La Champions League cambia nuovamente emittente tv, quantomeno in chiaro. Come avevamo anticipato il 12 aprile con un articolo, dopo un anno di trasmissione sulla Rai, la massima competizione continentale per club tornerà visibile sui canali Mediaset. Secondo quanto riferito da La Repubblica manca infatti solo l’assenso dell’Uefa, una pura formalità, per formalizzare l’accordo di sublicenza tra Sky e Mediaset, con cui la tv satellitare cede a Mediaset i diritti di trasmissione in chiaro di 16 partite della prossima Champions League (inclusa la Supercoppa Europea). Sky manterrà ovviamente i diritti per la diretta in esclusiva, sul satellite, di tutte le gare (comprese quelle cedute a Mediaset).

E la Rai?

A fine 2017 Sky ha ceduto per un anno alla Rai i diritti in chiaro, in condivisione, di 14 partite di Champions, compresa la finale e la Supercoppa Europea (oltre il Gp di Formula 1 di Monza). Nel contratto era stata inserita un’opzione per rinnovare l’accordo nei due anni successivi, possibilità valida se intanto Sky si fosse aggiudicata i diritti della Serie A 2018/2021 in misura inferiore rispetto al precedente accordo. La Rai ha presentato un ricorso per tentare di far rispettare l’opzione, ma il giudice Perotti con un’ordinanza lo ha respinto. Via libera dunque per Mediaset, che dovrebbe trasmettere una partita il mercoledì sera. Ultimi dettagli da limare tra le due televisioni: possibile anche una seconda gara in chiaro a settimana, in seconda serata, o comunque in orari diversi, sempre nella fase a gironi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *