I nostri Social

Nazionale

Italia, Spalletti: “Acerbi? Dobbiamo stare attenti 24h. Chiesa deve sapersi adattare, su Immobile e Scamacca…”

Pubblicato

il

Italia, Spalletti

Luciano Spalletti ha parlato in conferenza stampa alla vigilia delle due amichevoli negli Stati Uniti. Il C.T. dell’Italia ha fatto il punto della situazione.

Indice

Italia, le parole di Spalletti

Parere sulla vicenda Acerbi

Mister, un chiarimento su Acerbi?
“Lì c’è un comunicato che noi abbiamo fatto, lì c’è il mio pensiero. Lo abbiamo deciso di fare tutti insieme. Non vorrei mai trovarmi in questa posizione qui, ma noi abbiamo la responsabilità di uno sport importantissimo per la nostra nazione. E, visto quello che è venuto fuori, dobbiamo per forza agire, anche con cose ancora da chiarire.

Per quello che mi ha detto Francesco, non c’è un episodio di razzismo. Ma bisogna stare attenti ai nostri comportamenti, a tutto ciò che facciamo e diciamo. A maggior ragione quando facciamo parte della Nazionale. Sono importanti le 2 ore in campo, ma anche le altre 22 ore quando indossiamo la maglia della Nazionale.

È un dispiacere enorme prendere decisioni per questi episodi qui. Bisogna stare attenti anche quando lo denunciamo un episodio così, se lo subiamo in maniera così clamorosa come è venuto fuori. Siamo tutti dentro questo caso. Ora abbiamo visto Francesco in difficoltà e per noi lui è importante. Non cambia nulla dal punto di vista della forza di squadra, ma ci dispiace dal punto di vista umano”.

Ha sentito Juan Jesus?
“No, ha il telefono spento. Ho provato a chiamarlo“.

Esclusione di Immobile e Scamacca, giudizio su Pellegrini

Lazio, Immobile

Su Immobile scelta definitiva? Perché no Scamacca?
“Su Ciro non prendo in giro nessuno. So che è un calciatore importante per gli ultimi anni, per la Lazio e la Nazionale. Sta vivendo un momento in cui non riesce a esprimere tutto il suo potenziale e io devo tenere in considerazione tutti. Scamacca per un periodo non ha giocato. Quando l’ho portato non mi è sembrato che abbia espresso il meglio di se stesso.

Bisogna avere la capacità di dare subito l’impressione di essere al livello della Nazionale. Noi giochiamo la prima partita che ci può compromettere tutto. Devo avere la certezza che tutti riescano a dare subito il loro contributo.

Retegui è condizione, Raspadori può fare un doppio ruolo. E poi dobbiamo prendere in considerazione qualcosa di nuovo, di continuo. Sennò sarebbe finita per noi, per esempio voglio conoscere da vicino Lucca per capire di che pasta è fatto. Le sue qualità sono importanti, penso alla sua altezza“.

Roma, dal 2013 nessuna finale di Coppa Italia

Lorenzo Pellegrini

Quanto le fa piacere la ritrovata continuità di Pellegrini?
“È uno di quelli che abbiamo atteso tantissimo. Non ce l’ho mai avuto a disposizione. È di alto livello, è un calciatore forte che sa fare più cose, anche metri in quantità durante la partita. Non so che cosa verrà fuori da qui a giugno, ma ci contiamo. Ha avuto dei problemi, li ha sistemati e si trova a suo agio per la qualità che vuole De Rossi“.

Cambio Modulo e giudizio su Chiesa, Cristante e Bellanova

Ci saranno novità sul modulo? Proverà la difesa a 3?
“È una cosa fluida, liquida. Non è più una cosa rigida. C’è la possibilità di cambiare sistema nella partita in base all’azione. Voglio andare a valutare in base alle caratteristiche di chi gioca. Possiamo fare due prove e, se cambiamo, possiamo essere più sorprendenti. E se lo capiamo dentro lo sviluppo delle azioni diventiamo più forti e meno leggibili. Quindi tentiamo di fare sempre qualcosa in più”.

