inter, Barella terzo dei paperoni italiani del calcio

Pubblicato

il

Gli italiani paperoni del calcio: Ciro Immobile

Inter, il recente rinnovo di Barella lo classifica al terzo posto dei paperoni italiani del calcio. Scopriamo insieme chi occupa le altre posizioni.

Per il rinnovo del contratto di Nicolò Barella l’Inter è disposta a mettere pesantemente mano al portafogli: sono infatti 6 i milioni che i nerazzzurri gli corrisponderanno di stipendio per ogni stagione.

Per Barella, l’esborso totale ammonta a 12 milioni di euro lordi che fanno di lui il terzo italiano più pagato del panorama calcistico a livello mondiale.

Non solo Barella: la classifica Transfermarkt

La redazione di Transfermarkt ha stilato la classifica dei “paperoni” di nazionalità italiana che giocano in tutto il mondo.

Il primo posto, come prevedibile, è occupato da un giocatore che milita in Qatar, dove circolano i soldi veri: il centrocampista Marco Verratti, legato all’Al-Arabi. Gli viene riconosciuto uno stipendio di 30 milioni di euro lordi all’anno.

Al secondo posto si classifica il portiere del PSG Gianluigi Donnarumma, forte di uno stipendio di 12,7 milioni. Dopo Barella, al quarto posto, troviamo un compagno di squadra: il nerazzurro Bastoni, che percepisce 10,2 milioni l’anno.

A seguire troviamo l’ex difensore biancoceleste Luiz Felipe che, all’Al-Ittihad, percepisce 10 milioni lordi, mentre l’attaccante bianconero Chiesa prende 9,3 milioni.

Il settimo posto è occupato da Ciro Immobile e i suoi 7,4 milioni di euro lordi. Sotto all’attaccante biancoceleste figurano l’ex Napoli Insigne, che al Toronto prende 7 milioni, l’italo-brasiliano Jorginho (Arsenal) con 6,6 milioni, il capitano della Roma Pellegrini e il compagno Mancini (6,5 milioni cadauno).

Chiude la Top 10, sempre a quota 6,5, il difensore nerazzurro Dimarco.

Continua a leggere

Notizie

Uruguay: svelati i convocati per la Copa America

Pubblicato

il

CT Uruguay

Il ct dell’Uruguay Marcelo Bielsa ha svelato la lista dei 26 convocati in vista della prossima Copa America, competizione in cui la Celeste esordierà il 24 giugno contro Panama.

La lista completa

Portieri: Sergio Rochet, Santiago Mele, Francisco Israel

Difensori: Ronald Araujo, Nicolas Marichal, Matías Vina, Sebastián Cáceres, José María Giménez, Lucas Olaza, Mathías Olivera, Guillermo Varela

Centrocampisti: Nahitan Nandez, Manuel Ugarte, Federico Valverde, Rodrigo Bentancur, Emiliano Martinez, Nicolás De La Cruz, Giorgian De Arrascaeta

Attaccanti: Augustín Canobbio, Brian Ocampo, Brian Rodríguez, Facundo Pellistri, Maximiliano Araújo, Cristian Olivera, Luis Suárez, Darwin Núñez.

Continua a leggere

Notizie

Sarri: “Su di me troppi pregiudizi. Vogliono tutti allenatori giovani ma l’esperienza rimane un valore”

Pubblicato

il

Bologna

Maurizio Sarri ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera in cui i temi hanno riguardato il suo mancato approdo in panchina e il calcio attuale.

Sarri: “I vincenti sono tutti over 60”

L’ex allenatore di NapoliJuventus Lazio si è soffermato in particolare su quanto il calcio stia cambiando in favore di tecnici giovani, sempre più ricercati.

Queste le sue parole:

“In Serie A non mi cercano, vogliono allenatori giovani ma l’esperienza resta un valore. Coppe europee vinte tutte da tecnici over 60. Troppi pregiudizi su di me. Anche Guardiola si lamenta dei calendari, ma quando lo dicevo io scoppiava il finimondo“.

Lazio, Sarri

MAURIZIO SARRI PENSIEROSO ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Tanta polemica ma anche dura realtà quella espressa da Maurizio Sarri durante l’intervista rilasciata al Corriere della Sera. Al termine della stagione 2022/2023 l’età media degli allenatori in Serie A era di 49,95 anni, a dimostrazione del fatto che non c’era ancora la tendenza a puntare sui giovani.

Questo dato è destinato ad abbassarsi drasticamente nei prossimi anni visto il cambiamento di tendenza nelle scelte delle società che vogliono stupire e risultare capaci di rischiare puntando su tecnici più giovani della media.

La filosofia di Sarri sembra non attirare più e la mancata chiamata da Fiorentina Milan, come ribadito dallo stesso allenatore, ha stupito tutti. Le due società hanno preferito affidarsi a figure più giovani (Palladino) e con filosofie di gioco differenti (Fonseca).

Continua a leggere

Ultime Notizie

Serie A3 minuti fa

Il DS del Venezia Antonelli ha incontrato l’Inter: la situazione

Visualizzazioni: 7 Il direttore sportivo del Venezia, Filippo Antonelli, ha incontrato Marotta nella sede dell’Inter: ecco di che cosa hanno...

Torino Torino
Europei24 minuti fa

Torino, Vlasic: “Juric mi ha insegnato tantissimo. Sul futuro…”

Visualizzazioni: 53 Il calciatore croato del Torino Nikola Vlasic ha parlato nella conferenza stampa della Croazia, in vista dell’Europeo con...

Roma, Daniele De Rossi Roma, Daniele De Rossi
Calciomercato43 minuti fa

Roma, Zalewski verso l’addio. Diversi club su di lui

Visualizzazioni: 34 Nicola Zalewski è pronto a lasciare la Roma. Il giovane talento polacco non rientra nel progetto tecnico di...

inter inter
Calciomercato1 ora fa

Calciomercato Bologna: rossoblu vicini a Gosens

Visualizzazioni: 76 Calciomercato Bologna, il direttore sportivo Sartori è pronto a riportare in Italia un suo pupillo. Robin Gosens potrebbe...

Monaco, un giocatore lascia dopo 5 stagioni Monaco, un giocatore lascia dopo 5 stagioni
Calciomercato1 ora fa

Fofana: diversi club su di lui

Visualizzazioni: 156  Youssouf Fofana, molto probabilmente in estate lascerà il Monaco, club che ne detiene il cartellino. Ci sono molti...

Roma Roma
Calciomercato2 ore fa

Roma, un calciatore ha detto di no all’Arabia

Visualizzazioni: 191 Secondo quanto emerso nelle ultime ore, un calciatore della Roma avrebbe rifiutato una ricca offerta proveniente dal campionato...

Calciomercato2 ore fa

Napoli: Conte si ritrova il nuovo Vidal

Visualizzazioni: 274 Il nuovo Napoli di Antonio Conte si preannuncia una squadra affamata e determinata, pronta a seguire le orme...

Juventus, Thiago Motta Juventus, Thiago Motta
Serie A2 ore fa

UFFICIALE, Thiago Motta è il nuovo allenatore della Juventus!

Visualizzazioni: 504 Tramite un comunicato diramato sul proprio sito ufficiale, la Juventus ha confermato di aver scelto Thiago Motta come...

Fiorentina, i piani di Palladino Fiorentina, i piani di Palladino
Calciomercato2 ore fa

Calciomercato Fiorentina, corsa per il centrocampo: idea rossonera?

Visualizzazioni: 942 Calciomercato Fiorentina, la società viola vedrà un sostanzioso cambio di giocatori nella propria rosa in sede di trattative:...

dazn dazn
Serie A2 ore fa

UFFICIALE: Balzaretti non è più il DS dell’Udinese

Visualizzazioni: 536 Nelle ultime ore è arrivata l’ufficialità: Federico Balzaretti non è più il DS dell’Udinese. Si separano così le...

Le Squadre

le più cliccate