Home » Le interviste » Esclusiva CS, Marco Tardelli:” Il Napoli è la principale candidata allo scudetto. Leao il trascinatore del Milan. Mourinho un vincente.”
Le interviste

Esclusiva CS, Marco Tardelli:” Il Napoli è la principale candidata allo scudetto. Leao il trascinatore del Milan. Mourinho un vincente.”

Marco Tardelli, campione del mondo di Spagna ’82 e autore del libro “Tutto o niente”, dove racconta alla figlia Sara la propria storia dentro e fuori dal campo, ha rilasciato un’intervista esclusiva al nostro sito www.calciostyle.it

Potrebbe interessarti un altro articolo>>>>Roma, Belotti si prenota: “Voglio farmi trovare pronto”. Staffetta con Abraham?

Face to face con Marco Tardelli

Tardelli

Partiamo dal suo libro “Tutto o niente”, pubblicato nel 2016: cosa l’ha spinta a cimentarsi nella stesura di questo testo?

L’idea parte dall’intento di voler celebrare, dopo più di trent’anni, quell’iconico urlo contro la Germania: la mia pagina più bella, in grado di cancellare ogni prima e ogni dopo. È nella storia, per i miei figli e nipoti“.

Passando al campionato, il Napoli può essere una seria pretendente per lo scudetto?

“In questo momento è l’unica candidata, anche se pure l’Atalanta sta facendo bene.

Il Napoli però, penso che abbia qualcosa in più. Ha giocatori importanti come Raspadori e Kvaratskhelia. Una rosa molto ampia ed i calciatori scendono in campo con il sorriso. Si dice che Spalletti solitamente si perda nella seconda parte di stagione, ma quest’anno il Mondiale a Novembre potrebbe essere un aiuto.”

Un pensiero sull’esito di Inter-Roma?

LEGGI ANCHE:  Juventus, in gruppo Bernardeschi e Khedira

” La Roma l’ha vinta e questo è un merito. Mourinho sta facendo molto bene, sta lavorando sulla testa dei giocatori e loro stanno dando tutto quello che hanno. Non so se possa essere una candidata allo scudetto, la rosa non è ampia come altre squadre, nel frattempo le faccio i miei complimenti”.

Un aggettivo per Mourinho?

Ha meritato la fama di essere uno degli allenatori più bravi del mondo in virtù delle vittorie ottenute. Per rientrare nel novero dei migliori bisogna vincere.”

Dybala e Perisic possono essere considerati rimpianti per l’Inter?

“Quando non si compra un giocatore, vedi per esempio Dybala, non si può sapere cosa avrebbe potuto fare quel calciatore in quella squadra.

Stesso discorso anche per Perisic: non si può sapere se avrebbe continuato a giocare come negli anni passati.

 Dybala ha trovato, probabilmente, la casa giusta. Si è subito ambientato, è stato accolto ottimamente dai tifosi giallorossi, nonostante arrivasse dalla Juventus. C’è un’ottimo feeling”.

Leao può essere considerato il presente ed il futuro del Milan?

LEGGI ANCHE:  Esclusiva CS, Ligas: "Commisso, ora è più interessato alle infrastrutture che al campo..."

Leao è il trascinatore del Milan. Fa gol, e se non segna fa tanti assist per i compagni. Ha le qualità del campione. Lo aveva dimostrato nel corso di questi anni, ma ora è la continuità dimostrata che fa la differenza”.

Dopo la vittoria contro il Bologna Allegri è uscito dalla crisi?

“Penso che per la Juventus sia fondamentale la gara contro il Milan, una prova del nove dopo il netto successo contro il Bologna. Si affronteranno due squadre che hanno assenze importanti e non ancora nel pieno delle rispettive potenzialità.

E’ una partita determinante soprattutto per le velleità bianconere”.

Come giudica la mancata convocazione di Zaniolo in Nazionale?

Mancini con la Nazionale ha fatto molto bene. E’ stato lui il primo a convocare Zaniolo quando ancora non era così conosciuto. 

Il 22 giallorosso ha grandi qualità, purtroppo gli infortuni hanno rallentato la sua ascesa. Credo che il motivo della mancata convocazione sia riconducibile ad una scelta tecnica, e non ad una punizione”.

Un aggettivo per Raspadori?

LEGGI ANCHE:  Esclusiva CS, Tardelli: Mourinho ha fatto bene, Mancini deve ripartire dai giovani

” Un calciatore che sta crescendo molto bene. Potrà fare grandissime cose. 

Ascolta gli allenatori, s’impegna al massimo e sarà importante sia per il Napoli che per l’Italia”. 

Un giocatore dell’Under 21 che potrà ricoprire un ruolo di spicco anche nella Nazionale maggiore?

“Non dico solitamente nomi di giocatori, prima voglio osservarli per un po’ di tempo. Spero che Colombo, che a me piace molto, possa avere le qualità per fare questo salto.

 

Ricevi ultime news gratuitamente

Iscriviti per ricevere le ultime news sul calcio dalla nostra redazione Calcio Style. Riceverai nella tua casella email le ultime novità gratuitamente!
Invalid email address

Potrebbe piacerti anche

Di più in:Le interviste