Roma, Cristante

BRYAN CRISTANTE RAMMARICATO ( FOTO DI FORNELLI SALVATORE )

Cristante fuori dalle convocazioni?
“Aveva bisogno di fare delle cure intense alla schiena, lo aspetta da tanto. E non vogliamo distruggere i calciatori ai club, ma vogliamo collaborare con loro. Altrimenti sarebbe stato tra i convocati. Anche Calafiori sarebbe stato con noi se non fosse con l’U21, ma non andiamo a farci la guerra come club Italia.

L’U21 ha due partite di qualificazione, io che faccio? Vado indebolire la squadra, con tutti i calciatori che ho a disposizione? Nunziata fa parte del nostro staff, abbiamo possibilità di vederlo e valutarlo, è come se giocasse con noi. Probabilmente lo stesso discorso vale per Fabbian. Si è infortunato Gaetano, probabilmente lo avrei portato per vederlo. Ma ci sono anche Gnonto e Casadei con l’U21″.

Chiesa è il nostro Sinner?
“Per me è abbastanza chiaro, è un calciatore forte che ha qualità offensive. Salta l’uomo, sa fare gol, ha anche il carattere forte di essere convinto delle proprie qualità. Poi deve sapersi adattare, se nella squadra gioca un po’ più dentro e io lo faccio giocare più fuori.

Sono i mezzi spazi, si chiamano così: non sei né seconda punta, né esterno, né centrocampista. È quella via di mezzo in cui sei un po’ tutto. Lui ha la capacità di passare in spazi che altri reputano muri invalicabili”.

Bellanova può cambiare le gerarchie?
“Nessuno deve sentirsi blindato per la nostra Nazionale. È scontato e necessario che ci siano giocatori nuovi che vengano fuori e ci possano poi sorprendere. Noi dobbiamo essere aperti ad accoglierli a braccia aperte. Poi dobbiamo vedere se nel nostro contesto riesce a essere incisivo come nella sua squadra”.

Italia, Spalletti

LUCIANO SPALLETTI, C.T. DELL’ITALIA, FA IL SEGNO OK ( FOTO DI SALVATORE FORNELLI )

Ruolo di Frattesi, Zaccagni e Zaniolo nella rosa dell’Italia

Frattesi dove può giocare?
“Per cosa, intensità e qualità può attaccare tante volte la linea difensiva. Ha quella curiosità di andare sempre di là, ma deve pulire bene quello che gli passa tra i piedi. Se si impegna può fare meglio, ha qualità infinite”.

Zaccagni e Zaniolo li vede solo come esterni?
Di Lorenzo, Di Marco, Udogie, Cambiaso ti dimostrano che quando sviluppano l’azione offensiva non fanno più una corsa dritta. Ma fanno deviazioni, interne ed esterne. Questa è la nuova frontiera del calcio europeo. Questo adattamento a fare più ruoli. Se un compagno è già largo, allora io vado dentro. C’è una presa di posizione in base a quali spazi liberi ci sono“.

Come sono andati questi 4 mesi per lei?
“Sono soddisfattissimo, ma devo girare più i ritiri. Ora ho imparato la strada, ci metterò di meno ad arrivare”.

Opinione sul lavoro di De Rossi

Roma, De Rossi

Rome, Italy 20.01.2024: New Coach Daniele De Rossi debuts on the Roma bench in the Italian Serie A TIM 2023-2024 football match AS Roma vs Hellas Verona at Olympic Stadium in Rome.

De Rossi può migliorare gli italiani della Roma?
“Ma certo. Daniele è stato bravissimo. Ci ho preso moltissime cose che Daniele ha fatto vedere. In alcuni momenti in panchina mi sembra un po’ Carletto Mazzone a vederlo quando esprime questo suo essere un po’ calciatore e questa sapienza nell’essere allenatore. Ha fatto un lavoro eccezionale, non era facile così in poco tempo dare una nuova mentalità.

Che non era sbagliata, i risultati di prima lo testimoniano. Vedere Paredes va a fare il centrale basso per costruire, le due punte esterne che a volte sono aperte e altre vengono dentro, gli esterni che vanno avanti e indietro sono cose bellissime per chi ama il calcio e vuole scoprire cose nuove. Voglio molto bene a Daniele.

A volte in passato ci siamo sentiti, gli ho augurato sempre il meglio. Mancini non la gioca solo lunga, ma gioca dentro. Costruisce e si inserisce, me lo ritrovo dentro l’area di rigore avversaria. Acerbi, Bastoni e Calafiori sono forti in questo, è la nuova qualità dei difensori che sanno fare sovraccarico sulla trequarti per sviluppare meglio il gioco.

Mancini l’ho chiamato dopo e non è stata una bocciatura. Ma quello che può dare lui o Politano oppure El Shaarawy lo so benissimo. Mancini ha risposto in modo perfetto, mi ha risposto che era sempre pronto per la Nazionale“.

Importanza delle amichevoli per l’Italia, questione Cannavaro-Chiellini

Fabio Cannavaro

Fabio Cannavaro

Che valore dà alle partite americane?
“Di andare a rendere merito a 20 milioni di persone che ci aspettano laggiù e ci vogliono vedere. Dobbiamo tantissimo ai nostri connazionali che sono lì. Poi è un esame dal punto di vista tattico. Finora siamo stati coerenti perché avevamo poco tempo. Ora abbiamo la possibilità di allargare le nostre conoscenze, usando qualcosa di diverso, anche il sistema di gioco”.

Cannavaro e Chiellini saranno i testimonial in USA. Le farebbe piacere averli anche all’Europeo?
“Se vengono ne stacchiamo un pezzo e li teniamo con noi. Magari li possiamo inserire in qualche nostro calciatore. Non escludo nulla. Da Buffon imparo continuamente così. Sono conoscenze che noi vogliamo continuare a portarci con noi. Anche di quelli che non sono citati”.

Nazionale

Nazionale: Antognoni torna in pista

Pubblicato

il

Giancarlo Antognoni sarà il nuovo capo delegazione della Nazionale Italiana Under21. La bandiera viola aveva già ricoperto questo ruolo dal 2015 al 2017.

Antognoni

Giancarlo Antognoni

Giancarlo Antognoni torna in pista dopo l’addio con il club di Commisso avvenuto nel luglio 2021.

L’ex bandiera e numero 10 viola sarà il nuovo capo delegazione della Nazionale Italiana Under21.

Di seguito il comunicato della FGC:

“Un altro prestigioso ritorno nella famiglia azzurra.

Giancarlo Antognoni, campione del mondo nel 1982 e tra le stelle della ‘Hall of Fame del calcio italiano’, sarà il nuovo capo delegazione della Nazionale Under 21.

Entrato nel 2005 nel Club Italia come coordinatore degli osservatori delle Nazionali Giovanili,

l’ex bandiera della Fiorentina aveva già ricoperto il ruolo di capo delegazione della Nazionale Under 21 dal 2015 al 2017.

Ma il suo legame con la maglia azzurra nasce da molto più lontano, dal 1973, con le prime apparizioni nelle Nazionali Under 21 e Under 23.

Nel novembre del 1974 l’ex Ct Fulvio Bernardini lo fece esordire all’età di vent’anni in Nazionale maggiore in occasione di un match valido per le qualificazioni europee con i Paesi Bassi.

Da allora entrò in pianta stabile nel gruppo, disputando da titolare sia il Mondiale del 1978 sia il Campionato Europeo ospitato dall’Italia nel 1980.

La vera e propria consacrazione arrivò nel Mundial 82’, quando fu tra i protagonisti dell’entusiasmante cavalcata che regalò all’Italia la terza Coppa del Mondo della sua storia.

Ha collezionato complessivamente 73 presenze in Nazionale (7 le reti realizzate), entrando nel 2018 a far parte della ‘Hall of Fame del Calcio Italiano’ nella categoria Veterano Italiano.

E adesso – dopo aver compiuto 70 anni lo scorso 1° aprile, si prepara a vivere una nuova avventura in azzurro prendendo il posto di Mauro Balata, che la FIGC ringrazia per l’impegno profuso in questi anni”.

Si è espresso Gabriele Gravina spiegando la decisione presa

Giancarlo è tornato a casa, sono felice che abbia accettato il ruolo di capo delegazione dell’Under 21, così potrà testimoniare impegno e valori della maglia azzurra ai giovani che si apprestano a calcare il palcoscenico della Nazionale maggiore.

Nell’evoluzione della struttura organizzativa del Club Italia, è mio obiettivo coinvolgere sempre più ex atleti e icone del nostro sport e Antognoni rappresenta un patrimonio del calcio italiano per serietà, rispetto e attaccamento alla maglia”.

Le parole di Antognoni

“Ambivo a tornare, il presidente Gravina mi ha dato questa opportunità e lo ringrazio molto per la fiducia, che saprò ricambiare come ho sempre fatto.

Il sogno per chi inizia a giocare a calcio è quello di indossare la maglia azzurra, io sono riuscito a realizzarlo quando avevo vent’anni per poi realizzarne uno ancora più grande diventando campione del mondo.

Ai ragazzi che troverò in Under 21 e che andranno a rappresentare l’Italia in campo internazionale cercherò di trasmettere quei valori che ho sempre avuto, primo tra tutti il rispetto per la maglia azzurra”.

Continua a leggere

Nazionale

Zazzaroni: “I giocatori della Nazionale godono di un trattamento speciale”

Pubblicato

il

Inter, Acerbi

Zazzaroni, nel suo editoriale al Corriere dello Sport, ha esposto i suoi dubbi per l’assoluzione di Acerbi per “insufficienza di prove“. Il direttore ha commentato la notizia, sostenendo come su questa scelta pesasse l’Europeo di Giugno. 

Inter, Acerbi e Juan Jesus,  Zazzaroni

 

Le parole di Zazzaroni

“Per la verità un primo giudizio era già stato emesso dal giudice di campo. L’arbitro La Penna, alla domanda rivolta a Juan Jesus «che faccio, sospendo? si era sentito rispondere «ma no, tutto a posto, lui si è scusato».

Mi perdonerà Francesco, se resto convinto che quella parola Juan Jesus non se la sia inventata. Capisco tuttavia che non potesse fare altro che cercare di evitare la squalifica con la quale avrebbe chiuso la carriera in modo indegno.

Un’ultima considerazione: se dovessero ripetersi episodi del genere con protagonista un giocatore della Nazionale, sarebbe opportuno che la federazione non prendesse posizione. Il sospetto che nell’anno di Europei particolarmente importanti per l‘intero sistema i giocatori del giro azzurro godano di un trattamento speciale rischia di albergare a lungo nella testa di brutte persone come noi”.

Continua a leggere

Nazionale

Argentina, Beltran: “Sogno le Olimpiadi”

Pubblicato

il

L’attaccante della Fiorentina, dal ritiro dell’Under 23 argentina, ha parlato della sua stagione tra club e nazionale. Beltran alla prima apparizione con l’Under 23 ha siglato una doppietta contro i pari età del Messico.

Argentina, Beltran

 

Argentina, le parole di Beltran

Sui gol.

“È incredibile segnare per la Nazionale”.

Sul match.

“Questi gol sono arrivati nella mia prima partita ufficiale con questa maglia, nonostante fosse un’amichevole. Significa molto per me e la mia famiglia, ed è la ricompensa per il lavoro che ho svolto in questi anni. Orgoglio e felicità direi che sono i sentimenti che mi vengono in mente.

Sulla possibilità delle Olimpiadi.

“Sarebbe incredibile se il Ct Mascherano mi scegliesse, un vero orgoglio. Le aspettative per il torneo di Parigi sono alte ma dobbiamo ancora lavorare tanto e aggiungere pedine importanti da qui alla prossima estate”.

Continua a leggere

Ultime Notizie

Frosinone, Eusebio Di Francesco Frosinone, Eusebio Di Francesco
Serie A2 minuti fa

Frosinone, Di Francesco: “Non ci possiamo accontentare, dobbiamo avere il desiderio di vincerle”

Visualizzazioni: 3 Il tecnico del Frosinone, Eusebio Di Francesco, ha parlato al termine del pirotecnico pareggio al Maradona contro il...

Napoli, Calzona Napoli, Calzona
Serie A12 minuti fa

Napoli, Calzona: “Gestione sbagliatissima. Avevo avvertito i giocatori…”

Visualizzazioni: 75 Il tecnico del Napoli, Francesco Calzona, ha parlato al termine dell’amaro pareggio tra le mura amiche contro il...

Milan Milan
Serie A32 minuti fa

Milan, Pioli: “La Roma? Non dobbiamo…”

Visualizzazioni: 282 Prima della gara contro il Sassuolo il tecnico del Milan ha parlato della sfida contro gli emiliani e...

Napoli - Frosinone Napoli - Frosinone
Serie A42 minuti fa

Napoli – Frosinone 2-2: pranzo indigesto per Calzona, un super Cheddira ferma gli azzurri!

Visualizzazioni: 195 Napoli – Frosinone: lunch match indigesto per gli azzurri di Calzona che si vedono costretti a dividere la...

milito milito
Serie A53 minuti fa

Inter, Milito: “Per l’Inter ho dato tutto e ho vissuto momenti indimenticabili. Grande affetto per Lautaro”

Visualizzazioni: 21 Parole al miele quelle di Diego Milito, l’attaccante argentino ha parlato della stagione dell’Inter e della sua esperienza...

Fiorentina, belotti Fiorentina, belotti
Serie A1 ora fa

Fiorentina, Belotti generoso ma con un triste record

Visualizzazioni: 228 Fiorentina, Belotti arrivato a fine gennaio dalla Roma non è riuscito ad invertire la tendenza della poca prolificità...

Genoa, Gilardino Genoa, Gilardino
Serie A2 ore fa

Genoa, Gilardino: “Penso a una gara alla volta, abbiamo fame e rabbia. Mi aspetto la Fiorentina di sempre. Su Retegui…”

Visualizzazioni: 23 Alberto Gilardino ha parlato in conferenza stampa alla vigilia di Fiorentina-Genoa. L’allenatore ha fatto il punto sugli infortunati...

Hellas Verona Hellas Verona
Serie A2 ore fa

Hellas Verona, da Bergamo a Bergamo: salvezza come scudetto

Visualizzazioni: 31 L’Hellas Verona torna a Bergamo nel ricordo di quella giornata storica del maggio 1985. Questa volta la salvezza...

Notizie2 ore fa

Sassuolo – Milan, le formazioni ufficiali

Visualizzazioni: 386 Sassuolo-Milan, laddove due anni fa i rossoneri conquistarono lo scudetto, c’è la grande chance di ipotecare il secondo...

Roma, Huijsen Roma, Huijsen
Serie A2 ore fa

Roma: oggi il compleanno di Huijsen. I tifosi gli chiedono di…

Visualizzazioni: 373 Tramite i social la società giallorossa augura un buon compleanno al difensore, ed i tifosi della Roma gli...

Le Squadre

le più cliccate